Il Fumetto rappresenta l’Italia alla Giornata Europea delle Lingue

Sarà il fumetto quest’anno a raccontare e presentare la lingua italiana alla Giornata Europea delle Lingue a San Pietroburgo, celebrata dal 2001 in tutto il continente.

Elettra Stamboulis e Gianluca Costantini

alla Giornata Europea delle Lingue

all’Ermitage di San Pietroburgo

Sabato 24 settembre 2016 alle 17

Glavny Shtab del Museo Ermitage (Dvortsovaya pl., 2)

Invitati dall’Istituto Italiano di Cultura della capitale culturale della Federazione Russa, il disegnatore Gianluca Costantini e la sceneggiatrice Elettra Stamboulis dialogheranno con il pubblico sabato 24 settembre 2016 alle 17 allo Glavny Shtab del Museo Ermitage (Dvortsovaya pl., 2) sul tema “Disegnare l’Italia a fumetti. Il fumetto di realtà nel Belpaese”. Si tratterà di una conferenza in cui i due autori racconteranno non solo la loro esperienza legata alla trilogia politica su Gramsci, Berlinguer e Pertini, ma in generale di un nuovo movimento di autori interessato a conoscere e riconoscersi nella narrazione disegnata.

La mappatura dello stivale attraverso il fumetto è infatti ormai un fenomeno consolidato che interessa non solo la casa editrice che ha editato gli ultimi lavori degli autori (BeccoGiallo edizioni), ma anche altre case editrici non classicamente interessate alla nona arte.

Elettra Stamboulis e Gianluca Costantini difatti non sono solo due importanti autori, che hanno da ultimo editato “Diario segreto di Pasolini”, ma anche i curatori del primo festival internazionale del fumetto di realtà, Komikazen, che aveva presentato in tempi non sospetti i più importanti autori di fumetto non solo italiani, e hanno aperto la strada e permesso a una nuova generazione e a un nuovo genere di emergere e crescere.

Elettra Stamboulis (Bologna, 1969) è una curatrice d’arte, sceneggiatrice e insegnante di origine greca che vive a Ravenna. Ha curato diverse mostre di fumetti, tra le quali quelle di Marjane Satrapi, Joe Sacco, Zogra, Dave McKean, Felipe H. Cava e molti altri importanti autori provenienti da tutto il mondo. È una degli organizzatori di Komikazen, realtà internazionale Comics Festival che si svolge ogni anno a Ravenna. Collabora alle riviste inguine MAH! Gazine e Giuda. Ha scritto testi per molti racconti, articoli per riviste e libri su fumetti e realtà e due Graphic Novels: L’ Ammaestratore di Istanbul (Comma 22, 2008) e Officina del Macello (Edizioni del Vento, 2009). I suoi racconti sono stati tradotti negli Stati Uniti, in Gran Bretagna e in Grecia. www.stamboulis.org

Gianluca Costantini (Ravenna, 1971) ha esposto in numerosi musei e gallerie all’estero: la galleria Lazarides, Londra (2009), il Salon du dessin contemporain, Carrousel du Louvre, Parigi (2010), il Centro Dox per l’Arte Contemporanea, Praga, il Museo della Grafica Umoristica Diogene Taborda, Buenos Aires (2014). In Italia i suoi disegni sono stati esposti accanto alle opere di Alighiero Boetti al Museo d’Arte Contemporanea di Lissone (2013), o costituiti da grandi installazioni e progetti a tema come ad esempio la galleria D406 di Modena e il Centro Arti Opificio Siri di Terni. Come giornalista grafico ha tenuto una conferenza presso l’Ars Electronic Center di Linz (2009) e ha partecipato a Human Rights Festival di Lugano (2015). www.gianlucacostantini.com

Info

Glavny Shtab del Museo Ermitage (Dvortsovaya pl., 2) www.hermitagemuseum.org

Sabato 24 settembre alle 17

Organizzato da: Istituto Italiano di Cultura di San Pietroburgo www.iicsanpietroburgo.esteri.it/IIC_SanPietroburgo

hermitage-afnews