‘Miss Hokusai’ di Keiichi Hara a maggio in sala

74

Il  nuovo, atteso film d’animazione diretto dal regista giapponese Keiichi Hara (‘Colorful’) si intitola ‘Sarusuberi – Miss HOKUSAI‘, ed è basato sul manga omonimo di Hinako Sugiura.

tumblr_nfvm4fEYES1r3nqqmo1_1280

Il lungometraggio, di cui si era parlato all’ultimo Festival di Annecy e che è stato presentato in anteprima al recente Festival Internazionale di Tokyo, uscirà il 9 maggio nei cinema nipponici e verrà distribuito anche in Francia, Belgio, Lussemburgo, Irlanda, Inghilterra e Svizzera (noi, come al solito, ciccia).

e16d870803ff41c090b6eb50edd244fa

Tra le voci annunciate per il doppiaggio da segnalare, nei ‘panni’ di Katsushika Hokusai, il 52enne attore Yutaka Matsushige, già interprete del ‘GourmetGoro Inagashira nella versione live action per la tv del manga scritto da Masayuki Kusumi con i disegni del grande fumettista e illustratore Jiro Taniguchi. Una curiosità: come per le ultime opere dello Studio Ghibli, anche in questa occasione la scelta è stata di non utilizzare doppiatori professionisti, almeno per le voci dei protagonisti principali.

318

La storia narrata in ‘Miss Hokusai’ è quella di Oei, terzogenita del sommo pittore giapponese Hokusai, ovvero il ‘vecchio pazzo per la pittura’, e unica dei suoi figli a rimanergli accanto fino alla morte, contribuendo molto probabilmente alla stesura dei suoi ultimi lavori e producendo lei stessa alcuni pregevolissimi dipinti riscoperti soltanto molti decenni dopo quali espressione di una personalità e una sensibilità affatto autonome: un potenziale grande talento costretto all’anonimato per la schiacciante personalità e fama del genitore, ma soprattutto dalla società sessista della sua epoca che relegava le donne in ruoli subalterni e svilenti.

Mica come adesso, eh?

Sarusuberi è anche il nome giapponese della Lagerstroemia, o Mirto Crespo, un piccolo albero deciduo caratteristico dell’Asia che in estate è capace di generare fiori bellissimi.

(fonte: CrunchyRoll)