Mœbius si vende bene in Cina

Ma qualcuno si è accorto (dalle nostre parti) che la Cina è IL mercato? A parte Renzi, intendo. Beh, se n’è accorta, ma da un bel po’, la Francia. E, in effetti, il fumetto francofono continua ad aprirsi spazi nella grande Cina, stavolta con Moebius che, lo scorso agosto alla Fiera del Libro di Pechino, ha piazzato 10 titoli con l’editore cinese Hina Book. Moebius è assai apprezzato in quella terra ricca di cultura artistica e il fumetto francofono in generale è molto diffuso (a partire, manco a dirlo, da Tintin, che tanti anni fa veniva pubblicato di straforo, prima che la situazione venisse regolarizzata).
Ora ti stai chiedendo qual’è la presenza del fumetto italiano in Cina? Ottima domanda.

A l’occasion de la Foire Internationale du Livre de Pékin qui se déroule du 24 au 28 août, l’éditeur chinois Hina Book a signé avec Les Humanoïdes Associés l’acquisition des droits de traduction de dix titres de Mœbius. Une nouvelle aventure pour une œuvre d’exception…

Leggi altro su: Avec Les Humanos et Hina Book, Mœbius continue son voyage en Chine

jean-moebius-giraud-dead

I commenti sono chiusi.