20 anni e anche più, di fumetto in rete!

2015-09-15-afnews-1996-03-26 afcolmap
In questa immagine dalla Grande Rete di una edizone preistorica di afNews, si vedono anche i loghi di chi mi ospitò in precedenza, dopo il BBS uno-a-uno: la britannica Cartoonet e la romana Utopia di Francesco Moriconi nel 1995.

Ricordo bene quando afNews, venti anni fa (leggi qui i dettagli e vedi le immagini), si appoggiava alla rivista digitale sul fumetto Utopia  e prima ancora era un notiziario distribuito via BBS, perché Internet ancora non c’era, in Italia e, infatti, poi dovette appoggiarsi alla britannica Cartoonet, prima di approdare al C.S.I. Piemonte (alpcom.it)… Assoluta preistoria pionieristica informatica.1995-07-30 stampa di videata dal sito Anonima Fumetti
AfNews oggi (per “oggi” intendo proprio oggi – domani, chi vivrà…) è una presenza pluridecennale nell’ormai strabordante panorama della Grande Rete. Si presenta a chi la legge come una agenzia di stampa di settore (generalista per quanto riguarda i lettori, che sono di ogni età e di interessi diversi, dai semplici curiosi ai professionisti) ed è concretamente gestita come un blog giornalistico curato (in tutto e per tutto) da una sola persona (pur ospitandone molte altre, in forme diverse).
Tutto qui è non profit. Il sottoscritto proprietario, Direttore tuttofare, paga tutto quel che c’è da pagare e non ci guadagna nulla (ma puoi sempre farmi un regalo, se ti va: click qui). La cosa può stupire qualcuno nel settore del fumetto e dintorni (dove, giustamente, si è soliti lavorare per denaro), ma tant’è  ed è  tutt’altro che raro, nella rete, nella quale molti condividono solo per condividere, considerando i propri simili come esseri umani e non come consumatori da sfruttare in vari modi.
L’ideale di una umanità migliore passa anche attraverso queste piccole cose, queste azioni individuali (o di gruppo che condivide lo stesso ideale) concrete e immediate  (nel senso di non mediate, non solo di fatte subito), senza bisogno di far grandi e altisonanti (quanto inutili) chiacchiere o vane proteste violente e portatrici di odio verso chiunque e qualunque cosa, senza bisogno di pretendere vilmente che altri facciano al posto nostro quel che possiamo fare noi per primi.

Tutto ciò detto alla buona, giusto per capirci.
La forma è la più professionale possibile (con tutti i limiti naturali), sia nei contenuti originali sia nei rilanci con scopo di diffusione, divulgazione e pura condivisione.

Va da sé che chi manda qui comunicati stampa  (e sono davvero molti di più di quelli che vengono pubblicati) verrà trattato come se questa fosse l’ANSA: con rispetto ma anche con indifferenza se il caso, ma senza alcuna cattiveria. Se si cerca solo di far pubblicità ai propri prodotti commerciali (o al proprio ego), più facilmente si troverà compiacente pubblicazione su altri siti che abbiano, a loro volta, legittimi interessi commerciali o di “numeri” (dai quali ricavare soldi o fama remuneratrice).
Se invece la cosa segnalata può interessare davvero (al di là delle lecite intenzioni commerciali di chi invia qui dei comunicati) a me, a qualcuno dei miei Ospiti, o penso sia piacevole o utile per i lettori di afNews, la faccenda cambia radicalmente e non farà alcuna differenza che a inviare il comunicato sia un bambino o un editore blasonato: verrà pubblicata.

Se non sono stato abbastanza chiaro, scrivimi. Ma fa che ciò che scrivi sia Vero, Buono/Bello, Utile, intesi? Live long and prosper!