Lone Ranger galoppa ancora

lonerangerProtagonista di una lunga serie di sceneggiati radiofonici trasmessi negli Stati Uniti dai primi anni Trenta, Lone Ranger è stato ideato da Fran Striker, prolifico scrittore con famiglia numerosa, e pertanto sempre in cerca di lavoro e di meritato guadagno. Come altri eroi di carta (Tarzan, Zorro, Charlie Chan, ecc.) è arrivato nel mondo del fumetti sulla scia di un successo già consolidato. Il disegnatore Charles Flanders ne ha realizzato per anni le sue storie, ma soprattutto gli ha dato quell’immagine – cappellone, fazzoletto al collo, mascherina sugli occhi, pistola in mano e un cavallo bianco – che è tutt’ora il marchio loneranger3di fabbrica o il vestito buono di tutti i rudi uomini del West. Dietro il nome di Lone Ranger (divenuto in Italia di volta in volta il Cavaliere solitario, mascherato, misterioso, e così via) c’è il superstite di un gruppo di ranger massacrati da spietati fuorilegge. Si è salvato grazie all’aiuto di un pellerossa, Tonto, che diverrà il suo fedele compagno di tante avventure. Forse è esagerato, ma sembra che all’inizio il successo di questo fumetto fu favorito dalla popolarità che il nome Tonto assunse fra i ragazzi italiani, che scoprirono ben presto che l’indiano era tutt’altro che … tonto. La serie radiofonica prima e quella a fumetti poi ebbero diverse versioni cinematografiche. Già nel 1938 e nel 1939 i registi William Witney e John English realizzarono due serial di 15 episodi ciascuno,loneranger2 interpretati da un vero capo indiano, Chief Thunder Cloud, nel ruolo di Tonto e da due attori in fondo modesti in quello del protagonista. Tra il 1949 e il 1956 la rete tv americana ABC ha girato 182 telefilm con Clayton Moore e Jay Silverheels, poi protagonisti nel 1955 e nel 1958 di due film (Il Cavaliere senza volto e Il Cavaliere azzurro nella città dell’oro). Dopo un ennesimo, modesto tentativo nel 1981 con La leggenda di Lone Ranger, questo eroe del western disegnato (e non solo) sta per tornare sugli schermi in un film (semplicemente intitolato Lone Ranger) prodotto dalla Walt Disney, diretto da Gore Verbinski e interpretato da Johnny Depp e Annie Hammett, perché di questi tempi una bella donna ci vuole sempre. La storia è quella classica, l’intreccio è tipicamente western, la sua pistola spara proiettili d’argento, nè mancherà un risvolto sentimentale, e il risultato si spera migliore di quello dell’Uomo d’acciaio, ennesima replica della storia eterna di Superman. (Carlo Scaringi).

LoneRanger0