La storia di Rita Atria diventerà un cartoon

Uno dei tre progetti finalisti di questa edizione del Pitch Me! al Festival Cartoons on the Bay si chiama “Paolo e Rita ed è tratto da una struggente graphic novel di Silvestro Nicolaci, “La favola di Palermo“(ed. Scuola del Fumetto). Ispirato alla tragica vicenda di Rita Atria, la “figlia di mafia” suicidatasi dopo l’assassinio del magistrato Paolo Borsellino, che l’aveva convinta a testimoniare contro la propria stessa famiglia. Nel fumetto Rita è molto più giovane, e il mondo in cui vive sembra prigioniero di una magia nera che le persone si autoinfliggono, suggestionati dalla strega Mafiosa contro la quale cerca alleati il laconico Paolo (Borsellino) trasfigurato dal punto di vista della bambina in una grande sigaretta fumante. Una sorta di Alice in un Paese (Palermo, la Sicilia, l’Italia) da cui le pozioni di Ignoranza e Omertà hanno cancellato ogni meraviglia. Il Monte Pellegrino, simbolo della città, è un gigantesco cane addormentato che attende invano il risveglio delle coscienze: saranno forse il sacrificio di un uomo giusto e la rabbia di una ragazza ribelle a realizzare la profezia? Il film animato è stato ideato e presentato da Antonino Pirrotta e Giampiero Randazzo, ovvero la Grafimated Cartoons di Palermo, i quali definiscono il finale “ottimista” perchè la forza dei due personaggi riesce a spezzare la catena di silenzio e complicità su cui si basa da sempre la malavita organizzata. Il problema è che entrambi nella realtà sono morti, e la mafia continua a vivere su paure e connivenze: cosa resta della loro eredità? L’esempio. La memoria. C’è bisogno di tante altre opere come questa, forse anche più dirette e “scomode”, per sfruttare la potenzialità espressiva del cinema d’animazione e preservare il ricordo di chi non ha voluto chinare la testa ed ha saputo reagire al male anche a costo della vita. Il Pitch Me! ha premiato un altro progetto prediligendone (coerentemente) la miglior efficacia commerciale, ma forse in questo caso sarebbe stato più coraggioso dare una spinta a Paolo e Rita, aiutandoli nel loro difficile viaggio attraverso il Regno del Silenzio.

Scrivi il tuo bel Commento, dai!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.