click qui

Vittorini: Fumetto, Cultura e Politica

StancanelliVittoriniPolitecnicoFumetti Elio Vittorini portò i fumetti nella rivista Il Politecnico. Siamo nell’immediato dopoguerra e l’operazione culturale di Vittorini fu tutt’altro che facile o scontata.  Ma questa di oggi è un’Italia dalla memoria scarsa, che ha dato per scontate tante, troppe cose e rischia di doverle apprezzare solo dopo averle perdute, quando sono da riconquistare da capo. politecnicoMa, tornando a Vittorini, l’anno scorso Annalisa Stancanelli (insegnante e giornalista) ha pubblicato per Bonanno Editore il volume Vittorini e i balloons – I fumetti del “Politecnico”, nel quale l’autrice ha cercato di raccontare la storia di quei fumetti e delle motivazioni che hanno portato un’esponente della cultura italiana a proporli, coerentemente, in una rivista di Politica (quella Alta) e Cultura (quella Alta). Torniamo su questo volume perché è arrivato negli USA, all’Italian American Museum di New York, come potete leggere facendo click qui. Con l’occasione vi proponiamo anche una intervista all’autrice del saggio: click qui.
The following two tabs change content below.
afNewsInfo
afNews è attiva dal 1995 sotto varie forme fino a quella attuale (ISSN 1971-1824). In redazione (quella fisica): EX l'extrazucca, i BABs e Gianfranco. Click qui per saperne (molto) di più. Se desideri mostrare la tua riconoscenza per il lavoro che svolge, gratis, per i lettori di afNews, puoi fare un piccolo regalo dalla sua lista dei desideri: click qui per vederla.
afNewsInfo

Ultimi post di afNewsInfo (vedi tutti)

Commenti

Puoi commentare qui questo post (secondo quando indicato nelle Norme di Comportamento - da leggere - click qui), oppure su FaceBook (nel caso il modulo qui non funzionasse per qualche motivo tecnico): facebook.com/afnews.info Se hai qualcosa di utile da condividere con gli altri, puoi anche mandarlo in redazione: redazione@afnews.info
Cerchi qualsivoglia cosa, ma scontata, dai fumetti alla tecnologia? Scrivila qui sotto, click e divertiti!

Oh, magic hour, when a child first knows she can read printed words. — Betty Smith, A Tree Grows in Brooklyn