Giorgio Ambrosoli, quando l’onestà costa la vita

“Giorgio Ambrosoli, liquidatore della Banca Privata di Sindona fu assassinato l’11 luglio del 1979. Oggi il suo ricordo costituisce per tutti un elemento di necessaria riflessione proprio mentre si tenta di ripensare, dopo la crisi globale, la finanza e l’economia. Pagando, da vero democratico, con la sua vita la fedeltà allo Stato, rappresenta un esempio concreto di etica della responsabilità che, nettamente, contrasta con il qualunquismo e la vuota retorica così presenti anche nelle più alte sfere della società di oggi…” Articolo completo: click qui.

Scrivi il tuo bel Commento, dai! Ma PRIMA leggi qui: http://www.afnews.info/wordpress/help/norme-di-comportamento-su-afnews/

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.