Un parco per Alberto Simioni!

Ricevo e pubblico con grande piacere, ricordando sempre con affetto Alberto Simioni:
Un parco dedicato al fumettista Alberto Simioni.
Dopo il “Bonvi parken” di Modena (e il parco “Andrea Pazienza” di Bologna, il parco “Hugo Pratt” di Rimini e i parchi “Corto Maltese” di Roma e di Napoli ecc.) a Breganze, nell’alto vicentino, nasce un nuovo parco dedicato a un autore a fumetti.
Illustrazione locandina - afnews
La prossima Domenica 26 Giugno sarà inaugurato a Breganze, comune nell’alta provincia di Vicenza, un parco cittadino dedicato alla figura di Alberto Simioni, disegnatore di fumetti e docente scomparso il 21 febbraio del 1990 a soli 38 anni.
L’idea, partita da un suo amico che condivide la comune passione per la cosiddetta nona arte, tramite un appello su facebook ha trovato subito il supporto di ben 400 tra cittadini ed amici del disegnatore e l’immediato appoggio dell’Amministrazione comunale.
A distanza di poco più di un anno dal lancio della proposta si è giunti finalmente alla concretizzazione di quello che molto probabilmente è il secondo parco in Italia dedicato ad un autore di fumetti secondo solo al “Bonvi parken” (quello delle Sturmtruppen) di Modena.
Alberto Simioni, nonostante la precoce scomparsa, ha avuto una vita intensa e prolifica. Molto conosciuto in paese (e non solo) per la sua professione di insegnante di lingua inglese (ha insegnato in vari istituti del vicentino tra i quali quelli di Breganze, Nove, Valli del Pasubio e Mason), per le sue innumerevoli passioni (moto, musica, cinema…) ma soprattutto per i suoi fumetti.
Ha infatti creato diversi personaggi per ragazzi perlopiù pubblicati su testate cattoliche, ne ricordiamo i principali.
Il più conosciuto e longevo è stato senza dubbio il cow-boy Gigitex apparso sulle pagine del mensile comboniano “Il Piccolo Missionario” tra il 1971 e il 1990. Un western umoristico nato sulla scia della passione di Alberto per il genere e le serie di pellicole note come “spaghetti western” che tanto andavano allora. La sua passione lo portò ad incontrare anche il mitico Sergio Leone e conoscere tutti i protagonisti della pellicola “Silverado”.
Tra l’ottobre del 1990 e il luglio del 1991 il personaggio di Gigitex conoscerà inoltre la pubblicazione postuma di alcuni episodi sul settimanale delle Edizioni Paoline “il Giornalino”, nonchè l’uscita di un brossurato che raccoglie l’ultima storia realizzata: “Il ritorno di Zorro” (1990).
Per “La Voce dei Ragazzi” inserto mensile del settimanale della Diocesi di Vicenza “La Voce dei Berici”, tra la fine del 1978 fino al 1984, Simioni realizza le avventure di “Cina, Ping Pong ed Ivan” storie umoristiche di un gruppetto di ragazzini alle prese con le esperienze dell’età tra scuola, gite e passioni.
Con gli stessi personaggi, sempre sulle stesse pagine, ambienterà pure delle avventure fantascientifiche dal titolo “Cinaflash” e western “Cinakid”.
Sempre per la “Voce” crea il personaggio di “Rino, angelo si e no” le avventure di un angelo stravagante e curerà le pagine giochi.
Le collaborazioni di Simioni naturalmente non si esauriscono qui. Tra l’82 e l’84 collabora con il settimanale per ragazzi “Più” dell’editoriale Domus realizzando alcuni fotosogni e il personaggio de “Il Cavaliere Mark” su testi dell’amico Franco Carrara. Del 1987 è “La storia di Merluno” per il “Il Messaggero dei Ragazzi”.
“Il Santo dei Miracoli”, “Il Roseto Serafico”, “Amici” sono altre delle testate cattoliche a cui ha collaborato realizzando alcune storie e serie di strip sempre umoristiche.
Da non dimenticare la lunga collaborazione “a bottega” che Simioni ha avuto con il disegnatore Carlo Peroni aiutandolo a disegnare il personaggio di “Sonny” per il mercato tedesco e alcune storie di Gianconiglio e Nerofumo.
Motivo del segno indelebile che Simioni ci ha lasciato è stato anche l’aver fondato nel 1977 il gruppo amatoriale del fumetto “Breganzecomics”, per anni una delle poche realtà associative del fumetto presenti nel Veneto, che ha saputo dare l’avvio ad altri autori oggi professionisti quali Silvia Ziche, Lorenzo De Pretto e negli anni a seguire Enrico Trentin ed altri ancora.
In occasione della giornata della inaugurazione del parco sono stati invitati a partecipare i vari professionisti del fumetto che risiedono nella provincia vicentina trasformandola così in una sorta di festa del fumetto provinciale. Così per tutto il pomeriggio dalle ore 15, momento della cerimonia di inaugurazione, e le 19, per il pubblico sarà possibile incontrare alcuni professionisti del settore e chiedere loro un disegno, una firma, una dedica.
Hanno dato fino ad oggi la loro adesione:
Lorenzo De Pretto (Prezzemolo, Topolino), Michela Mika Fusato (Alicia), Giuliano Piccininno (Zagor, Dampyr, Alan Ford), Gabriele Padovan (in arte Scotolati), Luca Pozza (La guera granda), Andrea Rossetto (Valter Buio, Don Camillo, Huntik), Sofia Terzo (Dracula, Torture Garden), Enrico Trentin (Storie Tese Illustrate, Nestore, Prezzemolo), Carlo Velardi (Nathan Never, Martin Mystère, Greystorm), Monica Venzo (Cantastorie), Melissa Zanella (Legs, Greystorm, Nathan Never), Stefano Zattera (Superburocrate, Baby Burger, Earl Foureyes) ed altri arriveranno ancora!
Per tutto il pomeriggio sarà presente uno stand della Scuola del fumetto Wonderland VINC di Vicenza con i suoi allievi ed insegnanti, un altro di Breganzecomics/Schio Comics che ospiterà al tavolo a rotazione i vari disegnatori ospiti, il Gruppo di Ricerca Storica con le sue pubblicazioni e il circolo ARCI La Ciacola che garantirà assaggi e bevute a tema fumettistico.
All’iniziativa, promossa da Breganzecomics, col supporto di 400 firme di cittadini e amici di Alberto e del Comune di Breganze, col contributo del Gruppo di Ricerca Storica hanno contribuito la Pro Loco Breganze, il Circolo Arci La Ciacola con l’adesione dell’Oratorio Don Bosco.
Il parco si trova tra le vie Carducci e Prati in quartiere Europa a Breganze. In caso di maltempo la manifestazione verrà rinviata alla successiva domenica 3 luglio 2016 con lo stesso orario d’inizio.
Loc 33x70 light