Il Ministro dell’Ignoranza già ha detto la sua sul Fumetto!

Si è appena insediato e ha già dato prova della pochezza delle sue prospettive culturali, questo anonimo tipo in quota Lega che ha i punti necessari a farci rimpiangere i suoi già tristissimi, immediati predecessori.

Qui ci sarebbe il curriculum di costui.

“Penso che sarebbe utile fare un ragionamento sulle modalità con cui vengono somministrati i compiti. Io sono perché si facciano un po’ di compiti, con intelligenza. Invece di stare tutta l’estate seduti sulla sdraio a leggere i fumetti o a giocare al cellulare, meglio essere stimolati da buone letture o attività che tengano acceso vigile, attento, impegnato il cervello”.

Questa sua avventata dichiarazione, che comunque ne rispecchia gli orizzonti ottusi (status forse comprensibile se fossimo nell’anno in cui è stata fondata la Repubblica, non alla sua settantaduesima celebrazione), ha fatto sbigottire e infuriare in men che non si dica l’intero mondo dei Fumetti, scatenando giustificati e inevitabili, salutari commenti al vetriolo per ogni dove, a cominciare dal web (e siamo appena agli inizi del mandato)…

Il resto lo trovi nel blog di Luca Boschi, qui: lucaboschi.nova100.ilsole24ore

Continuate così, senza aver nemmeno cominciato: fateci ridere almeno una volta al giorno, che fa bene alla salute!