Ma che razza di fumetto è?!?

20mBD

I fumettisti si sono conquistati il proprio spazio letterario. E, man mano, si assestano in tutti i banchi possibili (tutti, cioé, proprio tutti, viste le possibilità narrative del fumetto). Non mancano, quindi, e da tempo, i fumetti su fatti di cronaca, su questioni storiche, su faccende irrisolte, gialli epocali e via così. Sì TAV e No TAV, Ustica, Berlusconi e Grillo, Afghanistan e Palestina, razzismo e antisemitismo, fascismo e comunismo, inquinamento, acqua pubblica, handicap, eutanasia, scandali, geopolitica… Di tutto, com’è giusto che sia. Una questione che tuttavia qualcuno pone è, come chiamare questo tipo di fumetto? Questione di lana caprina? Forse. Forse no. Perché, nella presentazione delle opere ai potenziali lettori, sarebbe doveroso chiarire cosa è finzione, frutto della fantasia (o fiction, se preferite), cosa è inchiesta giornalistica, cosa è reportage giornalistico, cosa è documentario, cosa è docu-fiction e via così, per non prendere in giro il lettore, o quanto meno per non favorire la confusione. Per dire, come andrebbe definito un fumetto che parli della questione (ipotetica) del rapporto tra la Stato e la Mafia (o tra Berlusconi e la Mafia, o tra Grillo e Casaleggio, o tra Andreotti e il Papa, o quel che volete voi), realizzato da un autore che, verso il lettore, si pone nella posizione di un giornalista ma non ha conoscenza diretta dei fatti? Fiction? Raccolta documentaria tramite fonti terze? Pamphlet prevenuto e preconcetto? E’ lecito spacciare ogni fumetto “impegnato” come fosse un’opera di Saviano (per citarne uno e sempre che si sappia che tipo di libro è Gomorra)? Il lettore potrebbe essere portato a credere al contenuto di un fumetto come si trattasse di una video ripresa giornalistica in diretta, mentre, magari, è solo una ricostruzione di fantasia, forse addirittura basata su preconcetti, personali e scarsamente documentati, dell’autore stesso.

Punti sul vivo? Stuzzicati? Bene. La questione non l’abbiamo posta noi agli autori, ma 20minutes, che li ha video intervistati in occasione del prossimo Festival International de la BD di Angoulême. Forse è il caso che andiate a sentire cosa dicono, per ragionarci su e, magari, agire di conseguenza: click qui.

Già che ci siamo offriamo anche, ai più nostalgici, un video d’epoca sul Festival di Angoulême: click qui.

Post pubblicato 3 anni fa da , lunedì 23 dicembre 2013 alle 8:45

Vuoi COMMENTARE?

Puoi farlo qui di seguito, ma prima leggi con attenzione le
Norme di Comportamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi commentare anche sui social:
Facebook, Google+ ecc.
e/o inviare direttamente alla redazione (redazione@afnews.info)
eventuali integrazioni importanti e altre cose utili.

Gli ultimi articoli pubblicati su afNews.info: li hai letti?

30 aprile 2017
Napoli Comicon: ecco perché Luca Boschi non c'è (più)
Napoli Comicon: ecco perché Luca Boschi non c’è (più)



March arriva in Italia
March arriva in Italia



StarCon 2017, tra scienza e fantascienza, con Cristopher Lloyd e...
StarCon 2017, tra scienza e fantascienza, con Cristopher Lloyd e…



Tutto Dragon Ball in un’edizione mai vista, in edicola
Tutto Dragon Ball in un’edizione mai vista, in edicola


29 aprile 2017
afNews, le immagini raccontano: Manga Award, Lou (Pixar), Cavandoli Bozzetto Tonin, Fumetti agé, Minimalismo a Fumetti, TAD, Disney 23 Expo, FCBD 2017, Tardi, March
afNews, le immagini raccontano: Manga Award, Lou (Pixar), Cavandoli Bozzetto Tonin, Fumetti agé, Minimalismo a Fumetti, TAD, Disney 23 Expo, FCBD 2017, Tardi, March



Chicche per fan di Valérian e Laureline
Chicche per fan di Valérian e Laureline



LEO BAXENDALE passed away
LEO BAXENDALE passed away


28 aprile 2017
Napoli: chi c'è (Pennac) e chi non c'è più (Boschi)
Napoli: chi c’è (Pennac) e chi non c’è più (Boschi)



Grossi problemi, al festival del fumetto?
Grossi problemi, al festival del fumetto?



I "cani" di Wes Anderson in arrivo per aprile del 2018
I “cani” di Wes Anderson in arrivo per aprile del 2018



Asta Heritage, di tutto un po'
Asta Heritage, di tutto un po’



“Il diavolo veste Uaar”: concorso per vignettisti, fumettisti e disegnatori
“Il diavolo veste Uaar”: concorso per vignettisti, fumettisti e disegnatori



Fumo di China 261, cammina, cammina!
Fumo di China 261, cammina, cammina!



Ecco il Fumetto al Salone Internazionale del Libro di Torino!
Ecco il Fumetto al Salone Internazionale del Libro di Torino!


27 aprile 2017
Oggi in edicola '7' nella sua nuova veste
Oggi in edicola ‘7’ nella sua nuova veste


E tutti gli altri? Click qui!