La Filosofia di Topolino

FilosofiaTopolinoIl saggio pubblicato da Guanda non è ancora nelle nostre mani, essendo uscito solo il 21 marzo scorso, per cui non possiamo recensirlo né bene né male, ma lo segnaliamo per la sua particolarità. Disponibile in versione cartacea e digitale, firmato da Giulio Giorello con Ilaria Cozzaglio, ecco come lo presenta l’editore: “Il Novecento – secolo dei totalitarismi, ma anche delle più rivoluzionarie scoperte della scienza, dalla relatività di Einstein alla doppia elica del DNA – ha avuto il suo filosofo più provocatorio in un Topo che, per spregiudicatezza nell’attraversare i confini delle discipline e mettere in discussione la costellazione delle certezze stabilite, non ha nulla da invidiare a Russell, Popper o Heidegger. Mickey Mouse (Topolino per noi) ha vissuto le più bizzarre avventure e affrontato quesiti come la terribile libertà del “quarto potere”, gli ambigui prodigi della scienza asservita alla guerra, l’impossibilità della giustizia e la difficoltà di trattare con le culture “altre”, per non dire delle sfumate regioni del mito o dell’aldilà. Altro che Topolino tutto legge e ordine, aiutante della polizia! È invece un ribelle capace di battersi contro ogni forma di prevaricazione, anche se l’esito non è sempre la vittoria. Quello che Walt Disney e i suoi collaboratori ci consegnano alla fine di ogni episodio è un Topo sempre più dubbioso sulla natura dell’universo e il complesso mondo di “uomini e topi”. Ma proprio per questo continua ad affascinare, perché la ricerca, come l’avventura, non ha fine.”
Naturalmente i più scafati fra di voi, oltre ad aver attribuito il disegno di copertina a un noto autore italiano, avranno notato che la frase “Quello che Walt Disney e i suoi collaboratori ci consegnano…” è da intendersi come “Quello che l’azienda titolare dei diritti sui personaggi, la Walt Disney co., e i suoi collaboratori, cioè i suoi autori, i veri responsabili delle personalità (varie, anche perché legate alle scelte narrative di ogni singolo autore, pur lavorando sullo stesso schema di base) di Topolino ci consegnano…”, altrimenti avrebbe davvero poco senso. Di seguito i consueti link per comprare il libro, nelle due versioni, con un poco di sconto.