Fahrenheit 451: il fumetto autorizzato da Bradbury

Fahrenheit 451, il bellissimo libro del 1953 di Ray Bradbury (ispiratogli, quando aveva quindici anni, dalla visione dei roghi di libri fatti dai nazisti), ebbe una rivisitazione filmica nel 1966, altrettanto affascinante per quanto naturalmente in parte diversa dal libro, grazie al regista francese Francois Truffaut. Ora c’è una versione a fumetti, una nuova interpretazione dell’originale, anch’essa gradita all’autore (noto per essere un appassionato lettore di letteratura disegnata, fin dai tempi di Buck Rogers), realizzata da Tim Hamilton. Potete saperne di più leggendo l’articolo qui di seguito, nel quale troverete anche alcune tavole in anteprima. Per acquistare il libro potete fare click sulla copertina qui accanto, a sinistra.

“Reimagining ‘Fahrenheit 451’ As A Graphic Novel. When Ray Bradbury was 15 years old, he saw images of books being burned in Hitler’s Germany. “It killed my heart and killed my soul,” he says, “and the memory of Hitler burning the books caused me to sit down and write Fahrenheit 451.” Bradbury’s novel imagines a future where firemen don’t put out fires but, rather, set them in order to destroy books. It is the story of one fireman, Montag, who meets a strange young girl named Clarisse and …” Full article: click here.

Una risposta a “Fahrenheit 451: il fumetto autorizzato da Bradbury”

I commenti sono chiusi.