Fumetti in aumento su App Store e su Android Market

ComixologyAndroidSolo un po’ di anni fa, ricordo, mi si guardava con un velo di commiserazione, quando facevo vedere dei fumetti sul mio primitivo smartphone (e, forse, nemmeno si chiamava ancora così), e mi si sciorinava il verdetto, definitivo e senza appello, “la carta non verrà mai sostituita dal digitale!”, amen. Oggi tali certezze scricchiolano non poco, tanto da suscitare, negli USA, timori persino per la sopravvivenza dei comic book shop (o fumetterie, che dir si voglia). L’elenco degli editori, dei distributori, delle agenzie e degli autori che si stanno trasferendo (in toto o in parte) sui supporti digitali, è in continuo aumento. Emergono con forza, contestualmente, anche i relativi problemi legali, sindacali e di diritti di autore naturalmente. E la questione, semmai, è chi si prenderà la fetta più consistente di mercato, l’App Store della Apple, coi suoi vincoli, o l’Android Market, open source style, con la sua elasticità? Bel quesito cui non ci azzardiamo certo a rispondere con fallaci pronostici: per quel che se ne sa, il mercato potrebbe presentare anche altre imprevedibili presenze. Intanto potete farvene un’idea, visitandone i siti e utilizzando i loro motori di ricerca interna, per vedere cosa passa il convento al momento, dove trovate più facilmente ciò che cercate, che tipo di offerte si trovano, usando le consuete chiavi: comics, fumetti, DC Comics, Marvel ecc. Comixology, col suo bel catalogo, è saltato fuori subito, su ambedue le piattaforme: ottima strategia. Idem dicasi per la Bibbia a fumetti, ma per questo non c’erano dubbi. Per il resto, buon divertimento!