Annecy 2015: si profila un’edizione “storica” @annecyfestival

Si è da poco conclusa, a Parigi, la conferenza di presentazione del programma ufficiale della prossima edizione del Festival di Annecy: da domani sarà disponibile sul sito il dossier completo, ma nel frattempo siamo già in grado di fornire alcuni dati.

Anzitutto, dopo un paio di anni “sotto le tende”, il Festival tornerà nella sua vera casa al Bonlieu, ampliato e rinnovato.

299 sono stati i progetti ricevuti per le sessioni Pitch del MIFA: cifra record che aggiunge ulteriore lustro al trentennale del Mercato Internazionale del Film di Animazione. Ben presto sarà on line l’elenco dei 30 selezionati.

1021097-mifa2015

Premio Animation Personality of the year assegnato da MIFA e la rivista VarietyChris Meledandri, mentre CANAL J festeggerà i suoi primi 30 anni insieme al MIFA con un prestigioso party di apertura.

Temi portanti del Festival e del MIFA: le donne protagoniste del cinema di animazione e la Spagna!

Tre imperdibili appuntamenti: con Chris Meledandri, Genndy Tartakovsky e lo speciale dedicato all’animazione al femminile. Non solo: ad Annecy verrà annunciata la creazione dell’associazione  “Les femmes s’animent”, promossa da Corrine Kouper (Yellowbird) in sinergia con Woman in Animation.

1425633751796_0570x0385_1425633774973
“My Life as Zucchini” di Claude Barras

Ghiottissimo il panorama di Work-in-Progress e delle Proiezioni Speciali: dai film sui Peanuts e SpongeBob, alle ultime novità di “Adventure Time“; dal poetico “Ballerina” al bizzarro “My Life as Zucchini“; dai 40 minuti in anteprima del film tratto dalla serie di videogames Dofus agli “estratti” dai nuovi progetti Disney/PixarZootopia“e “The Good Dinosaur” (Le Voyage d’Arlo). E poi ancora: ‘Ghost in the shell”, Phantom Boy”, e “Inside/out” con il corto “Frozen Fever“. Per non parlare dell’ultimo lavoro di Mamoru Hosoda, “The Boy and the Beast”…

TheBoyandtheBeastPromo-600x375
“The Boy and the Beast”
phpThumb_generated_thumbnailjpg
“The Good Dinosaur”

Fra le altre novità il “Prix André Martin” assegnato ad un lungometraggio e a un corto prodotti nel 2014, promosso dal giornalista Francis Gavelle.

Lungometraggi in competizione:

“Tout en haut du monde” (Long Way North) di Rémi Chayé.

“Adama” di Simon Rouby (trionfatore nei Work in progress l’anno scorso)

11054833_1092714660744771_1237792184206462098_o

“Avril et le monde truqué” (April and the Twisted World) di Christian Desmares e Franck Ekinci (su disegni di Jacques Tardi)

une-capture-d-ecran-d-une-video-de-travail-d-un-monde-truque-de-jacques-10583653mrztf_2059

Sarusuberi – Miss Hokusai” di Keiichi Hara

“Sabogal” di Sergio Mejía e Juan José Lozano

“The Case of Hana & Alice” di Shunji Iwai

“Mune” di Alexandre Heboyan, Benoit Philippon

“Pos eso” (Possessed) di Samuel Ortí Martí

Fuori competizione, da citare almeno il tragicomico “Rocks in my Pocket” di Signe Baumane e il gioiellino ceco in stop motion “Little from the Fish Shop”.

Qui l’elenco completo.

Maggiori dettagli seguiranno, ma già così appare un programma da leccarsi i baffi!

homeAfficheANNECY2015