Comitato Centenario: insediato a Lucca, sede a Milano
foto Gianluca Testa su Lo Schermo - clickGianluca Testa ha partecipato all'insediamento del Comitato nazionale per le celebrazioni dei 100 anni del fumetto italiano, in quel di Lucca, e ce ne offre resconto dettagliato e reportage fotografico. Qui ci limitiamo a notare che Gianni Bono (boss della Epierre), che pareva essere uscito dalla finestra di Lucca (come ricorderete, quando venne sostituito alla guida del Museo del Fumetto di Lucca), rientra dal grande portone del Comitato che si è inventato con acume e prontezza. Attorno a questo progetto ha raccolto una notevole quantità di nomi e adesioni di rilievo (come peraltro già fece, ricorderete, quando diede corpo al Museo di Lucca): li trovate tutti elencati in coda all'articolo di Gianluca Testa su Lo Schermo. Spicca, ovviamente, quello del Presidente Onorario del Comitato, Umberto Eco, che però, come gli altri, non era presente all'insediamento. C'era, invece, il sottosegretario Marcucci che ha dovuto spiegare come mai i 100.000 euro promessi siano già diventati solo 84.000. Peraltro è ancora presto per capire, concretamente, per cosa verranno usati, questi soldi che lo Stato Italiano, tramite il Ministero dei Beni Culturali, ha offerto e che "con questo insediamento ... ha istituzionalizzato il centenario del fumetto italiano riconoscendo questa forma espressiva come patrimonio importante per il nostro Paese". Una cosa è in evidenza: nel Museo foto Gianluca Testa - clickdel Fumetto di Lucca, con questi soldi, si dovrebbe fare il Centro Nazionale di Documentazione sul Fumetto. Cosa sia in concreto non ci è dato sapere, per ora. Si vedrà. Da notare anche che la sede legale del Comitato non è a Lucca, ma a Milano, forse in omaggio a Bono, che ha avuto il merito di avviare questo percorso. Ma questo Comitato Nazionale quanto è davvero "nazionale"? Per ora di certo c'è che Lucca ospita l'insediamento e il Centro da costituire, che Milano è sede legale del Comitato, che la prima riunione del Comitato si farà a Lucca Comics (dove dovrebbe dare concretezza ai punti espressi da Bono: "la promozione culturale, lo studio e la ricerca, la conservazione del patrimonio e la formazione") e che altre riunioni potrebbero, forse, essere tenute in concomitanza di altrettante manifestazioni fieristiche italiane. Il timore di una egemonizzazione del Comitato rispetto a ogni sorta di iniziativa finanziata con denaro dello Stato è ovviamente sempre presente, così come quello che il tutto si concentri di fatto a Lucca, nella buona sostanza, lasciando all'aggettivo "nazionale" solo la qualificazione di "ente che percepisce contributi dallo Stato Italiano" e non quella di "entità super partes che opera costantemente a livello nazionale e decentrato". La caratterizzazione in questa fase è naturalmente stata espressa dal comitato promotore, guidato da Bono. Ora che il Comitato Nazionale è insediato, dovrebbe essere il suo Presidente Onorario, Umberto Eco, a garantire una linea, un carattere effettivamente nazionale e non provinciale o ristretto. Una prima veloce foto Gianluca Testa - clickanalisi dei tanti nomi e degli enti citati come componenti del Comitato Nazionale (ma saranno poi attivi a tutti gli effetti, o, come spesso accade in Italia, si tratta di figure retoriche, di semplici etichette?) evidenzia una corposa presenza di Istituzioni pubbliche toscane, una dell'Abruzzo, il mondo degli editori (Disney, Motta, Max Bunker, Panini, la RAI), svariate Università, l'associazione Hamelin e una quantità di studiosi. Manca, come purtroppo facilmente prevedibile, una rappresentaza istituzionalizzata degli autori di fumetti (non che non ci siano alcuni autori di fumetti in coda, nella sezione "altri componenti", ma a carattere individuale e non in rappresentanza della categoria: intravediamo, tralasciando quelli che sono anche editori o dirigenti di case editrici, Alfredo Castelli e Carlo Chendi). Insomma, è presto per dire se il Comitato potrà davvero comportarsi da Comitato Nazionale (operando attivamente e concretamente per e in ogni regione d'Italia) o no. Staremo a vedere. Tutti i dettagli e ulteriori approfondimenti li trovate nell'articolo di Gianluca Testa dal quale abbiamo ricavato questa veloce sintesi: click qui.

Articolo di afnews (se non altrimenti indicato) - Giovedì, 10/4/2008
© copyright afNews/Goria/Autore - http://www.afnews.info ISSN 1971-1824 - cod-Notizie

Andate su www.afnews.info per leggere le altre notizie, vedere altre immagini, altri video e disegni, accedere agli archivi, ai servizi ecc. e fruire di tutte le novità che si trovano nella homepage di afNews.
Volete ricevere queste notizie via eMail, come Newsletter gratuita? Fate click qui! Quindi compilate il semplicissimo modulo: 1- inserite il vostro indirizzo eMail al quale volete ricevere la newsletter, 2- inserite il codice di controllo che trovate nel modulo - la consueta serie di lettere antispam, 3- fate click su "Complete Subscription Request" e 4- ricordate di rispondere al messaggio di verifica che FeedBurner vi invierà per posta elettronica. Se non rispondete al messaggio di verifica, l'abbonamento alla newsletter non verrà attivato: quindi... occhio!
Oppure, per ricevere le notizie in vari altri modi, fate click qui per sapere come fare.
Se volete inserire le afNews in un vostro sito o blog, tramite gadget, widget, RSS-XML ecc., fate click qui per sapere come fare.