In un libro i fumetti sulla Shoah

Shoah et Bande Dessinée – l’image au service de la mémoire è il volume che il buon Didier Pasamonik, insieme allo storico Joel Kotek, ha dedicato ai fumetti che hanno aiutato a conservare e diffondere la memoria dell’orrore che sconvolse il mondo durante la seconda guerra mondiale, la Shoah.
Ci trovi Maus di Spiegelman, certo, ma anche opere di Calvo, Will Eisner, Jack Kirby, Joe Kubert, Osamu Tezuka, René Goscinny, Enki Bilal, Wolinski e tanti altri… 200 opere di grandi nomi, che sono nella mostra al Mémorial de la Shoah, sono la base di questo libro (di 168 pagine, rilegato e con dorso telato, nel formato 21.4 x 29 cm.) che miscela Storia e Fumetto. Per mostrare che gli autori di fumetti sono stati capaci di raccontare con le immagini fino a che punto l’essere umano può diventare disumano. Memoria e monito perenne, ché per questo non ci sono, al momento, definitivi vaccini efficaci e tocca a ciascuno fare la propria parte, se si vuole una umanità migliore.

 

isbn: 9782207136683 – in uscita gennaio 2017

I commenti sono chiusi.