Antologie di fumetti per giovani lettori

toontreasures Dalle colonne di afNews.info si è spesso auspicato il ritorno in Italia di pubblicazioni a fumetti dedicate a lettori più piccoli, pubblicazioni che ormai sono sparite da edicole e librerie e che sarebbero necessarie a formare una base di lettori che consenta al fumetto di continuare ad esistere. Ebbene, sembra che questa preoccupazione esista anche negli Stati Uniti, se è vero che a pochi mesi di distanza l’uno dall’altro sono stati pubblicati due libri molto simili tra loro che presentano selezioni di storie a fumetti del passato destinate a giovani lettori. In ordine temporale di uscita, il primo è stato The Toon Treasury of Classic Children’s Comics [click qui per leggerne alcune pagine. NdR], edito da Abrams Comicarts; curato da Art Spiegelman (il celebre autore di Maus) e dalla moglie Françoise Mouly, contiene un’ampia scelta di storie apparse per la prima volta tra il 1939 ed il 1965 divise in cinque tematiche (Hey, Kids!, Funny Animals, Fantasyland, Storytime e Weird and Wacky) e realizzate da alcuni dei nomi più famosi del comicdom americano e mondiale: Carl Barks, Jim Davis, Jules Feiffer, Milt Gross, Walt Kelly,   Harvey Kurtzman, Sheldon Mayer, John Stanley, per nominarne solo alcuni; ed anche tra i personaggi che appaiono nelle storie ve ne sono alcuni tra i più conosciuti: Little Archie, Dennis KKKKK_Cover_3D_LR_450the Menace, Donald Duck, Little Lulu, Melvin Monster, Pogo, Uncle Scrooge, oltre a molti altri ed a storie non appartenenti a serie con personaggi fissi. Il secondo libro è The Golden Collection of Klassic Krazy Kool Kids Komics, edito da IDW; anche in questo caso il curatore è un personaggio ben noto del fumetto (e non solo) americano, Craig Yoe, il periodo preso in esame è più o meno lo stesso del libro precedente (tranne che per una storia), ed il libro presenta una selezione di storie a fumetti realizzate da autori famosi, alcuni dei quali già presenti nel Toon Treasury, ai quali si aggiungono nomi del calibro di Steve Ditko, Frank Frazetta, Jack Kirby. Anche qui le storie sono suddivise in tematiche diverse, ed i personaggi presenti sono meno famosi di quelli presenti nel primo, ma ci sono un paio di chicche: viene pubblicata una storia di Barks non Disney ma di Barney Bear e Benny Burro, altrimenti ormai rimediabile (e neanche tanto facilmente) in bianco e nero ed in pessima qualità nel Barks Bear Book (click qui ma anche qui); e soprattutto il libro si apre con quello che nell’introduzione dello stesso viene presentato come il primo comic book americano prodotto espressamente per ragazzi, The Adventures of Mr. Tom Plump, pubblicato per la prima volta intorno al 1850 (la storia “fuori periodo” alla quale si accennava in precedenza). Entrambi i libri, BarksBearBook nelle loro introduzioni, si presentano come destinati sia ai ragazzi per fargli conoscere storie e personaggi scritti espressamente per loro, sia agli adulti per fargli rivivere emozioni e sensazioni vissute in gioventù; in realtà entrambi i libri, anche “grazie” al loro formato (tutti e due fanno la loro bella figura in libreria) sembrano destinati ad un pubblico di amanti e studiosi del fumetto, più che ai bambini ed ai ragazzi di oggi; in entrambi i casi, la realizzazione è ben riuscita (Toon Treasury presenta in più rispetto a Kids Komics le biografie degli autori delle storie), e la lettura è piacevole e divertente. Michael Barrier, studioso del fumetto e dell’animazione ed autore dell’apprezzata biografia su Walt Disney recentemente pubblicata anche in lingua italiana da Tunué, che ha collaborato con i curatori del Toon Treasury, ha confrontato i due libri tra loro e ne ha scritto sul suo sito internet (click qui). [Articolo di Alessandro Cella]