La Germania saluta la Fiera ma rimane a Bologna

 LOOK! La “Germania illustrata” chiude la partecipazione in Fiera ma resta ancora in città con le sue mostre. La Germania per la prima volta Paese Ospite d’onore alla Fiera del Libro per Ragazzi di Bologna/ Presenti 42 tra autori e illustratori e 74 editori / Presentato un programma con 44 eventi e 7 mostre / #GerGuest #BolognaBookFair #BCBF2016

b3

Si chiude con un bilancio positivo per la Germania Paese Ospite la Children’s Book Fair di Bologna. 44 eventi tra dibattiti, presentazioni, laboratori, incontri nelle scuole e mostre organizzati sia in Fiera sia in città hanno visto protagoniste 42 persone, tra autori e illustratori, invitate dagli organizzatori dello stand tedesco: Frankfurter Buchmesse e Goethe-Institut in Italia con il sostegno del Ministero degli Affari Esteri della Repubblica Federale di Germania.

In totale in Fiera hanno esposto 74 case editrici tedesche, 34 delle quali, con oltre 70 rappresentanti, erano allo stand tedesco organizzato dalla Fiera del Libro di Francoforte. Grazie alla partecipazione in veste di Paese Ospite ci sono stati tanti visitatori e richieste. “L’interesse del panorama editoriale italiano e internazionale per la scena tedesca è enorme“, ha affermato il direttore della Fiera del Libro di Francoforte Juergen Boos. “è stata la Fiera degli affari per eccellenza, sono sicuro che siamo riusciti a lasciare un segno che si manterrà nel tempo oltre a promuovere la compravendita di licenze”.

b2

La Children’s Book Fair di Bologna alla quale la Germania ha partecipato come Paese Ospite è stata un successo”, continua la direttrice del Goethe-Institut, Gabriele Kreuter-Lenz, “Siamo riusciti a collegare la Fiera con la città, dove abbiamo trasferito gran parte degli eventi. Così, non solo il pubblico fieristico, ma anche quello cittadino ha potuto partecipare. Bologna, aperta e ospitale, con il suo prezioso sostegno ha meravigliosamente permesso e promosso tutto ciò, motivo per il quale la ringraziamo di cuore”.

Fulcro della partecipazione in Fiera è stata la mostra LOOK!, composta dalle tavole originali di trenta illustratori rappresentativi delle tendenze artistiche più recenti. La mostra, su 300 mq di superficie ha esposto 123 opere originali di 30 illustratori tedeschi, tra i quali Antje Damm, Sebastian Meschenmoser, Daniel Napp e Julia Friese, così come 85 libri di altrettanti noti illustratori. Ad essere ammirato non solo il lavoro esposto ma anche l’allestimento della mostra, (dello studio Scheßl Weismüller), costruito con oltre 7000 rotoli di cartone dai quali era possibile vedere attraverso tutta l’area espositiva.

Grande successo anche per il coinvolgimento del pubblico nell’iniziativa BOLOGNA BLOB grazie alla quale i visitatori, partendo da una semplice macchia di colore (blob) hanno prodotto circa 4mila nuove immagini.

b1

La mostra ha presentato una panoramica completa sulla molteplicità del mondo dell’illustrazione tedesco con l’obiettivo di presentare nuovi artisti sul mercato internazionale. “Per noi illustratori la partecipazione alla Fiera è stata una vera e propria chiave d’accesso “ha commentato l’illustratrice di Norimberga Sybille Schenker, “è stato più facile che mai incontrarsi con gli editori di persona”.

La curatrice della mostra, Heike Clemens, ha così concluso: “L’allestimento e i contenuti della mostra sono piaciuti tantissimo – agli illustratori presenti, che si sono totalmente riconosciuti nella mostra, agli addetti ai lavori e ai visitatori che si sono soffermati e hanno commentato a lungo le tavole esposte. La mostra LOOK resterà aperta anche nel fine settimana e sarà poi trasferita ad Amburgo dove resterà dal 14 giugno al 3 luglio”.

Dei trenta artisti esposti in mostra a Bologna ne sono arrivati 20. Durante i portfolio walk si sono messi a disposizione del pubblico spiegando il proprio lavoro e rispondendo alle domande. Oltre 100 persone hanno seguito martedì il panel sull’internazionalizzazione del libro per bambini al quale ha partecipato, tra gli altri, l’illustratore russo-tedesco Aljoscha Blau.

Attuale e dibattuto il panel sul tema fuga e rifugiati nella letteratura per bambini. Bärbel Becker, direttrice dei progetti internazionali della Fiera del libro di Francoforte, ha così commentato: “L’insistenza con cui si è affrontata pubblicamente la tematica mi ha molto colpita. Questo ci autorizza, da organizzatori della partecipazione tedesca all’estero, a dare in futuro ancora più spazio ai temi politici.

In totale le persone che hanno partecipato ai panel di discussione in Fiera sono state circa duemila.

Durante La Fiera la Germania ha potuto festeggiare anche la premiazione di una sua importante illustratrice: È andato, infatti, alla tedesca Rotraut Susanne Berner il Premio Hans Christian Andersen 2016. Nata a Stoccarda nel 1948, la Berner è una delle più amate autrici e illustratrici di libri per bambini e per ragazzi. A Bologna la nota illustratrice ha inaugurato la mostra promossa dal Goethe-Institut Tolle Hefte. Libri folli e bellissimi, una retrospettiva dedicata al progetto di Armin Abmeier, marito della stessa artista e scomparso nel 2012.

Ieri sono stati inoltre consegnati i premi Illustra, il concorso per studenti di illustrazione organizzato dal Goethe-Institut al quale hanno partecipato le università e le accademie di Belle Arti di Amburgo, Lipsia, Münster, Bologna, Macerata e Urbino. Tema era l’elaborazione illustrata di testi scritti da Giovanna Zoboli e Ulrich Hub ispirati a E.T.A. Hoffmann e ai suoi “Racconti notturni”. Per l’Italia il Primo premio di 2000 euro è stato assegnato a Camilla Pintonato (Isia di Urbino), il secondo premio di 800 euro a Matteo Orlandini (Ars in Fabula, Macerata), terzo premio di 500 euro a Lucilla Turbaro, (Ars in Fabula, Macerata), menzione d’onore a Roberta Scomparin (Accademia di Belle Arti di Bologna). Per la Germania il Primo premio di 2000 euro è andato a Sarah Hüning, Amburgo, secondo premio di 800 euro a Franziska Blinde, Lipsia, terzo premio di 500 euro a Ariane Emmerich, Münster, menzione d’onore a Lina Ehrentraut, Amburgo

Chiude la Fiera ma la festa dell’illustrazione tedesca continua in città grazie alle seguenti mostre che resteranno ancora aperte:

Tolle Hefte.

Libri folli e bellissimi

Palazzo D’Accursio, Sala d’Ercole – Piazza Maggiore 6, Bologna

4 aprile – 5 maggio 2016
lun–dom 10–18:30

WAS? Das Beste von Allem

Zoo – Strada Maggiore 50/a, Bologna

5 aprile – 9 maggio 2016
lun 10–22, mar 10–18, mer–ven 10–20, sab–dom 11–20

Nomads

Goethe-Zentrum Bologna – Via de’ Marchi 4, Bologna

6 aprile – 13 maggio 2016
lun–merc 10–13 / 15–19

Gio 10-13 / 15-20 ven 10 -13 / 15-18

In diesem Moment / In questo momento

Osservazione – Disegno – Tipografia – Stampa

Galleria Squadro – Via Nazario Sauro 27/b, Bologna

6 – 16 aprile 2016
lun–sab 10–13 / 14–19

Illustra. Racconti notturni 2016

ABA Bologna – Via delle Belle Arti 54, Bologna

7 aprile – 6 maggio 2016
lun–ven 9–19, sab 9–16

Racconti di città Berlino-Torino

Elisa Talentino/Nadia Budde

Studio Legale EVOLVE – Strada Maggiore 10, Bologna

7 aprile – 6 maggio 2016
lun–ven 10–12 / 16–18 o su appuntamento; sab 9/4 e dom 10/4 10–12

Achtung Kartoffel! Laboratorio permanente con Atelier Labor

Biblioteca Salaborsa – Piazza Coperta

Opere in mostra: 1-17 aprile

Tutto il programma è disponibile online sul sito www.goethe.de/bolognachildrenbookfair 

La Fiera del Libro di Francoforte è la fiera di settore più grande del publishing internazionale. Comprende 7.100 espositori di 100 Paesi e ospita ca. 270.000 visitatori, più di 4.000 manifestazioni e indicativamente 9.300 giornalisti accreditati e presenti. Per questo è frequentata anche da esponenti di settori diversi come quelli del cinema o dei giochi. Il tema principale della Fiera dal 1976 è l’Ospite d’onore che, diverso ogni anno, presenta in maniera variegata la propria opera e cultura al pubblico. La Fiera del Libro di Francoforte organizza la partecipazione delle case editrici tedesche a circa 20 Fiere internazionali e organizza tutto l’anno incontri di settore all’interno dei più importanti mercati internazionali. Con la fondazione del Frankfurt Book Fair Business Club la Fiera del Libro di Francoforte fornisce a imprenditori, editori, fondatori, innovatori, esperti e visionari il presupposto ideale per le loro attività. La Fiera del Libro di Francoforte è un’impresa affiliata al Börsenverein des Deutschen Buchhandels. www.buchmesse.de

Il Goethe-Institut, presente nel mondo con circa 160 sedi, di cui in Italia ben sette (www.goethe.de/italia), è l’Istituto di Cultura della Repubblica Federale di Germania. Da più di 60 anni promuoviamo la lingua tedesca e attraverso un ricco calendario di iniziative invitiamo a conoscere il nostro paese affrontando in modo propositivo la diversità e il dialogo tra le culture. Da sempre siamo impegnati in un’intensa attività di intermediazione letteraria tra la Germania e l’Italia. Alla letteratura tedesca e la sua diffusione in Italia è dedicato il portale www.goethe.de/letteratura_tedesca, che registra una media mensile di 40.000 visite. Per offrire al pubblico una visione più completa e variegata della letteratura tedesca, il Goethe-Institut contribuisce anche con il sostegno economico alle traduzioni, alla collaborazione fra editori tedeschi e italiani e l’istituzione del Premio di traduzione letteraria italo-tedesco (www.goethe.de/premiotraduzione). Inoltre organizza e partecipa a manifestazioni quali festival e rassegne di letteratura, incontri e letture che negli scorsi anni hanno portato in Italia molti fra gli autori più stimolanti della scena tedesca. Anche per il pubblico più giovane, in particolare per le scuole, realizza manifestazioni e concorsi.

P1130338