Gli scomparsi della città dorata

L´Impero Britannico, sul quale non tramonta mai il sole, è in piena espansione. Alexander Martin, giovane agente politico idealista e sicuro di sé, sbarca a Bombay, la “Città dorata”, dove una manciata di uomini bianchi, i sahib, controllano una popolazione proveniente da tutte le province indiane. Ben presto però, a uno a uno alcuni tra i sahib più ricchi della colonia cominciano a scomparire senza lasciare nessuna traccia, nessuna spiegazione. L´onnipotente Compagnia delle Indie decide di trovare un responsabile per calmare le acque. Quando Alexander rifiuta di accusare un innocente, lui stesso diventa un personaggio scomodo…” Così Planeta DeAgostini ha presentato giorni fa il primo albo della serie Raj, di Conrad e Wilbur, avventura per ragazzi (che piacerà probabilmente ai nostalgici della rivista Tintin e ai giovani che apprezzino la linea chiara unita al racconto avventuroso, esotico e poliziesco) che, in arrivo dall’immane catalogo francese di Dargaud (che potete “agganciare” facendo click sull’immagine qui accanto) nel quale è già al terzo volume, va ad aggiungersi al catalogo in lingua italiana (più o meno corretta, almeno in passato…) che, se fosse supportato da un settimanale per ragazzi dove proporre le pre-pubblicazioni, potrebbe forse offrire finalmente un panorama interessante e sufficientemente variegato per i nostri giovanissimi lettori (che non frequentano un granché le fumetterie per svariati motivi). Ma il discorso è ancora complesso e acerbo. Intanto prendiamo quel che arriva.

Raj by Conrad and Wilbur comes to Italy from France via Planeta DeAgostini.