Poche parole per Accumoli, Amatrice e Arquata del Tronto

Poche parole per Amatrice e dintorni. Sì, poche parole: meglio i fatti. Quindi cerco di essere brevissimo.

Andate su ARTERIEASTE e cliccate su un disegno che vi piace. Lasciate nei commenti la vostra offerta e rilanciate, se qualcuno propone più di voi.

L’idea di Arterie è dell’artista Andrea Serio che ha pensato bene di organizzare una gara di solidarietà la tragedia che ha colpito la zona di Amatrice, appunto.

Gli hanno risposto più di 200 artisti con circa 450 opere messe a disposizione per una serie di aste. (Poche parole per Amatrice, ma tanti disegni)

La prima, è iniziata ieri e direi che è iniziata bene. Il grande Bruno Bozzetto che ha messo a disposizione una stampa (esemplare unico) del suo Signor Rossi. Ci sono anche gli artisti Leomacs, Luigi Siniscalchi e Claudio Stassi del team Bonelli e molti altri. C’è anche Dario Fo, signore e signori!

Dario Fo
Dario Fo per Serigrafia Fallani Venezia Serigrafia a dieci colori, tiratura 120 copie firmate dall’Autore, formato 70 x 50 cm
Bruno Bozzetto
Bruno Bozzetto Illustrazione inedita, realizzata su iPad con programma ProCreate – stampa su carta, formato A4 (21 x 29,7 cm). Esemplare unico realizzato per Arterie.
Gianluca Folì
Gianluca Folì Copertina del libro ” La vita prodigiosa di Isidoro Sifflotin ” – Feltrinelli 2014, vincitrice della Gold Medal alla Society of Illustrators di New York. Stampa su carta Hahnemühle Bamboo, formato A4 (21 x 29,7 cm).
Claudio Stassi
Claudio Stassi Illustrazione originale dal libretto musicale dell’album ” Ladro di Rose ” de La Bottega Baltazar (2010) – acquerello e china su carta Moulin du Coq, formato 30 x 50 cm

Come promesso sono stato velocissimo, ma se volete saperne di più, andate sul SITO che spiega l’iniziativa.

Andrea Serio si è prodigato per le settimane scorse nell’organizzazione a tempo record di una lodevole iniziativa.

Gli artisti tutti hanno messo a disposizione le proprie opere, frutto del proprio lavoro. Ora tocca a tutti noi contribuire per aiutare le vittime di un evento “che ha causato 292 morti, ha distrutto i paesi di Accumoli, Amatrice e Arquata del Tronto ed ha arrecato danni disastrosi nelle zone circostanti“.

Azione.