Charlie’s Angels: di nuovo?! Siamo al reboot del reboot… Che senso hanno i remake?

L’oramai consueta strategia del rifacimento (remake) comincia a stufare anche nel cinema? Se lo chiede il critico , analizzando la situazione dal punto di vista statunitense (ma, come sappiamo, la faccenda è ormai planetaria). Fino a che punto ha senso rifare quel che è già stato fatto? E’ una scelta di comodo per cavalcare senza troppa fatica la naturale nostalgia di ciò ci era piaciuto in passato? Quante volte il nuovo prodotto è migliore del precedente? E’ opportuno ragionarci su per bene. O sarebbe ora di darsi una calmata e smetterla?

… Or maybe we won’t. Is the rebooting of movie culture the new normal? That will be decided over the next few years, as moviegoers vote in the way they always have, by turning certain films into hits and others not. The rap on rebooting, at least from critics like myself, is that it replaces the essential act of imagination with something else: nostalgia, sameness, the comfort of what we know. The hunger for what’s familiar can be powerful; in fact, that’s one of the definitions of addiction — craving the same thing, over and over. But it will now ultimately be up to audiences, not studio executives, to decide whether something not-so-old made new again is really, truly new…

Leggi il resto su: ‘Charlie’s Angels’ AGAIN? How Reboots of Reboots Became the New Normal | Variety

2016-08-09_125539 - afnews