Pinocchio torna a fumetti!

Progetto finanziato, come usa oggidì, con una colletta (https://www.produzionidalbasso.com/project/pinocchio-di-sandro-dossi-e-alberico-motta/), arriverà in libreria e fumetteria il 5 maggio 2016 il Pinocchio di Sandro Dossi e Alberico Motta, arricchito da prefazioni ad hoc. Niente da spartire con il Pinocchio Disney, ovviamente, ma anche rispetto all’originale di Collodi ci sono evidenti differenze, a partire dall’ambientazione spazio-temporale, che consente orizzonti narrativi più ampi. Per non parlar del povero terribile pesce-cane (mostro marino immaginario di questo racconto) che alcuni ricordano malamente come fosse stato quel che non era: una balena. Peraltro anche per il grande pesce biblico (altra sorta di mostro marino) di Giona, chi non ha letto il testo originale lo identifica erroneamente con una balena, la quale, naturalmente, in realtà non avrebbe potuto ospitare Giona, se fosse stata davvero una balena… Ma tant’è, la letteratura fantastica non si chiama fantastica a caso e con la scienza può avere davvero pochissimo da spartire. Ma torniamo al piacevole fumetto per giovani lettori ripresentato dalla editrice Cliquot. Eccone la presentazione ufficiale:

In arrivo il 5 maggio 2016 nelle migliori librerie e fumetterie.
Dai protagonisti assolutidel fumetto umoristico italiano, gli storici autori di Geppo, Braccio di Ferro e Nonna Abelarda.
“Nell’ambito del fumetto comico italiano, un posto d’onore tra gli sceneggiatori più ricchi di inventiva spetta ad Alberico Motta.”
Luca Boschi

“Il segno morbido e pulito di Dossi si esalta nella ricercatezza degli ambienti, dei costumi, nell’attenzione per i dettagli di tavole ricche
ed estremamente curate.” Andrea Leggeri

Grazie a una fortunata campagna di crowdfunding (http://linkpdb.me/8932) che ha coinvolto appassionati, collezionisti e enti privati, esce una raccolta delle migliori avventure del Pinocchio umoristico pubblicate negli albetti da edicola degli anni Settanta. Con un ricco apparato critico a firma di Luca Boschi, Andrea Leggeri e Giuseppe Pollicelli.
Siamo nei primi anni Settanta quando Bianconi chiama a raccolta i suoi autori di punta: «Ho bisogno di un fumetto nuovo!» dice. Erano da poco scaduti i diritti del Pinocchio di Collodi. Salta fuori l’idea, all’editore piace, e di lì a poco avviene la magia. I suggestivi personaggi del romanzo per bambini più famoso del mondo vengono catapultati nell’eccentrico universo bianconiano: avventure fantasiose in scenari inediti, gag divertenti e strampalate, trame che, nella loro semplicità di lettura, non sono affatto prive di spunti di riflessione per il lettore adulto.


Alberico Motta (Monza, 1937) Si forma artisticamente creando storie di Cucciolo e Tiramolla per le edizioni Alpe e negli anni Sessanta si accasa stabilmente presso le edizioni Bianconi creando suoi personaggi (Pierino, Napoleone Sprint e altri) e scrivendo sceneggiature per centinaia di storie umoristiche. Negli anni Ottanta collabora con Disney per Topolino e altre testate.
Sandro Dossi (Monza, 1944) A partire dal 1966 diventa uno degli autori di punta di Braccio di Ferro e Geppo, collaborando contemporaneamente a molte altre testate Bianconi, come Chico e Pinocchio. Ha disegnato anche oltre 200 storie a fumetti per Disney.

ISBN: 9788899729004
Brossurato con alette
192 pagine b/n, f.to 17×24 cm
€16,00
Versione ebook: €4,99
di Sandro Dossi e Alberico Motta
nella collana Segni n.1

Scrivi il tuo bel Commento, dai!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.