giovedì 30 aprile 2009

Lucca: E lucean le stelle... al Museo
Di fatto ha tutte le caratteristiche per essere presentato come un grande evento. Senz'altro riconosciamo che con la mostra "E lucean le stelle… Viaggio per immagini e fumetti dal macrocosmo di Galilei al microcosmo di Einstein" (dal 2 maggio al 31 dicembre 2009), il Museo del fumetto di Lucca ha fatto un gran passo in avanti. Almeno per quel che riguarda l'allestimento: tavole, litografie storiche e albi originali si mescolano a figure tridimensionali in cartapesta e strumenti tecnologici e interattivi. Insomma, la mostra è di quelle che suscita curiosità. Anche perché alla parte espositiva (solo 4 sezioni su 7 sono ora visitabili; per le altre sarà necessario aspettare settembre) si unisce la pubblicazione di due volumi, Uno dei quali, edito dal Museo e da Settegiorni Editore, è già stato presentato. Si tratta di "Verso Selene - Il romanzo dell'uomo sulla luna, dall'immaginario alla scienza" (Pier Luigi Gaspa, 16 euro). Il secondo volume conterrà una storia inedita a fumetti, ancora una volta incentrata sul tema della scienza. La sceneggiatura è del direttore del Muf, Angelo Nencetti. A disegnarla sono Sergio Toppi, Gradimir Smudja e Giorgio Cavazzano. Che per la mostra ha realizzato anche Galileo Lucensis, personaggio in stile Disney il cui ruolo è quello di accompagnare i visitatori lungo tutto il percorso della mostra. Questi due volumi (assieme ad altri titoli di cui ancora non si sa nulla) saranno poi distribuiti gratuitamente in formato digitale alle scuole italiane. Un'iniziativa ministeriale di cui si è parlato anche in passato ma che non è stata ancora istituzionalizzata. Infine, per l'occasione, il Museo di Lucca apre al pubblico uno nuova area esterna: il capannone di una ex Caserma si trasforma così in area espositiva, aggiungendo di fatto 680 metri quadri di superficie. Per saperne di più sui contenuti della mostra, sui libri a fumetti inseriti fra i libri di testo scolastici e sui nuovi spazi del Museo di Lucca, vi rimandiamo al quotidiano LoSchermo, dove osno stati pubblicati un articolo di commento e il comunicato stampa integrale. Poi, sul blog inFumo, in un unico post è possibile accedere alla galleria fotografica della conferenza stampa e a una piccola video intervista ad Angelo Nencetti, che presenta la mostra.

Etichette: ,


Elisa Penna passed away
Elisa Penna in una caricatura di Luciano Milano - clickElisa Penna, notissima per la sua lunghissima collaborazione con Topolino e la Disney italiana, si è spenta questa notte. Non abbiamo ancora ulteriori informazioni. Era nata a Cusano Milanino nel 1930. In Mondadori dal 1959, entrò nella redazione di Topolino nel 1962. Il suo nome, tra il resto, è rimasto legato alla creazione del personaggio Paperinik. Potete leggere un ricordo di Elisa Penna nel blog di Luca Boschi, facendo click qui.

Elisa Penna, wellknown in the Disney world, passed away this night.

Etichette:


Una mappa dei Festival del Fumetto in Italia
Per ora prendiamolo come un piccolo test. In fondo alla colonna di destra della homepage di afNews trovate una piccola mappa (dinamica e ingrandibile) che mostra i festival e le mostre mercato del fumetto in Italia, sulla base delle segnalazioni archiviate nella nostra Agenda del Fumetto. Si tratta semplicemente di una applicazione di Google Maps che chiunque può creare per proprio conto con facilità (e molta pazienza). Se la ingrandite, trovate anche (in alto a destra) l'opzione "Link" che vi consente di prelevare un breve script per inserire la mappa nel vostro sito, se vi va. Potete effettuare ulteriori ricerche di dettaglio (alberghi, fumetterie, percorsi ecc.) con le normali funzioni di Google Maps. Se siete già utenti di Google, potete salvarla tra le vostre mappe. Può essere interessante, anche se per ora è incompleta, parziale e in progress (segnalateci, come sempre, festival e mostre mercato mancanti: redazione@afnews.info), notare a colpo d'occhio la collocazione geografica dei festival nel nostro Paese. L'immagine complessiva può stimolare pensieri e ragionamenti: perché lì non ce ne sono? Perché là che ne sono così tante?... Fate click sull'immagine qui accanto per accedere direttamente alla versione grande.

Just a test: a map of the Italian comics festivals. Click the image.

Etichette:


Perche' ho ucciso Pierre in mostra a Latina
Riceviamo: "Alfred, disegnatore di Perché ho ucciso Pierre, un nuovo graphic novel premiato dal pubblico francese come miglior fumetto al Festival di Angouleme 2007, è il protagonista con i suoi disegni della VI edizione di Made in china, la rassegna dedicata agli artisti che utilizzano questo strumento per disegnare, in mostra al centro commerciale Latina Fiori, dal 27 aprile al 3 maggio. Perché ho ucciso Pierre è un romanzo autobiografico sulla vita dello sceneggiatore, Olivier Ka, che solo da adulto riesce ad affrontare l'episodio più drammatico della sua vita: un abuso da parte di un prete e la perdita di fiducia in una persona che riteneva la più importante della sua vita. Olivier era un ragazzo cresciuto in un ambiente hippie permissivo e libertario, abituato alla nudità degli adulti. A 12 anni, durante una vacanza estiva, Pierre, un prete del quale era diventato grande amico, approfitterà della fiducia conquistata e costringerà Olivier a toccare il suo corpo senza apparente violenza. Questo evento segnerà per sempre la vita del ragazzo e crescendo, Olivier cercherà di uccidere metaforicamente Pierre, fino al giorno del loro nuovo incontro... Una storia dolce e terribile allo stesso tempo, veritiera al punto da avvertire, sin dalle prime pagine, un senso di pressione incombente. La mostra ripercorre tutte le vicende più importanti raccontate nel libro: dall’infanzia passata con i genitori, alla conoscenza con Pierre, all'arrivo di loro misterioso amico e soprattutto il percorso di metabolizzazione della violenza subita. Premi di Perché ho ucciso Pierre: - Premio del pubblico ad Angouleme 2007 - Prix essential ad Angouleme 2007."

Etichette:


Concorso per allievi di scuole di fumetto e artistiche
Disegno di DanyIn occasione dell'anno dedicato al fumetto belga (2009) l'Ufficio Belga per il Turismo Bruxelles - Vallonia, il CTS ( Centro Turistico Studentesco e Giovanile ), la Brussels Airlines e l'Associazione italiana professionisti del fumetto Anonima Fumetti (responsabile per gli aspetti scientifici), indicono il premio artistico dedicato ai personaggi tipici del fumetto belga Il Fumetto Belga per Bambini e Ragazzi. L'obiettivo è far conoscere meglio la produzione fumettistica del Belgio, stimolando nel contempo, la produzione di fumetti per bambini e ragazzi in Italia. Il Premio è riservato agli allievi di Scuole di Fumetto e di Scuole e Accademie d'Arte e di grafica in Italia, quali licei artistici, Accademie di Belle Arti, di ogni ordine e grado. Il Premio vuole stimolare la crescita di nuove leve di autori di fumetto invitando i giovani autori a impegnarsi nelle tematiche per bambini e ragazzi in Italia e sono dunque esclusi i professionisti del settore. La partecipazione al Premio è gratuita. Scuole e allievi possono trovare tutti i dettagli, i moduli di iscrizione, consigli, il premio per i vincitori e il regolamento del Premio qui: www.anonimafumetti.org/premiobelgio2009

Etichette: ,


Jonah Martini in mostra a Bergamo
Riceviamo: "Sabato 2 Maggio dalle ore 16,00 Alex Crippa (sceneggiatore) ed Alfio Buscaglia (disegnatore) inaugureranno la mostra di tavole originali sul loro personaggio JONAH MARTINI, presso la fumetteria ComiXrevolution di Bergamo in Galleria Fanzago, 19 (vicino alla stazione), con ingresso gratuito con durata fino al 30 Maggio. Durante l'incontro sarà presente anche Michele Foschini rappresentante delle casa editrice ReNoir che illustrerà le novità editoriali. I partecipanti più fortunati, dopo l'inaugurazione, potranno impossessarsi di una stampa inedita ed in tiratura limitatissima e numerta di Jonah Martini, firmata da Alfio Buscaglia. Ma le sorprese non finiscono... infatti a oltre ad eserci una sessione di firme e disegni, ed uno sconto del 10% su tutto il catalogo ReNoir presente in negozio, ai partecipanti verrà comsegnato un fumetto omaggio by ReNoir." Click qui per la locandina.

Etichette: ,


mercoledì 29 aprile 2009

MoisEditoriale - Associazioni mentali
Abu-Leghraib
Oggi va così. Prima mi sono capitate sotto gli occhi le immagini delle terribili torture di Abu Ghraib, che stanno venendo a galla grazie alla politica di trasparenza dell'amministrazione Obama e subito dopo, a poche pagine di distanza, mi è arrivato fra capo e collo un articolo sul ritorno delle ronde. Roba diversissima, nevvero? Un oceano di distanza e un abisso di diversità fra un contesto e l'altro... Eppure... eppure, con quella sottile, repentina, bizzosa anarchia con cui talvolta i neuroni si scambiano elettrochimiche bizzarrie, mi è scaturita la vignetta che potete vedere cliccando qua a lato. Sicuramente si tratta solo di una bislacca associazione mentale e le future, benemeritissime ronde padano-leghiste non saranno foriere degli stessi atteggiamenti e della stessa mentalità che hanno permesso Abu-Ghraib, vero? Vero?
Il MoisEditoriale di oggi si ispira a questa notizia e a quest' altra notizia . By Moise

Etichette: ,


Napoli Comicon: il bilancio di Luca Boschi
Napoli Comicon è ormai concluso. Quindi è tempo di bilanci. A parlare, a caldo, è il direttore artistico del salone internazionale del fumetto, Luca Boschi. Il noto critico è stato intervistato da Exibart. Nel corso della conversazione, Boschi ha sottolineato il ruolo culturale di Napoli e la risposta inaspettata da parte del pubblico. Talmente numeroso da costringere alla chiusura temporanea Castel Sant'Elmo. "Il primo dato da evidenziare, assolutamente positivo, è l'abbassamento dell'età dei visitatori" ha spiegato. Per leggere l'intervista integrale fare click qui o sull'immagine.

Etichette: ,


Umberto Eco entra nel CICAP
Umberto Eco (molto amato dagli appassionati di fumetto per la sua opera a favore della letteratura disegnata) diventa membro onorario del CICAP (benemerita organizzazione che festeggia il proprio ventennale) a fianco di Carlo Rubbia e Rita Levi Montalcini. Ecco il suo discorso d'ingresso: "Ritengo che l'attività del CICAP sia un atto civile e morale necessario. Purtroppo come tutti gli atti civili e morali necessari, cioè predicare il bene, la non violenza... è una gran perdita di tempo, è destinato alla sconfitta perché c'è il male nel mondo e così via. Allora bisogna smettere? No, perché anche a rischio di essere retorico, la verità, la giustizia vanno sempre proclamate e sfortunati quei paesi in cui facendo male non c'è neanche qualcuno che dice che è male farlo. Però credo che una funzione si possa avere: non di convincere il credulo, ma almeno di indurre le sedi responsabili, i quotidiani, i settimanali, la Rai di non incrementare la credulità e di non favorire quelli che io chiamo i mercanti dell'assoluto, coloro cioè che sulla credulità ci campano. Questo non risolve, non risolverebbe, non risolverà completamente il problema ma almeno può mantenerlo entro dei limiti. Voglio dire, alla fine il credulo vuole essere credulo: continui, è suo diritto sancito da tutte le costituzioni ma almeno non si dirà che c'è qualcuno che per fare audience e per fare copie specula sulla sua credulità". Per la cronaca, anche Umberto Veronesi, medico, chirurgo e Senatore della Repubblica, noto in tutto il mondo per le sue ricerche sul cancro, è recentemente entrato nel CICAP come nuovo Garante Scientifico. Info: http://www.cicap.org/ - www.cicap.org/20anni/

Venezia premia la Pixar
Photo by John Mueller - CCA 2.5 - clickIn occasione della 66. Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia, dal 2 al 12 settembre, verrà consegnato a John Lasseter, lo 'chef' del fenomeno Pixar, il Leone d'oro alla carriera. Lo stesso riconoscimento era già stato conferito al suo amico Myiazaki Hayao, ma la particolarità questa volta sta nella celebrazione anche degli altri registi della Disney/Pixar, giustamente riconosciuti quali co-artefici del successo della 'Casa della lampada'. Brad Bird, Pete Docter, Andrew Stanton e Lee Unkrich saranno al fianco di Lasseter a Venezia non solo in occasione della cerimonia di premiazione ma anche per un attesissimo workshop rivolto ai giovani animatori italiani ed europei (fonte: www.primaonline.it ).

John Lasseter, the chief of Pixar/Disney, will be awarded with his staff of directors at the next Festival of Venice (2-12 september 2009).

Etichette: ,


Scoperta la grave malattia di Tintin?
© 2004 Canadian Medical Association - clickIl "nato vecchio" che ringiovanisce col passare degli anni, protagonista del breve racconto di Scott Fitzgerald (Il curioso caso di Benjamin Button, 1922), e poi del film, e poi del fumetto, può essere una interessante trovata narrativa e, volendo, avere anche dei riscontri scientifici, in qualche misura. Ma come giudicare una ricerca scientifica fatta per dimostrare che c'è un motivo medico nel fatto che Tintin (il personaggio creato da Hergé nel 1929 e ora protagonista del film di Spielberg e Jackson) dalla sua prima avventura all'ultima negli anni settanta non è mai invecchiato? Be', anche gli scienziati devono divertirsi, ogni tanto, sia pure in modo scientifico, no? Comunque, se vi interessa conoscere i dettagli della "acquired growth hormone deficiency and hypogonadotropic hypogonasim" di Tintin, accertata dalla Canadian Medical Association, seguite il link qui di seguito per leggere l'articolo completo, datato 2004. Magari si può applicare anche ad altri personaggi dei fumetti, che non invecchiano.

"Acquired growth hormone deficiency and hypogonadotropic hypogonadism in a subject with repeated head trauma, or Tintin goes to the neurologist. Antoine Cyr, Louis-Olivier Cyr and Claude Cyr. Antoine Cyr currently attends Chez Marlène daycare, and his brother Louis-Olivier Cyr is a first-grade member at École primaire Champlain. Claude Cyr is Associate Professor with the Faculty of Medicine, University of Sherbrooke, Sherbrooke, Que. We describe the unique case of a public figure who is well known for having delayed pubertal development and statural growth (Fig. 1). We believe we have discovered why Tintin, the young reporter whose stories were published between 1929 and 1975, never grew taller and never needed to shave..." Full article: CMAJ."

Etichette:


Corso - Animazione al Centro Sperimentale
Riceviamo: 16 POSTI A CONCORSO PER IL CORSO DI SPECIALIZZAZIONE IN ANIMAZIONE DEL CENTRO SPERIMENTALE DI CINEMATOGRAFIA - Triennio 2010-2012 - sede di Chieri (Torino) - Bando di concorso: www.fondazionecsc.it - Termine per l’invio delle domande: 15 luglio 2009. Il bando è rivolto a giovani cittadini europei e - limitatamente ad un posto - a cittadini extraeuropei, dotati di forte motivazione e predisposizione ai mestieri del cinema e dell'animazione, solida preparazione artistica e capacità di disegno/modellazione, conoscenza o predisposizione all'utilizzo di strumenti informatici per la creazione d'immagini. Il curriculum è triennale con frequenza obbligatoria, l’ammissione è su concorso, la tassa d’iscrizione annuale è di 1.500 euro. Il corso di specializzazione in animazione del CSC, unico in Italia, si propone la formazione di artisti e tecnici qualificati per la partecipazione alle diverse fasi creative, progettuali e realizzative delle produzioni basate sull’animazione. Pre - requisiti essenziali dei candidati: - Titolo di studio: diploma di scuola media superiore o titolo di studio equivalente conseguito entro il 2009; - Data di nascita compresa fra l'1 gennaio 1983 e il 31 dicembre 1990; - Capacità di disegno e/o modellazione e conoscenza del cinema e dell'animazione; - Ottima conoscenza della lingua italiana. Con la domanda d'iscrizione i candidati devono presentare, ai fini della selezione: Portfolio grafico su supporto cartaceo (obbligatorio), show reel di materiale filmato, animazione o live action, durata massima 10 minuti (facoltativo), flip book (facoltativo). Requisiti e consigli per la selezione: Conoscenza e passione per il cinema e per l'animazione sono il punto di partenza per seguire il nostro percorso formativo insieme ad una forte motivazione professionale, predisposizione al lavoro in equipe, capacità di organizzare il proprio tempo e disponibilità ad un lavoro "time consuming" e "labour intensive" come quello dell’animazione. Sono importanti: spiccata sensibilità per il racconto filmico, interesse e attitudine alle arti visive, predisposizione e capacità di visualizzazione e disegno, creazione e riproduzione di immagini con stili differenti; nozioni di prospettiva e disegno volumetrico, versatilità nell'uso di tecniche diverse di disegno, grafica, pittura, modellazione sia tradizionali che digitali. Il percorso formativo si sviluppa su due linee di specializzazione: animazione classica e animazione 3D/effetti visivi. Ampio spazio è dato alla sperimentazione e allo sviluppo di progetti personali, ma anche a realizzazioni su progetto esterno e ad esperienze in produzione. Corsi, seminari e laboratori sono tenuti dai migliori professionisti dell’animazione. La Scuola di animazione del Centro Sperimentale di Cinematografia è situata in una tenuta sulla collina di Torino. Il corso di animazione del CSC, nato nel 2001 con il supporto della Regione Piemonte, ha concluso i suoi primi quattro cicli formativi, diplomando giovani artisti e tecnici, realizzando numerosi progetti in simulazione di committenza e vari cortometraggi come saggi di diploma, già selezionati e premiati - fra gli altri - ai Festival internazionali di Annecy, Hiroshima, Ottawa, Dervio, Cartoons on the Bay, Arcipelago di Roma, I Castelli Animati di Genzano, Animafest di Zagabria, Virtuality di Torino, Future Film Festival di Bologna, CICDAF di Changzhou, Les E-magiciens di Valenciennes, TrickFilm di Stuttgart, SICAF di Seoul. Il corso di animazione gode del sostegno di RAI, Turner Broadcasting System Italia (Cartoon Network) e Fondazione CRT. Per informazioni sul Bando e sul Corso d'Animazione: animazione@fondazionecsc.it - Segreteria Didattica Animazione tel. 011 9473284201 - www.fondazionecsc.it

Do you want to study Animation in Italy? Click the links to learn more about it.

Etichette: ,


Annuario Professionale del mercato francofono
Si sa. Quello della francofonia è "il" mercato fumettistico europeo. Per cui è bene saperne il più possibile, se ci si vuole lavorare. Un piccolo strumento utile può essere l'annuario realizzato da Ad Tatum, l'Annuaire professionel de la bande dessinée et de l'illustration. Contiene informazioni su editori, autori, tipografie ecc., distributori, librerie, gallerie, festival, stampa specializzata, giornalisti, saggisti, agenzie, scuole, enti, sindacati... Per farvene un'idea, prima di procedere all'eventuale acquisto, andate al sito www.adtatum.com/annuaire/ e, nella colonna di sinistra, fate click su "Voir un extrait" per vederne un campione in pdf.

Do you want to learn more about the french comics market? Publishers, creators, agencies, festivals etc.? Take a look at the Annuaire Professionel by Ad Tatum. Click the image in this article.

Etichette: , ,


Peroni vende i suoi originali di Gianconiglio
Ah, le belle storie di Gianconiglio! Carlo Peroni ne aveva messe alcune in linea nel suo blog e ora mette in vendita gli originali, grandi tavole da 35x50 centimetri. Se siete interessati, vi basta fare click qui oppure click qui.

The originals of Gianconiglio by Carlo Peroni (maybe ouside Italy you remember Sonny) are available: just click the links to learn more.

Etichette:


Da Topffer a Rubino, per capire il fumetto
Lo svizzero Rodolphe Topffer comincia, consapevolmente, a far fumetti nel 1827 e pochi anni dopo questi manoscritti-manodisegnati cominciano a essere diffusi anche in forma stampata, glorificati dal grande Goethe. I suoi racconti faranno il giro del mondo e suscitano imitatori a bizzeffe. E' un (nuovo) inizio di una modalità precisa di racconto per immagini che diventerà familiare a tutti nell'arco di un po' di anni, fino a diventare un fenomeno industriale negli USA. Topffer definisce il proprio modo di raccontare storie con un "trattato scientifico", ponendo così anche le basi per la ricerca accademica sul fumetto. In Italia, chissà come, perché e quando (ma di questo si occupa Alfredo Castelli, come abbiamo scritto in precedenza su afNews), prevale l'uso di definire il tutto attraverso una parte: chiamiamo "fumetto" la "letteratura disegnata", pur sapendo che il fumetto è solo il contenitore dei dialoghi. Ma a oltre cento anni di distanza dai fumetti di Topffer e dalle sue lucidissime prime analisi del fumetto stesso, Antonio Rubino (nel 1938) affronta questi temi (parlando di "sistema dei fumetti", di "azione scenica" e di "tavole a quadretti") e non per motivi accademici, ma, a quanto pare, per contrastare le critiche che arrivarono durante il regime fascista. Lo fa con interessanti articoletti che Luca Boschi pubblica nel suo blog e che siete invitati a leggere, se vi va di cercare di capire meglio di cosa parliamo, quando diciamo "fumetti", per scoprirne l'affascinante storia. Ci troveremo l'uso del termine "tavolista" per indicare chi realizza le "tavole disegnate", utilizzando così un termine che richiama la pittura e gli affreschi rinascimentali: le "tavole" (rimando alla pittura su tavola), o i "cartoni" (termine che ricorda sia i cartoni preparatori degli affreschi, sia i cartoni d'arazzo, opere d'arte in sé, a dirla tutta, altro che "bozzetti" come si intendono oggi). "Tavolista", quindi, come "realizzatore di tavole, di cartoni", cartoonist, insomma. E cosa c'è in quelle tavole? Quadretti. Ma non nel senso di "serie di quadratini", ovviamente! Nel senso di serie di piccoli quadri, usando il termine pittorico. Tavole (o cartoni) che contengono serie di piccoli quadri, contenenti a loro volta dei disegni compiuti e dei contenitori di dialoghi (i "fumetti", così detti per la somiglianza con nuvolette di fumo). Affascinante. In Italia la letteratura disegnata avrebbe potuto chiamarsi "quadretti", invece di "fumetti", oppure magari "tavole", o forse "cartoni", chissà... O "tavole disegnate", o "strisce disegnate", a seconda dei formati. In altri Paesi è andata proprio così. Per saperne di più, fate click qui per leggere l'articolo con il primo intervento di Rubino pubblicato da Boschi, e click qui per leggere il secondo.

Etichette:


Obama e la principessa nera Disney
copyright DisneyOvviamente è solo una coincidenza, anche se molto interessante (e quindi sottolineata dalla stampa), l'uscita, nel 2009, del film Disney a disegni animati bidimensionali La Principessa e il ranocchio, con protagonista la prima principessa Disney nera, proprio quando gli USA hanno il loro primo Presidente nero. La storia, ampiamente anticipata anche su afNews a suo tempo e avviata nel 2006, è quella dell'afroamericana Tiana, con tanto di ranocchio e principe (bianco), a New Orleans. Sarà in Italia per Natale. Per vedere il trailer e saperne di più, fate click qui.

Etichette: ,


Festival del Fumetto aereonautico
Il fumetto (in particolare nella francofonia) ben si presta a manifestazioni tematiche di ogni tipo. A Ginevra (in Svizzera, naturalmente) il locale Festival de la BD, alla sua seconda edizione, si sposta nei locali dell'aereoporto per una esposizione sul fumetto di ambientazione aerea. Se passate da quelle parti tra il 15 e il 17 maggio 2009 troverete una quantità di autori di fumetto aereonautico pronti a far dediche. Info: www.fetedelabd.ch.

Etichette:


martedì 28 aprile 2009

Scuola di Fumetto 67 - liberta' e' partecipazione
Mentre continua l'uscita di nuovi volumi della serie Lezioni di Fumetto (Bruno Brindisi, GiPi, Davide Toffolo, aggiunti a Claudio Villa, Angelo Stano, Dave Gibbons, e Roberto Diso), arriva Scuola di Fumetto numero 67. La copertina esplode con Tanino Liberatore, accompagnato dall'anteprima di Caravan, un inedito di Sara Colaone, Elfo con fumetti e politica. All'interno, oltre alel consuete rubriche, Priarone affronta i critici di fumetto e continua la sezione dedicata al diritto di autore, stavolta, come promesso, con l'intervento dell'avvocato Pellegrino. Stimolati dall'articolo, con l'occasione spendiamo due parole sull'insegnamento delle basi del diritto di autore nelle scuole di fumetto (et similia), cosa che facciamo da molti anni dedicando almeno una giornata all'argomento, là dove insegniamo. Questa dovrebbe davvero diventare una prassi generale, perché non ha senso preprare allievi dal solo punto di vista delle tecniche del fumetto e poi lasciarli nell'ignoranza dei loro diritti e senza strumenti di contrattazione. Ma c'è un altro passo da fare, ovviamente: superare i limiti della legge attuale lavorando sia sui rapporti di forza contrattuali collettivi (dando forza ai sindacati di categoria, per dirne una che in altre categorie sarebbe semplicemente ovvia), sia spingendo proposte migliorative in Parlamento. Lo si fa da tempo, è vero, ma è altrettanto vero che non basta: ci vuole una ben maggiore partecipazione, per ottenere risultati adeguati.

Etichette: ,


Schulz: un milione di dollari per la ricerca sul fumetto
La vedova di Charles M. Schulz, il grande cartoonist creatore di Snoopy e amici, ha donato un milione di dollari all'Università di stato dell'Ohio per sostenere Sullivant Hall, che sarà la sede di un grande centro di ricerca accademica mondiale per la documentazione sul fumetto ("printed cartoon art"). E ne ha già promessi altri, come potete leggere in dettaglio nell'articolo qui di seguito.

"The Ohio State University received a gift of $1 million from Jean Schulz, the widow of Peanuts creator Charles M. Schulz to support the renovation of Sullivant Hall, the future home of the world’s most comprehensive academic research facility dedicated to documenting printed cartoon art..." Full article: ComicsDC.

Torino Comics: record e nuove date
photo Goria - clickTorino Comics & Games ci segnala la decisione di collocarsi definitivamente nel mese di aprile. "In questi giorni abbiamo preso contatto con le varie segreterie delle manifestazioni di settore per stabilire il calendario 2010 nel periodo di nostra pertinenza, per il momento abbiamo avuto solo la conferma dei seguenti eventi: Cartoomics - Milano 26-27-28 marzo 2010 e Napoli Comicon 23-24-25 aprile 2010. La grandi realtà hanno bisogno di programmazione molto lunga quindi, anche Torino Comics & Games si allinea alla modalità di programmazione per migliorare le condizioni di lavoro di tutti gli operatori del settore." Conseguentemente ecco le date della prossima edizione della manifestazione torinese: 9-10-11 aprile 2010. Con l'occasione ci è stato anche consegnato il comunicato ufficiale (che potete leggere facendo click qui) nel quale viene enunciato il record di visitatori e il conseguente slancio verso il futuro. Vittorio Pavesio ci aveva inoltre annunciato la presenza alla Fiera Internazionale del Libro di Torino (14-18 maggio 2009) con l'iniziativa Comics Park - Animation Studios.

Etichette:


Fumetto d'autore per bambini
Una volta il fumetto per bambini era creato da autori che poi la critica avrebbe chiamato Maestri del Fumetto. Succede ancora? Si può andare in libreria e vedere cosa passa il convento. Sicuramente la Toon Books parrebbe lavorare in questa direzione, visto che il Series Advisor è Art Spiegelman e l'Editorial Director è sua moglie Francoise Mouly. Vale la pena dare un'occhiata ai titoli che propongono. Ci si trova Little Mouse di Jeff Smith, tanto per dire. Gli altri ve li lasciamo scoprire da soli, facendo click qui.

Good comic art for children at Toon Books. Learn more: just click the links.

Etichette: ,


Goscinny: in mostra gli anni TIntin
Inaugurata il primo aprile, la grande mostra dedicata agli anni in cui il grandissimo sceneggiatore René Goscinny ha lavorato in Belgio (dal 1955 al 1961), per il giornale Tintin, con alcuni dei grandi fumettisti del momento (Tibet, Uderzo, Macherot, Franquin, Berck, Attanasio... oltre ai progetti di animazione con la Belvision: Astérix le Gaulois, Astérix et Cléopâtre), sarà aperta al pubblico fino al 25 settembre 2009 alla Fondazione Raymond Leblanc a Bruxelles. Info: click l'immagine.

Big exhibition about the Bruxelles years of Goscinny, at the Leblanc Foundation. Info: click the image.

Etichette: , ,


Wow! Il blog di David Gerstein!
David Gerstein è molto noto come esperto Disney e di fumetto e animazione in genere. Ora ha un suo blog. Vale veramente la pena andarci a buttare un occhio... Click qui.

The wellknown expert David Gerstein has now his own blog. Take a look at it: click here.

Etichette:


lunedì 27 aprile 2009

Alle origini del Sistema del Fumetto!
Il "sistema del fumetto" è quello che usiamo per dare voce ai personaggi della letteratura disegnata. Un tuffo alle origini dell'uso del termine "fumetto" associato alla narrativa disegnata è quello che ci offre Luca Boschi nel suo blog, stimolato dalla ricerca che sta svolgendo Alfredo Castelli nel tentativo di tracciarne finalmente la storia. Se fate click sull'immagine qui accanto, potete leggere l'articolo completo e, soprattutto, vedere coi vostri occhi il testo di Antonio Rubino del 1938 nel quale, forse per la prima volta?, si esplicita il "sistema del fumetto" come mezzo per trasformare un racconto in una efficace azione scenica. Una ghiotta curiostà per gli appassionati di fumetti - un must per gli studiosi. Se avete altro materiale d'epoca (magari precedente), fatevi vivi (redazione@afnews.info) e lo invieremo a Castelli: potrete così sostenere la sua lodevole e faticosa ricerca.

Alfredo Castelli is looking for the "origins" of the Italian use of the word "fumetti". Click the image to learn more about it.

Etichette:


Dylan Dog by Faraci e Cavazzano: le immagini
Del Dylan Dog disegnato dall'eccezionale Giorgio Cavazzano su testi del poliedrico Tito Faraci si parlava da tempo. Ora in rete si trova anche qualche immagine. Sul Corriere del Veneto, naturalmente, insieme a un interessante articolo (con un altrettanto notevole refuso, "1874", che apprezzerete sicuramente - click qui) e nel blog di Faraci (click qui). Buona lettura e buona visione.

A special issue of Dylan Dog, by Giorgio Cavazzano and Tito faraci for Bonelli. Just click the links.

Etichette:


MoisEditoriale - Spooky Jackson
Michael Jackson e i fantasmi
Questo 'pezzo' andrebbe letto con l'immortale colonna sonora della Famiglia Addams , e con quel misto di ironia, understatement, e senso dell'horror che caratterizzava i telefilms di Gomez, Morticia e dell'impassibile Lurch! Insomma, nell'orrida babele di nefandezze che è il panorama socio-politico del cosiddetto mondo reale una notizia fumettosa, ogni tanto non guasta! E proprio di questo parla il MoisEditoriale odierno, che vede il thrilleroso e ormai più-bianco-del-bianco Michael Jackson traslocare dal castello in cui risiedeva... per timore dei fantasmi! Fantasmi? Se possedessi un castello la mia paura massima sarebbe l' ICI ! Altro che fantasmi! Va però detto per amor di gossip che, visto l'attuale, cadaverico look dell' ex-abbronzato Michael, c'è da supporre che siano stati proprio gli spettri del castello ad inviare una vibrata protesta perchè la pallida rockstar sloggiasse dalle turrite stanze! Vabbèhhhh! Ora che ci siamo rinfrancati con un po' di sano vecchio horror Addams-style, possiamo tornare agli orrori della quotidianità! "Grazie, Mano!"
Il MoisEditoriale di oggi si ispira a questa notizia. By Moise

Etichette: ,


Caravan di Medda: il blog
Lo segnala Tito Faraci nel suo blog, il blog del collega Michele Medda, che entra così anch'egli nel rutilante mondo della comunicazione tramite blog per parlare della sua nuova miniserie per Bonelli, Caravan. Click l'immagine per visitarlo e interagire con l'autore.

Lupo Alberto in giro per la Lombardia
Silver e Lupo Alberto - photo Goria - clickIl mondo dell'immaginario ha sempre raccontato con simpatia gli animali, fin dai tempi di Esopo. Letteratura, cine-televisione e fumetti hanno spesso offerto ai nostri amici a quattro zampe ruoli da protagonisti, da Lassie a Rex, per citare due cani fin troppo celebri. Passando ai fumetti, l'elenco è decisamente lungo, aperto dalla dispettosa e ostinata mula Maud (la Checca in Italia). Circa un secolo fa, nel 1910, arrivò Krazy Kat, un'originale e poetica striscia di George Herriman, che aveva per protagonisti una gatta innamorata di un topo di nome Ignazio, che la ricambiava con mattonate in testa. Questi scontri amorosi venivano risolti da un burbero cagnone, Offisa Pupp, che chiudeva il topolino in prigione. Qualche anno dopo, nel 1917, Pat Sullivan disegnò per i cartoni animati Felix the Cat (semplicemente Mio Mao in Italia) che sarebbe poi approdato anche nei fumetti. Il cinema d'animazione e i comics sono stati, e restano, il più ricco filone di storie con animali, dall'universo disneyano popolato di topi, paperi, cani, ecc. al cinema di Hanna e Barbera (con i celebri Tom e Jerry, Braccobaldo e l'orso Yoghi) o della Warner Bros, con altri riusciti protagonisti, dal Gatto Silvestro a Bugs Bunny, da Speedy Gonzales a Titti. In pochi anni il mondo dell'immagine in movimento o statica si è popolato di decine di piccoli e simpatici amici, compresi gli abitanti della palude di Okefenokee dove vive l’opossum Pogo con i suoi amici, l'alligatore Albert, il gufo Gustavo e altri, ideati da Walt Kelly. In questa realtà gli italiani sono rimasti quasi sempre assenti almeno fino agli anni Settanta, quando alcuni giovani autori dotati di fantasia e qualità artistiche hanno ideato personaggi che ancor oggi resistono bravamente all'invasione straniera. Ci riferiamo a Lupo Alberto di Silver, alla Pimpa di Altan e Lupo Alberto - photo Goria - clickqualche altro dalla vita più breve, come il coniglietto Pinky di Mattoli, o Ramarro di Palumbo, o il maialino blù Harpo o anche Squeek, il topo sadico di Mattoli. Il più popolare fra questi, al di là della Pimpa amata dai più piccoli, è senz'altro Lupo Alberto, che in questi mesi festeggia i 35 anni di vita (è nato sul primo numero del Corriere dei Ragazzi nel 1974, dopo l'esordio al Salone di Lucca l’anno prima) con una serie di mostre ospitate in varie località della Lombardia. Dopo il debutto, a febbraio a Cesano Maderno, Lupo Alberto, la gallina Marta, Enrico la talpa, il cane Mosè e gli altri protagonisti di questa storia infinita ambientata in una fattoria dove vivono vicende non necessariamente estranee dalla realtà, saranno di scena a Limbiate dall'1 al 10 maggio, a Varedo dall'11 al 24 maggio e a Seregno dal 26 maggio al 20 giugno. La rassegna itinerante proporrà strisce, tavole, disegni preparatori, e tutta una serie di oggetti legati al merchandising di Lupo Alberto, un simpatico amico al quale sono dedicati un mensile, in edicola da circa 25 anni, numerosi cortometraggi animati, e naturalmente volumi editi in Italia e in molti Paesi stranieri, a conferma di un successo nato in modo artigianale nello studio di Bonvi (dove Guidino Silvestri, ovvero Silver, ha imparato a disegnare) e diventato ormai quasi universale. [Carlo Scaringi]

Etichette:


Bruno Concina: Grande Firma Disney parla di...
Bruno Concina - foto da Lustige-TaschenBuecher - clickBruno Concina è una delle Grandi Firme del fumetto, noto per le sue storie Disney. Per 30 anni ha regalato ai suoi lettori una caterva di emozioni trasformate in racconti a fumetti, nati dalla sua esperienza personale complessa e variegata, non di solo fumettista, ma di insegnante, scrittore, poeta ecc. Esasperato dal tipo di rapporto lavorativo con la Disney, in assenza di risposte dall'azienda, nel gennaio 2008 denunciò la situazione con lettere pubbliche (pubblicate anche su afNews a suo tempo [click qui e qui], dove se ne parlò più volte) che raccolsero una solidarietà diffusa, ma non risolsero positivamente la situazione. In una azienda in cui, in precedenza, già si erano visti, negli anni, tentativi di costituire rappresentanze sindacali aziendali, tutti falliti per scarsa adesione da parte dei fumettisti, nemmeno la coraggiosa "esposizione solitaria" di Concina riuscì a stimolare un efficace "senso di gruppo". Oggi Concina non lavora più per Disney, e all'autore "venziano DOC" mancano un po' i "topi e paperi", come potete leggere (in italiano) nell'intervista recentissima di Christoph Restel su Lustige-Taschenbuecher, integralmente disponibile in linea (click qui). Concina ora scrive, con successo, libri per ragazzi e adulti, e TC991836 Bruno Concina 1999 - photo Goria - clicksi racconta nuovamente (altre sue interviste precedenti, tra le tante, sono in rete: click qui per una del 1999, click qui per una del 2008), con grande umanità e schiettezza, a Restel. Ci troverete il suo amore per i personaggi Disney, qualche ulteriore chiarimento sulla vicenda che lo portò alla rottura con l'editore, il suo senso dell'amicizia e del rispetto per le persone, qualche parola su Gaudenzio Capelli, storico direttore, e anche sull'attuale direttore di Topolino, Valentina De Poli, e su colleghi come Massimo Marconi, Maurizio Amendola, Luciano Gatto, Giulio Chierchini, Romano Scarpa... Interessanti commenti tecnici, qualche puntura ("... molti sceneggiatori scriverebbero qualsiasi cosa per una manciata di biglietti di banca..."), fotografie, tanti pezzi di storia del fumetto Disney italiano e un messaggio per i suoi lettori. Click la foto per leggere l'intervista su Lustighe-TaschenBuecher.

New long interview to the Disney creator Bruno Concina. Click the links.

Etichette: , ,


domenica 26 aprile 2009

The Guardians of Childhood
"Nuovo progetto "fiabesco" per la DreamWorks Animation: dopo aver reintrodotto vari personaggi delle fiabe tradizionali con la serie Shrek, lo studio di animazione sta lavorando a The Guardians of Childhood con la stessa premessa..." Articolo completo: click qui.

Etichette: ,


Il successo di Napoli Comicon
"L'edizione 2009 - spiega il direttore artistico, Luca Boschi - conferma che la convention più a Sud d'Italia è anche quella dal respiro più internazionale tra quelle italiane. Questa undicesima edizione ha catalizzato l'attenzione di operatori del settore e addetti ai lavori, appassionati dell'immagine (dal fumetto ai disegni animati, all'illustrazione) e il mondo della cultura in generale, confermando la portata cosmopolita e trasversale di Comicon..." Napoli Comicon chiude e celebra il proprio successo, che va ben oltre i numeri. Click qui per l'articolo completo.

Etichette:


Napoli: vince In Italia sono Tutti Maschi
"Sono stati resi noti, nell'ambito dell'11esima edizione di Comicon, Salone Internazionale del Fumetto in programma a Napoli, i vincitori dei premi Attilio Micheluzzi-Comicon 2009..." Articolo completo: click qui.

Etichette:


Resistenza e Liberazione a fumetti: in diretta
Mentre per il 25 aprile lo sceneggiatore, scrittore, musicista Giorgio Salati rilancia dal suo blog nientepopodimenoche Calamandrei ("Se voi volete andare in pellegrinaggio nel luogo dove è nata la nostra Costituzione, andate nelle montagne dove caddero i partigiani, nelle carceri dove furono imprigionati, nei campi dove furono impiccati. Dovunque è morto un Italiano per riscattare la Libertà e la Dignità, andate lì, o giovani, col pensiero, perché lì è nata la nostra Costituzione." - click qui), Leonardo Gori (esperto di fumetto e scrittore) ci offre alcune preziose immagini che arrivano dritte dritte da riviste italiane a fumetti degli anni 1944-1946 (anni zeppi di avvenimenti e coinvolgenti storie anche personali, come abbiamo avuto modo di scrivere), tra le quali, oltre a Jacovitti e Craveri, sono da segnalare quelle de I ragazzi di Piazza Cinquecento, di Raffaele Paparella (esempio di "neo-realismo a fumetti"?), che assume un particolare valore sia per la storia del fumetto italiano, sia per la nostra storia tout court: da vedere facendo click qui.

Etichette:


Concorso per allievi di scuole di fumetto e artistiche
Disegno di DanyIn occasione dell'anno dedicato al fumetto belga (2009) l'Ufficio Belga per il Turismo Bruxelles - Vallonia, il CTS ( Centro Turistico Studentesco e Giovanile ), la Brussels Airlines e l'Associazione italiana professionisti del fumetto Anonima Fumetti (responsabile per gli aspetti scientifici), indicono il premio artistico dedicato ai personaggi tipici del fumetto belga Il Fumetto Belga per Bambini e Ragazzi. L'obiettivo è far conoscere meglio la produzione fumettistica del Belgio, stimolando nel contempo, la produzione di fumetti per bambini e ragazzi in Italia. Il Premio è riservato agli allievi di Scuole di Fumetto e di Scuole e Accademie d'Arte e di grafica in Italia, quali licei artistici, Accademie di Belle Arti, di ogni ordine e grado. Il Premio vuole stimolare la crescita di nuove leve di autori di fumetto invitando i giovani autori a impegnarsi nelle tematiche per bambini e ragazzi in Italia e sono dunque esclusi i professionisti del settore. La partecipazione al Premio è gratuita. Scuole e allievi possono trovare tutti i dettagli, i moduli di iscrizione, consigli, il premio per i vincitori e il regolamento del Premio qui: www.anonimafumetti.org/premiobelgio2009

Etichette: ,


Mono, i Classici e Giardino
"E' stato presentato ieri al Napoli Comicon il n. 6 di Mono, rivista edita da Tunué dedicata stavolta a I Classici della Letteratura. Si tratta del primo numero della nuova gestione firmata da Daniele Bonomo e da me. La rivista è disponibile nelle migliori librerie e fumetterie, ed è acquistabile on line..." Così esordisce ieri Sergio Badino nel suo blog, annunciando l'uscita di Mono impreziosito dalla copertina di Vittorio Giardino che vedete qui accanto. Click qui per leggere il seguito.

Etichette:


Luca Novelli a Bolzano
Il cartoonist e divulgatore scientifico Luca Novelli è a Bolzano il 28 aprile 2009, alle 16:00 al Museo di Scienze Naturali. Info: click qui.

Etichette:


MoisEditoriale - Liberazione e Libertà
Liberazione (dal) PdLLo confesso: sono un MalPensante! La forma mentis fumettistica - devo dire - non mi aiuta, giacché mi porta a scorgere ovunque l'ombra di Lex Luthor, la longa manus di Rockerduck o la perfida abilità manipolativa-mediatica di Killgrave! Ammessa a priori la mia intrinseca, fantasiosa malizia devo confessare che, quando ho visto in tivvù quel BelloCiao di Mr.B. proporre la conversione della ricorrenza che celebra la Liberazione dal NaziFascismo e di chiamarla Festa della Libertà ho trattenuto il respiro: "Me lo sento... ora arriva... ora arriva l'inevitabile Jingle pubblicitario e l'Annuncio Ufficiale di Assimilazione del 25 Aprile al Popolo delle Libertà!". Poi, per fortuna non è successo! Il PresDelCons si è limitato alle sue solite gags contro i cattivi comunisti e consimili amenità... Che sollievo! Il MoisEditoriale di oggi si ispira a questa notizia. By Moise

Etichette: ,


sabato 25 aprile 2009

Simone Bianchi a Firenze
Simone Bianchi - photo GoriaSimone Bianchi sarà presente, in qualità di ospite d'onore, alla premiere nazionale del film X Men origins:Wolverine, presso il multisala VisPathè di Campi Bisenzio (Firenze) il prossimo martedi 28 aprile 2009. La proiezione avrà inizio alle ore 22 e 30, e sarà preceduta da un incontro con tutti i fan presenti, in cui Simone risponderà a ogni domanda inerente il processo creativo degli albi Marvel, la sua esperienza sulla testata regolare di Wolverine nel 2007, su testi di Jeph "HEROES" Loeb, oltre, naturalmente, a firmare gli albi su cui ha lavorato in questi ultimi anni. Info: http://www.simonebianchi.com/

Etichette: ,


Up! or down? Parliamone
Vorrei fare alcune personalissime considerazioni (del tutto opinabili) riguardo alle previsioni degli esperti USA sull'eventuale flop dell'ultimo film della Pixar, UP!, cercando di procedere punto per punto: 1) La veneranda età del protagonista..per lo meno per gli spettatori più giovani, tipici voraci consumatori di pupazzetti: ... 2) La pellicola accusa la mancanza di una figura femminile carismatica: ... 3) Ci sono lunghe parti senza dialoghi: ... 4) Alcune parti della pellicola sono "girate" in bianco e nero: ... 5) Un film poco commerciale e spendibile: ... In conclusione... Click qui per leggere le risposte nell'articolo completo e integrale di Eric Rittatore.

Etichette: ,


MoisEditoriale - 25 Aprile 2009
25 Aprile 2009Oggi si celebra l'Anniversario della Liberazione dal Fascismo. Cioè a dire il giorno in cui l'Italia e gli Italiani riuscirono a scrollarsi di dosso una fra le dittature più terribili ma anche più infide, striscianti e massmediatiche della storia. Va ricordato infatti che, molto ma molto prima della Tivvù, di Internet, FaceBook e Twitter una sedicente ideologia razzista, guerrafondaia, liberticida, opprimente e oppressiva riuscì a colonizzare la mente e le viscere di moltissime persone e a rendere individui altrimenti lucidi e critici una massa ottusa e pronta a Credere, Obbedire e Combattere per gli interessi di un gruppo di gerarchi, malaffaristi e banditi di ogni sorta. Chiedete pure a genitori e nonni del 'Sabato fascista', dell'abolizione della stretta di mano, del salto-nel-cerchio-di-fuoco, delle 'adunate oceaniche' di manganelli ed olii di ricino ed altre amenità... Eppure, nonostante il continuo lavaggio del cervello ad opera di tutti i settori della comunicazione, dopo una guerra sanguinosa ed orribile, a prezzo di infinite sofferenze, questo odioso parassita è stato estirpato. E oggi? La microbiologia ci insegna che alcuni morbosi bacilli riescono a sopravvivere anche in condizioni impossibili... Che dire allora dei germi del fascismo e del razzismo, specialmente in quest'era super-tecnologica e contemporaneamente nuovamente ottusa, isolazionista e barbarica!? La Liberazione compie 64 anni e già c'è qualcuno che rispolvera l'orbace nell'attesa che se ne vada in pensione... Non permettiamoglielo! Buon 25 Aprile a tutti! Il MoisEditoriale di oggi si ispira a questa notizia. By Moise

Etichette: ,


La Resistenza nel fumetto italiano
L'Italia è stata, tragicamente, la patria del fascismo, ispiratore e collaboratore del nazismo. Macchia indelebile, se una parte del popolo italiano non si fosse riscattato col sangue, con la Resistenza al nazi-fascismo, con la lotta di Liberazione. Tanti giovani (cattolici, comunisti, liberali, socialisti, azionisti, monarchici, anarchici ecc...) hanno dato la vita (e non per modo di dire) per riscattarci (tutti, anche quelli che, per diversi motivi, erano dalla parte sbagliata della Storia) da quella vergognosa macchia. Quante storie umane, terribili e grandiose, in quegli anni feroci. Il fumetto italiano ha saputo raccontarle? Tralasciando le opere con evidente carattere "didattico-didascalico" (come si diceva una volta), per restare invece in quello della narrativa "pura" (a fumetti): quanti e quali sono i fumetti italiani che hanno raccontato la Resistenza e la lotta di Liberazione dal nazi-fascismo? Qualche anno fa, in occasione dei 60 anni della Resistenza, gli alunni del Liceo Scientifico M. Luigia di Parma hanno lavorato proprio su questo progetto di ricerca (Aria di Libertà, che tra le tante altre cose, comprendeva anche il fumetto) e il risultato (che ripercorreva in parte il lavoro di Giovanni Barbi e Luciano Niccolai - Per la libertà. La resistenza italiana nel fumetto. Comune di Pistoia, 1995) era in linea su internet. Lì si faceva notare che il partigiano è "meno decorativo" del militare dotato di uniforme, ma può bastare una spiegazione estetica, alla scarsa quantità di racconti, per un periodo così denso di storie? L'analisi agli studiosi. Intanto segnaliamo che il libro citato, Per la libertà. La Resistenza nel fumetto, ora edito da Settegiorni Editore, a firma di Pier Luigi Gaspa e Luciano Niccolai, è stato presentato ieri a Pistoia alle 19:00, alla Biblioteca San Giorgio. Inoltre vi ricordiamo l'intervento su Fumetti e NaziFascismo di Pier Luigi Gaspa nel blog di Luca Boschi, l'anno scorso: click qui per leggerlo. Continene altre citazioni di fumetti ad hoc.

Etichette:


venerdì 24 aprile 2009

Anche a Napoli per i diritti degli Autori
SILF/SLC/CGIL segnala: Oggi alle 16:00 a Napoli Comicon, ha avuto luogo l'ennesima tappa del tour Una Firma per il Fumetto, promosso e portato avanti con determinazione da Ivo Milazzo, con la partecipazione di Vincenzo Cerami, E. Sant'Elia, Phil Ortiz e Luca Boschi.

Etichette:


Seminario sul Fumetto a Salerno
Riceviamo: UNIVERSITA' degli STUDI di SALERNO - Seminario a cura di Centro ICT di Ateneo e GenomART - arte digitale contemporanea - giovedì 30 aprile 2009, ore 15 - presso il Centro ICT, via Ponte Don Melillo, 1 - Fisciano (SA): DISNEY & BONELLI, disegnare, produrre e sfogliare i fumetti... differenze tra ieri e oggi - presentazione Massimo De Santo direttore del centro ICT di Ateneo http://www.centroict.unisa.it/ - breve panoramica sull'evoluzione del fumetto Marco Coraggio direttore responsabile di GenomART arte digitale contemporanea http://www.genomart.org/ - ICT e fumetti nel mondo: l’esperienza del colosso editoriale Gianfranco Cordara new media managing editor at Disney Publishing Worldwide http://www.disney.it/ - ICT e fumetti in Italia: il fumetto popolare italiano Bruno Brindisi disegnatore della Sergio Bonelli editore http://www.sergiobonellieditore.it/ - dalla parte dell’autore: dalla matita al mouse Vincenzo Lauria disegnatore, sceneggiatore e docente. L'evento verrà trasmesso in diretta su Unisound webradio dell'Università degli Studi di Salerno http://www.webradio.unisa.it/. Info: GenomART - http://www.genomart.org/

Etichette:


Concorso: MOMArt story
Riceviamo: Il MOMArt.Motore Meridiano delle Arti, indice il concorso MOMArt story, con il supporto organizzativo del Teatro Kismet OperA e in collaborazione con l’associazione Libera, Regione Puglia e il festival CRACK!, fumetti dirompenti. Un modo per raccontare la vicenda del MOMA, ex discoteca sequestrata alla malavita barese ed ora spazio per le nuove generazioni. Il MOMArt esordisce in questo modo nel campo delle arti visive. Attraverso una chiamata alle arti vogliamo affidare all’estro di giovani talenti pugliesi il compito di disegnare questa storia di criminalità organizzata e di tracciarne delle conclusioni, anche fantasiose, sulla vicenda. Il fumetto diventa così il modo attraverso il quale le giovani generazioni possono riflettere, utilizzando un linguaggio che è loro, in merito ai principi di legalità e antimafia. Il concorso è indirizzato ad autori pugliesi che non abbiano superato il limite di età di 35 anni, professionisti e giovani esordienti che operano nel settore del fumetto, del disegno, della grafica e dell’illustrazione. Il bando è suddiviso in due momenti: fase work in progress: tutti gli elaborati pervenuti saranno esposti al Forte Prenestino di Roma per il festival CRACK! fumetti dirompenti (crack.forteprenestino.net) fase di selezione e conclusione work in art: saranno scelti i progetti vincitori che verranno pubblicati in un volume sul MOMArt. Il bando con tutte le informazioni utili per la partecipazione al concorso è reperibile sul sito www.teatrokismet.org. Scadenza delle selezioni: 20 Maggio 2009.

Etichette:


Segnalazione Deposito Autori: Liggieri
SILF/SLC/CGIL comunica: Il sindacato di categoria SILF segnala la ricezione e il deposito online delle seguenti opere dei seguenti autori. Il Deposito Autori SILF è online su http://www.silf-cgil.org/ opzione di menù Deposito:

Alessandro Liggieri - 01 Vietato arrendersi.pdf - 22 aprile 2009

New entries in the Creators' Bin of the workers union SILF/SLC/CGIL online at www.silf-cgil.org/deposito/default2.htm.

Etichette: ,


Milano si tinge di Nero!
Diabolik - photo Goria - clickRiceviamo: Doppio appuntamento per gli amanti del genere in compagnia di Edizioni BD: lunedì 27 aprile 2009 a Milano si inizia alle ore 15, con "Storie di vita e di malavita", lezione spettacolo di Diego Cajelli, autore di "Milano Criminale", presso la Facoltà di Sociologia di Milano Bicocca. Si continua in grande stile alle ore 18, in Fnac Milano, in via Torino, dove ci aspettano Mario Gomboli, Davide Barzi e Tito Faraci per raccontarci le diabolike idee contenute nel nuovo libro "Diabolik.Un Cattivo Soggetto", e nella nuova edizione de "Le Regine del Terrore". Inoltre, grazie alla preziosa collaborazione di Astorina, sarà disponibile anche un esclusivo omaggio. Info: http://www.edizionibd.it/

Etichette:


25 aprile: ANPI e Napoli Comicon
"Il 25 aprile, per ricordare la Resistenza e la liberazione dal nazifascismo, la sezione di Napoli dell'ANPI Associazione Nazionale Partigiani d'Italia organizza una manifestazione con musica nella zona pedonale di via Luca Giordano e, in collaborazione con Napoli COMICON, la presentazione del fumetto Rudolf Jacobs - Un ricordo indelebile, nato da un progetto di Denise Murgia (ANPI - Sezione di Sarzana) e Daniele Pignatelli (Comic House) pubblicato da ANPPIA, realizzato dagli studenti del liceo classico T. Parentucelli di Sarzana, sotto la supervisione dell'autore Maurizio Ribichini. Collegata all'evento è l'esposizione realizzata da ANPI Napoli e curata da Italo Pignatelli su Le 4 giornate di Napoli allestita presso la Biblioteca Benedetto Croce di via F. De Mura 2bis (lun-ven 9,00-19,00) dal 22 aprile all'8 maggio."

Etichette:


Carls Barks: una foto e una lezione di vita
Carl Barks 1973 - photo Mark Evanier - clickI casi della vita... Carl Barks, il creatore di Zio Paperone e tanti altri fantastici personaggi della letteratura disegnata, tutti ancora in piena attività, è oggetto di una fotografia, scattata da Mark Evanier nel lontano 1973, di cui vedete qui solo un frammento. Pubblicandola alcuni giorni fa nel proprio sito, Evanier racconta un illuminante aneddoto su un paio di collezionisti, allora trentenni, che volevano andare da Barks perché "è vecchio, sbrighiamoci prima che muore". Barks allora aveva 72 anni ed è vissuto fino a 99. I due collezionisti, invece, sono morti tutt'e due prima di lui. Click qui per vedere la foto e apprendere una ennesima lezione su vita e morte.

"Yes, that's Carl Barks, the delightful cartoonist who wrote and drew Donald Duck comic books for years and created much of Donald's supporting cast, including The Beagle Boys, Gyro Gearloose and Uncle Scrooge. This is a photo I took in 1973 on a visit to the home he and ..." Full article: Evanier.

Etichette:


MoisEditoriale - Gusto Galassia
Gusto Galassia
Dopo tante assurdità delle Crape Padane, concediamoci un sorso di rasserenante gossip-scientifico. A quanto pare, secondo alcuni insigni studiosi di astronomia la Via Lattea avrebbe gusto di lampone e aroma di rum! Notiziona spaziale! Scoop cosmico-mediatico! Roba da Gran Team-Up fra Quark e La Prova del cuoco! Già ce lo vedo Beppe Bigazzi a Monte Palomar a discettare con gli astronomi e a puntualizzare con la consueta petulanza che il Lampone astrale non è neppure paragonabile al Lampone Toscano DOS (Denominazione di Origine Spaziale). E l'aroma di Rum? Lo slogan di una nota marca del celebre, piratesco liquore recita: "il preferito nei peggiori bar di Caracas"... Dovremo cambiare il claim con "il preferito nei peggiori bar di Alpha Centauri!" ? Comunque la notizia è davvero di quelle che fanno sognare! E se ci spingiamo solo un po' più in là, con fumettistica fantasia, nulla ci vieta di amalgamare il latte della via lattea con il gusto lampone e ottenere un fantastico Frappè Spaziale al Lampone eRum! Che delizia, ragazzi! Neppure al Black Hole Bar si è mai assaggiato qualcosa del genere! Speriamo solo che, mentre stiamo per gustarci il nostro frappè al gusto galassia al fresco della sera sotto le tre lune di Aldebaran XII... non arrivi la solita ronda a romperci le scatole! Il MoisEditoriale di oggi si ispira a questa notizia. By Moise

Etichette: ,


giovedì 23 aprile 2009

SILF: il sito torna alla normalita'
SILF/SLC/CGIL comunica: Il dominio www.silf-cgil.org è stato integralmente ripristinato. La presenza del sito mirror www.afnews.net/silf/ (che ora torna a funzionare solo come rilancio automatico al sito principale) ha evitato disservizi nel periodo di risistemazione del domini da parte del provider. Tutto è tornato nella normalità, comprese le caselle postali di servizio (per i Depositi Inediti). Grazie per la pazienza e buon lavoro ai nostri iscritti.

Etichette:


Italiani (del fumetto) brava gente? Mah...
Ogni tanto l'accumulo di indignazione produce una reazione. E' il caso di Roberto Recchioni, noto professionista del comicdom italiano, che, nel suo blog, esplicita la propria indignazione in forma ironica. Dando naturalmente il via a una quantità di commenti da parte dei suoi lettori (tra cui altri professionisti del fumetto), in parte impegnati in una sorta di gara per scoprire "di chi sta parlando Recchioni", in parte per aggiungere la propria indignazione alla sua. Per quanto l'indignazione dalle nostra parti possa sembrare poco produttiva, noi invece riteniamo sia sempre utile, per cui vi invitiamo ad andare a buttare un occhio al suo intervento, facendo semplicemente click qui. Se non siete del settore, forse scoprirete che anche il magico mondo del fumetto ha le sue belle rogne (ma se siete lettori abituali di afNews, questo lo sapete già abbondantemente). Se siete del settore, invece, forse non vi chiederete tanto "di chi sta parlando" quanto... "ma quanti ce ne sono che corrispondono alla descrizione, oggidì?". Buona lettura.

I Dimenticati fra i Dimenticati
Riceviamo: Venerdì 24 aprile ore 15.30 presso il Circolo Arcigay Il Cassero, via Don Minzoni 18, Bologna: I Dimenticati fra i Dimenticati - Seminario della memoria - La persecuzione degli omosessuali durante il nazi-fascismo. Interverranno: Patrizia Dogliani, storica, docente presso l'Università degli Studi di Bologna; Luca de Santis, scrittore, autore della graphic novel "In Italia sono tutti maschi"; Gabriella Romano, regista, autrice di "To Remember"; Sara Colaone, disegnatrice, autrice della graphic novel "In Italia sono tutti maschi". Al termine dell'incontro aperitivo di inaugurazione della mostra di tavole dal romanzo a fumetti "In Italia sono tutti maschi", Kappa edizioni 2008. A cura di: CESD Centro Studi sulla Discriminazione, SCI Servizio Civile Internazionale, AEC-EA Education, Audiovisual & Culture Executive Agency.

Etichette: ,


Sanguinosa infanzia con Tintin, Linus e Topolineide
"Un uomo che sta per diventare padre viene improvvisamente assalito da un senso d'angoscia. La sua paura non è legata al ruolo che l'attende. Appare piuttosto dettata da un sentimento di smarrimento, che lo riconduce à rebours. In un luogo dimenticato ritrova i suoi giornalini e i Tintin, gli album originali di Cocco Bill, i Mandrake, Nembo Kid, Linus, Topolineide, l'Uomo Mascherato, che hanno abitato la sua infanzia, rivivono nel ..." La recensione completa di Lucia Ravera a Tu, sanguinosa infanzia di Michele Mari per Einaudi, potete leggerla facendo click qui.

Etichette: , ,


Ancora voci sul film con Blake e Mortimer
Ancora voci sul film che porterà sul grande schermo la serie Blake et Mortimer di Jacobs, in particolare l'avventura culto Il Marchio Giallo. Regista Alex de la Iglesia, attori: Hugh Laurie (Dr House) nel ruolo dello scienziato Philip Mortimer e Kiefer Sutherland (24) come Francis Blake dell'MI5. Sarà così? Vedremo...

The movie with Blake and Mortimer by Jacobs? Learn more: click here.

Etichette: ,


Uffa! Che Pazienza alla Biennale della Democrazia
Ci viene segnalato un nuovo importante appuntamento per i fan di Uffa! Che Pazienza. La proiezione di alcune puntate della serie tv è stata inserita nel programma della prestigiosa manifestazione culturale Biennale della Democrazia, che si svolgerà a Torino dal 22 al 26 aprile. Ecco gli appuntamenti previsti: Sabato 25 aprile, h. 15.00, Cinema Massimo, via Verdi 18, Torino. Proiezione di alcune puntate della serie e giochi con l’animazione, collaborano Enarmonia, Enanimation e il Laboratorio Immagine 2 Iter. Merenda per tutti offerta da Ferrero. Domenica 26 aprile, h. 10.00 Circolo dei Lettori, Salotto Verde e Sala delle Amache, Palazzo Graneri della Roccia, via Bogino 9, Torino. Giochi con i cartoni animati, collaborano gli artisti di Enarmonia e il Laboratorio Immagine 2 Iter. Info: www.enanimation.it - www.enarmonia.it - www.uffachepazienza.com

Etichette:


mercoledì 22 aprile 2009

MoisEditoriale - Eroiche Ronde anti-gelato (e kebab)
Ronde anti-gelato (e kebab)
Noi che viviamo e lavoriamo nel Magico Mondo dei Fumetti siamo abituati alle assurdità. Pensateci bene, gente che vola ingoiando noccioline, diventa fortissima mangiando spinaci o si fa mordere da un ragno radioattivo e poi zompa fra i grattacieli attaccato ad una tela! Abbiamo fatto un tale callo ai più sperticati voli della fantasia che siamo in grado di sopportare le peggiori boutades del PresDelCons senza fare (quasi) una piega. Tuttavia confesso che, anche dal mio sciroccato pulpito nel mondo di ToonTown, le periodiche sparate della Lega Nord continuano a lasciarmi di stucco. Sarà quel colorino verde-Hulk che gli obnubila i (pochissimi) neuroni, saranno le radiazioni Gamma sprigionate dall'overdose di Cassoela o le allucinazioni che l'eterno priapismo induce quando il flusso sanguigno trascura il cervello per convergere in zona Celodurista... Sarà quel che sarà ma ogni volta che cerco di dare un senso ai finissimi sillogismi leghisti mi coglie un terribile horror vacui. Stavolta tocca a quei covi di nequizia che sono i venditori di kebab. Visto che all'esterno di qualcuno di questi locali c'è talvolta chi fa un po' di casino, cosa decide l'acuto entourage legaiolo? Sanziona, multa o redarguisce chi - eventualmente - ha violato una regola della buona creanza, della buona educazione, financo della legge? Noooohhhh! Troppo complesso per le menti semplificatorie e proto-calderoliane delle teste verdi! Molto meglio proibire a chichessia di consumare kebab, gelati e cibi da passeggio. Stupefacente nevvero? Ora, da felice frequentatore delle fantasiose lande fumettistiche, non posso fare a meno di augurare alle (pare) neo-rinate ronde padane di redarguire magari il nipotino di nonna Abelarda !
Il MoisEditoriale di oggi si ispira a questa notizia. By Moise

Etichette: ,


Un volume per la Vera Storia di Novecento
Dalla pubblicità che appare su Topolino 2787, la nuova edizione de La Vera Storia di Novecento, firmata Baricco, Faraci, Cavazzano, con tanto di "ricca sezione editoriale dedicata al dietro le quinte e tavole inedite", uscirà il 30 aprile 2009 "in edicola e nelle migliori fumetterie". Dall'immagine (che vedete qui accanto) non è chiaro se si tratterà di un volume cartonato (come l'opera meriterebbe), o di uno spesso brossurato. Ci piace sperare che sarà un cartonato e che, almeno in seguito, verrà distribuito nelle librerie, per restare sul tema sollecitato dai nostri amici argentini del Manifesto per il Fumetto per Bambini e Ragazzi. [Click qui per una nota di Faraci sul libro nel suo blog.]

Etichette: , ,


Manifesto per il Fumetto per Bambini e Ragazzi
Mentre in Italia dovrebbe essere trattato con carattere di Problema Nazionale quello della scarsissima lettura e della non-lettura in ogni fascia d'età, nonché della disastrosa "disattenzione culturale" sul fumetto per bambini e ragazzi, condividiamo con voi analoghi (pur se non identici) problemi evidenziati dai nostri colleghi in Argentina. Ecco cosa riceviamo da un nostro corrispondente: Manifesto di Banda Dibujada per il Fumetto per Bambini e Ragazzi (Manifesto redatto in Argentina nella web Imaginaria, il 16 marzo di 2005). Fino ad oggi conta più di 900 fir­matari. Ringraziamo Bruno Olivieri per essere stato il primo italiano a collaborare con Banda Dibujada con un bellissimo fumetto intitolato: "Perché il nome "fumetto”? e per la consulenza alla traduzione di questa versione italiana del Manifesto per il Fumetto per Bambini e Ragazzi). Noi firmatari, (le firme che appaiono in coda sono relative ai componenti al gruppo iniziale che hanno dato l'impulso al Manifesto), operatori della cultura e dell'ambito editoriale, denunciamo la mancanza di attenzione ed interesse che le case editrici editoriali - almeno quelle argentine - hanno nei confronti dell'edizione di fumetti per bam­bini e ragazzi. Tanto in ambito scolastico, quanto negli ambienti culturali, si determina un costante riferimento circa l'importanza del fumetto come genere di grande gradimento popolare; come mezzo di comunicazione ed espressione e come materiale di lettura. Ma questo apprezzamento non si riflette nella produzione editoriale nazionale. Osserviamo che le case editrici "negano" al fumetto per bambini la sua condizione di espressione letteraria genuina, considerandola un genere minore. Nelle librerie, è frequente ed abituale osservare belle e lussuose edizioni di libri di racconti per l'infanzia, ma non di fumetti per bambini e ragazzi. Desideriamo anche che questa preoccupazione sia recepita e inoltrata ai settori di diffusione della Letteratura Infantile e Giovanile (LIG). La Letteratura Infantile e Giovanile sta lottando da tempo per la sua visibilità nei mezzi di comunicazione e la società e sarebbe paradossale che il fumetto dovesse fare altrettanto all'interno della LIG. Parliamo della necessità prioritaria di realizzare e pubblicare "libri" e non solamente "riviste" di fumetti: consi­deriamo che i libri si preservano perché sono progettati per proteggere il suo contenuto dal passare del tempo e possono essere conservati "per sempre" nella biblioteca.Il formato della "rivista", invece, proprio per le sue caratteristiche, è effimero: serve per essere letto, ma è trasformato in breve tempo in un supporto usa e getta. Per contro, il libro può trovarsi sempre in qualche libreria o biblioteca, accessibile al pubblico, invece le riviste restano per un tempo molto breve disponibili nelle edicole. Il fumetto per bambini e ragazzi (almeno in Argentina), è stato sempre pubblicato in formato di "rivista" e, per tale motivo, una gran quantità di titoli al giorno d'oggi sono stati dimenticati. Il fumetto per bambini e ragazzi, come ogni espressione artistica, è parte della nostra cultura e testimone del nostro passato. Se si nega o ignora questa parte della nostra cultura, si sta negando anche ciò che siamo stati, la costruzione del nostro presente in proiezione del nostro futuro. E sappiamo già che una società senza memoria, è impossibile che evolva e si sviluppi. Per questo motivo sosteniamo che il formato nel quale dovrebbero pubblicarsi i fumetti per bambini e ragazzi, e perché no, i fumetti in generale, è quello del "libro" o, come è denominato in Europa, "album” o “graphic novel". Un formato nobile, molto più appropriato per una lettura prolungata nel tempo che darà al genere l'aspetto formale e materiale che merita. Con la finalità di offrire una maggiore diffusione di fumetti per bambini e ragazzi, inoltriamo questo Manifesto e crediamo nel Movimento Culturale Banda Dibujada il cui principale obiettivo è promuovere la lettura, l'edizione, la rivalutazione e la creazione di opere di fumetti per bambini. Consideriamo che tanto l'ambito familiare che quello scolastico, siano i luoghi idonei affinché il fumetto per bambini raggiunga il suo sviluppo e la sua espansione come materiale di lettura, poiché consideriamo il genere come un veicolo di indubbia efficacia per l'entrata del bambino nel mondo della lettura dei libri. Per questo motivo invitiamo i docenti ed educatori a sollecitare la lettura del fumetto nelle aule scolastiche; chiediamo loro che siano sensibili al nostro richiamo alle case editrici per l'edizione di fumetti creati per nuovi valori e la riedizione dei classici che oggi sono praticamente inaccessibili. Molte opere si sono perse nell'oblio, opere che meriterebbero di essere rivalutate. E molte opere sono chiuse nei cassetti dei disegnatori e sceneggiatori, opere che meriterebbero di essere pubblicate. Nel pensiero e nelle azioni del lettore di questo Manifesto, sarà la risposta e la soluzione di ciò che stiamo tentando di portare avanti.Con gli aderenti a Banda Dibujada, desideriamo condividere le volontà per portare avanti gli obiettivi esposti nel Manifesto e per questo scopo ci avvarremo dell'efficacia di Internet.Gli interessati ad aderire al Manifesto possono farlo visitando il nostro sito web (in spagnolo): http://ar.geocities.com/bandadibujada/ . Il nostro blog (anche in spagnolo): http://bandadibujada.blogspot.com o scrivendo (in spagnolo, inglese o italiano) a: bandadibujada@yahoo.com. Sostenitori: Chanti , fumettista, umorista grafico, Mendoza, Argentina, - Cesar Da Col, disegnatore, Consigliere del Mu­seo della Caricatura "Severo Vaccaro", Buenos Aires, Argentina, - Junior, fumettista, umorista grafico, Cor­doba, Argentina, - Fabián Mezquita disegnatore, Consigliere del Museo della Caricatura "Severo Vaccaro", Buenos Aires, Argentina, - Adrián Montini fumettista, illustratore, professore di fumetto, Quilmes, di Buenos Aires, Argentina, - Juan Sáenz Valiente, fumettista, Buenos Aires, Argentina, - Roberto Sotelo, docente, bi­bliotecario, Co direttore di Imaginaria, rivista elettronica su letteratura infantile e giovanile, Munro, prov. Di Buenos Aires, Argentina.Aderenti: I nomi degli aderenti saranno iscritti in (click here): BANDA DIBUJADA http://bandadibujada.blogspot.com Fundadores: Chanti/ César Da Col/ Junior/ Fabián Mezquita/ Adrián Montini/ Juan S.Valiente/ Roberto Sotelo.

Etichette:


Torino Comics: promossa o rimandata?
Paolo Moisello e Davide Caci - photo Goria - click"Torino Comics non è bocciato, ma nemmeno promosso con ottimi voti... È rimandato a settembre. Da una parte, ci sono l'impegno, un ritorno di pubblico, una discreta presenza di autori. Dall'altra, il problema di fiducia da parte degli addetti ai lavori (e quindi di presenze standistiche), e una crescita della manifestazione a livello di contenuti: più mostre, organizzate meglio, conferenze più variegate..." Articolo completo di Davide Caci: click qui.

Etichette:


Graphic Novel? Ma basta, insomma! Ne parla Plazzi
Andrea Plazzi - photo Goria - clickPer la precisione Andrea Plazzi parla de Il Fantasma del Fumetto addirittura su Il Mulino, il che lascia intendere che il fumetto si sta facendo strada anche nei luoghi dell'approfondimento politico, economico e sociale, pur passando attraverso la falsante anglomania del termine "graphic novel", quasi che un termine inglese abbia, di per sé, maggiore dignità della sua onesta (e precedente) versione in italiano: romanzo a fumetti. Pregiudizio, ignoranza, supponenza, furberia, pressapochismo e chissà quanto altro gira attorno all'uso, spesso a sproposito, del termine in inglese. Plazzi coglie l'occasione, notevole, per fare il punto e anche per pungere. E a qualcuno la puntura potrebbe risultare sgradita. L'articolo è anche in linea: potete leggerlo facendo click qui.

Etichette:


Coniglio Editore lancia a Napoli Comicon...
Riceviamo: "Giallo luminoso e brillante è il sole che si attende su Napoli per festeggiare l'arrivo della primavera e il ritorno di un imperdibile appuntamento per gli amanti del fumetto. E yellow - il giallo, appunto, della quadricromia CMYK - è il colore dell’undicesima edizione di Napoli Comicon. Festival internazionale del Fumetto e dell’Animazione, che si terrà, come d'abitudine, dal 24 al 26 aprile nella splendida cornice del Castel Sant'Elmo a Napoli. Il calendario è al solito ricco di incontri, mostre e ospiti prestigiosi. Dalla Maratona Watchman col film e i fumetti di Moore e Gibbons, all'omaggio al grande Tanino Liberatore, cui è dedicata la mostra principale, per arrivare a Leo Ortolani e il suo Rat-Man, uno dei tanti ospiti eccezionali di questa edizione. Coniglio Editore sarà puntualmente presente alla manifestazione con tutte le sue novità e con due appuntamenti nella Sala Incontri. La collana Lezioni di Fumetto sarà la vera protagonista di Coniglio Editore in questa edizione di Comicon. Domenica 26, alle 15.30, Laura Scarpa ne presenterà ben due titoli in anteprima: l'uno dedicato da Davide Occhicone a Bruno Brindisi, uno dei più affermati disegnatori del fumetto italiano, firma di Tex e Dylan Dog, presente all'incontro insieme all’Autore; l'altro dedicato da smoky man a Davide Toffolo, autore di fumetti pubblicato in tutto il mondo e leader della band Tre Allegri Ragazzi Morti. In questa medesima collana è apparsa anche una lezione su Dave Gibbons, in cui Gibbons racconta la sua carriera e descrive il suo processo creativo, con particolare attenzione al capolavoro Watchmen, che Comicon celebrerà con una maratona quest'anno venerdì 25 aprile. Fra gli ospiti internazionali di questa edizione 2009 ci sarà anche Eduardo Risso, autore con Carlos Trillo di Chicanos, la serie - sono appena usciti il quinto e sesto volume - che narra le dis-avventure di Alessandrina Yolanda Jalisco, immigrata messicana negli Estados Unidos e al tempo stesso investigatrice privata. Allo stand Coniglio Editore saranno come sempre presenti Blue e X Comics, ma anche i primi due numeri di BangArt, un bimestrale per gli amanti della nuova arte contemporanea che rappresenta un’assoluta novità nel panorama dei visual magazine italiani. Sull’ultimo numero di Scuola di Fumetto sarà invece possibile gustare un lungo sketchbook dedicato a Tanino Liberatore, ospite d’onore del festival e protagonista della mostra principale.
Ma la vera novità di questa edizione sarà la nuova rivista ANIMAls, in edicola da maggio 2009. Fumetti, storie, la vita e nient'altro è quanto promette di raccontare questo nuovo progetto, che vedrà il concorso, di volta in volta, di celebri disegnatori, ma anche scrittori e giornalisti. La rivista sarà presentata in anteprima nel corso di un aperitivo con gli autori sabato 25 aprile alle ore 12.30: presenti Gipi, Bastien Vivès, Riccardo Mannelli, Makkox, Laura Scarpa e altri ospiti."

Etichette: ,


Hamelin e Canicola al Napoli COMICON
Riceviamo: "Hamelin sarà presente all'11° edizione di Napoli COMICON, Salone Internazionale del Fumetto e dell'Animazione, dal 24 al 26 aprile presso gli spazi del Castel Sant'Elmo di Napoli. Ci trovate nello spazio editori allo stand B1 diviso con l'associazione culturale Canicola di Bologna. Se venite a trovarci potete dare un'occhiata alle nostre ultime pubblicazioni: Sergio Toppi. Il segno della Storia. Dopo i volumi dedicati a Magnus e a Gianni De Luca, entrambi vincitori del premio Fossati, il terzo saggio di approfondimento sull'opera di un maestro del fumetto italiano e internazionale. Quasi quattrocento pagine con interventi di studiosi del fumetto, e non solo, per una vera ricerca sull'opera del grande Toppi. In collaborazione con Black Velvet Editrice. Futuro presente. Ipotesi di società future. L'ultimo numero di Hamelin. Storie, figure, pedagogia, dedicato alla fantascienza, genere tutt'altro che fuori dal nostro presente, con cui l'editoria per ragazzi, il fumetto, l'illustrazione e il cinema sembrano non smettere mai di confrontarsi. Accanto agli articoli su Dick, Ballard, Lethem, trova spazio una nutrita sezione dedicata al visivo: la figura e l’opera del grande maestro Sergio Toppi, un ritratto di Shaun Tan e un’intervista a Anthony Browne, uno degli illustratori più interessanti nel panorama internazionale, una riflessione sul lungometraggio Wall-e. Metafore d'infanzia è il catalogo bilingue dell'omonima mostra a cura di Hamelin. Il libro indaga il territorio dell'infanzia intesa come un'età altra che le figure possono raccontare e rendere evidente attraverso l'uso della metafora, spesso creando icone che diventano veri e propri simboli di questa età. Alle immagini di Anthony Browne, Beatrice Alemagna, Kitty Crowter, Anne Herbauts, Susanne Janssen, Francesca Ghermandi e autori più giovani come lo spagnolo Pablo Auladell, la francese Marie Caudry e la tedesca Barbara Yelin sono accompagnate da scritti di Giovanna Zoboli, della psicologa psicoterapeuta infantile Manuela Trinci, della studiosa d’illustrazione francese Sophie van Der Linden e tre interviste agli autori Anthony Browne, Susanne Janssen, Kitty Crowter. Fantasmi, pubblicazione edita in occasione della mostra bolognese di Fabian Negrin, evoca delle presenze a metà strada fra la dimensione del sogno e quella della realtà, veicoli potenti, delle paure, dei sogni, dei meccanismi profondi che muovono l'esistenza umana. Le immagini, per buona parte inedite, e le parole dell'artista si mescolano e si inseguono fra le pagine in un gioco di associazioni spontanee. Grafica di orecchio acerbo. Canicola 7. In occasione del Comicon, dopo 4 anni dalla presentazione del primo numero proprio a Napoli, il progetto Canicola si rinnova. Il settimo numero si presenta con nuovi obiettivi, nuova veste e nuovi autori, nuovi stili e nuovi racconti nella speranza di proseguire con qualità il proprio percorso di ricerca che ha portato a riconoscimenti nazionali e internazionali. Questi gli autori presenti: Andrea Bruno, Michelangelo Setola, Amanda Vahamaki, Alessandro Tota, Giacomo Monti, Marino Neri, Vincent Filosa, Rosario Vicidomini, i finlandesi Marko Turuenen e Anna Sailamaa (vincitrice di Fumetto Lucerna 2009), il norvegese Martin Ernstsen, lo statunitense C.F., la tedesca Marijpol. Da questo numero sarà inoltre possibile abbonarsi."

Etichette:


Il Senato Italiano e il Fumetto
mano di Francesca MengozziPer la Giornata Mondiale del Libro e del diritto d'autore, la Libreria - Centro di informazione e documentazione al pubblico del Senato (Libreria di via della Maddalena, Roma) ha predisposto, col titolo "Leggere le istituzioni", una settimana di incontri con le scuole in visita al Senato, con la partecipazione di esponenti del mondo del fumetto e delle istituzioni. Si parte giovedì 23 alle 10:00, con Claudio "Greg" Gregori, attore, musicista e autore, con un passato da fumettista, che tratterà il tema "Il fumetto: un linguaggio ancora attuale per comunicare con i ragazzi?". Alle 15:30 ci sarà un incontro con i creatori del fumetto per la comunicazione istituzionale del Senato, Luisa Mazzetti e Flaviano Pizzardi, che parleranno di "Istituzioni nel balloon: come nascono Gianni, Johnny e Kiki". Martedì 28 alle 18:00 si parlerà di letteratura e fumetto con il senatore Gianrico Carofiglio e Sergio Staino. Mercoledì 29 alle 10:30 a trattare il tema vitale "La cultura rende liberi. Dialogo tra generazioni", ci sarà la senatrice a vita Rita Levi-Montalcini.

Etichette:


Il periplo di Pratt fa tappa a Cherbourg
E' riduttivo, ma soprattutto sbagliato, legare il nome di Hugo Pratt a quello di Corto Maltese, il personaggio che ha disegnato per quasi trent'anni. Oltre al popolare marinaio, Pratt ha infatti ideato nel corso della sua lunga attività, storie e personaggi di ogni genere, dall'Asso di Picche degli esordi al Sergente Kirk, dai racconti dell'ultima guerra mondiale di Ernie Pike alle riduzioni di romanzi famosi, come L'isola del tesoro di Stevenson. Pratt, insomma, non è stato solo uno straordinario romanziere per immagini, ma anche un vero artista, come dimostrano gli infiniti lavori (acquarelli, bozzetti preparatori, ritratti, paesaggi, ecc.) che ha lasciato e che adesso le edizioni Lizard stanno raccogliendo in grossi volumi. Il primo, Periplo immaginario, è uscito nel 2005 in occasione di una grande mostra ospitata a Siena. Il secondo, Periplo segreto, è un volume di oltre 400 pagine, edito dalla Rizzoli-Lizard, e raccoglie disegni, illustrazioni, acquarelli e altri lavori spesso inediti, che Pratt ha realizzato in quasi mezzo secolo, tra il 1950 e il 1995, quando è scomparso. Il volume permette di completare il lungo itinerario artistico di questo autore, che è stato non solo uno straordinario narratore, ma anche un attento osservatore della realtà, degli uomini, delle donne, dei soldati, dei paesaggi dei mille luoghi che ha visitato durante il suo vagabondare per il mondo, dalla Patagonia all'Africa, da Venezia che gli è rimasta nel cuore, all'Irlanda delle antiche leggende. Fra le decine di ilustrazioni, quasi tutte a colori, raccolte nel libro ci sono anche i suoi personali e originali ritratti di Marylin Monroe, Marlène Dietrich e Louise Brooks, i suoi ideali femminili, ma anche scene di guerra e di calcio. Insomma, in queste pagine non c'è solo la storia artistica di Pratt, ma anche la cronaca di gran parte del Novecento, vista sia attraverso i suoi eroi di fantasia, ma anche con i volti di molti protagonisti, anche quelli anonimi. Il volume viene pubblicato anche in Francia, dalla casa editrice Casterman - un nome storico per gli appassionati dei fumetti - come catalogo della mostra che Cherbourg, città francese sulla costa della Normandia, dedica al disegnatore veneziano, che in Francia è tuttora molto popolare. La rassegna resterà aperta fino al 20 settembre prossimo, ed è l'ennesimo riconoscimento a un artista che a Parigi è stato già ospitato al Grand Palais e nel 1988 è stato premiato dall’allora ministro della Cultura, Jack Lang. Sono eventi di vent'anni fa, ma ben presenti nel ricordo di quanti hanno apprezzato, e continuano ad apprezzare, la genialità artistica di Hugo Pratt. [Carlo Scaringi]

Etichette:


martedì 21 aprile 2009

Accademia Belle Arti Bologna: open day fumetto
Riceviamo: CORSO DI FUMETTO E ILLUSTRAZIONE - Iniziative di Orientamento - OPEN DAY 22 aprile 2009 - Una giornata per informarsi sui Corsi di diploma in Fumetto e Illustrazione. Per il secondo anno consecutivo i futuri studenti dell'Accademia di Belle Arti di Bologna potranno soddisfare in prima persona tutte le curiosità relative al Corso triennale in FUMETTO E ILLUSTRAZIONE che, dal 2004 anno della sua istituzione, permette di conseguire, primo e unico in Italia, un diploma accademico di primo livello. Nei suoi primi cinque anni vita, il corso ha superato i 220 iscritti e, dall'A.A. 2007/08, ha ampliato il suo percorso formativo con l'attivazione del biennio specialistico in ILLUSTRAZIONE PER L'EDITORIA e l'istituzione del biennio in LINGUAGGI DEL FUMETTO a partire dal 2009/10. In previsione dell’A.A. 2009/10, per meglio illustrare il percorso formativo e la struttura dei corsi MERCOLEDÌ 22 APRILE DALLE ORE 10.00 SI SVOLGERÀ UN OPEN DAY durante il quale gli studenti interessati potranno incontrare i docenti dei corsi, ricevere ulteriori informazioni e visitare l'Accademia. Nello stesso giorno sarà possibile effettuare una pre-iscrizione ai Corsi di diploma di primo e di secondo livello. Informazioni più dettagliate sono reperibili sul sito
http://www.accademiabelleartibologna.it/ e scrivendo a
infofumettoeillustrazione@accademiabelleartibologna.it - Accademia di Belle Arti di Bologna, Via delle Belle Arti 54.

Etichette:


Offerta di lavoro: sceneggiatore cerca disegnatrice
Riceviamo (e pubblichiamo, insieme al nostro consueto consiglio: per ogni offerta di lavoro, in Italia e all'estero, ricordatevi di contattare il sindacato di categoria cui siete iscritti (se SILF: www.afnews.net/silf/ - silf@slc.cgil.it) per la verifica (preventiva) dei vostri diritti e la correttezza dei contratti e delle condizioni di collaborazione - con l'occasione ricordiamo a chi offre lavoro le regole per la pubblicazione su afNews che si trovano qui www.afnews.info/modulolavoro/): Di seguito e' riportato quanto inviato tramite il modulo che si trova all'indirizzo http://www.afnews.info/modulolavoro/. L'invio e' stato effettuato da (enricope64@libero.it) nel giorno Martedi, 21 Aprile, 2009 alle ore 09:37:55. Nome: Enrico Cognome: Petrella Indirizzo: Via Raffaele Piria 12 cap: 10144 comune: Torino Testo: Per progetto di fumetto realistico sceneggiatore cerca disegnatrice/disegnatore con cui condividere il rischio d'impresa dividendo tutti i guadagni al 50%. La proprietà delle tavole prodotte verrà divisa al 50% fra disegnatore e sceneggiatore, così come i diritti d'autore, tramite un contratto scritto preliminare fra sceneggiatore e disegnatore, per il quale verrà richiesta la verifica formale dal sindacato di categoria SILF. Il genere è sentimentale/ avventuroso/ poliziesco/ psicologico/ filosofico/ esoterico/ spirituale, per cui i disegnatori il cui stile e mentalità non sono coincidenti con la proposta sono gentilmente pregati di non rispondere: chi mette questo annuncio NON è una casa editrice che può dare lavoro a disegnatori in cerca perciò il "mandiamo tanto non si sa mai" NON è una buona idea ma solo una perdita di tempo per voi e un carico inutile per me sulla casella di posta. Saranno valutate in special modo le seguenti caratteristiche: a) Il grado di professionalità di chi si propone. b) Poiché il fumetto progettato ha una protagonista femminile, sono preferite le disegnatrici ai disegnatori in quanto più adatte a interpretare e a descrivere la femminilità nelle sue diverse espressioni, e anche per equilibrare il fatto che i soggetti e le sceneggiature hanno già una matrice maschile. c) La vicinanza geografica (Torino - Piemonte - Nordovest): è vero che gli scambi telematici sono una grande opportunità per lavorare insieme a distanza, ma nulla può sostituire uno scambio diretto tra sceneggiatore e disegnatore. INVIARE MAIL SUCCINTA CON DESCRIZIONE STILE, CURRICULUM E POCHI SIGNIFICATIVI ESEMPI GRAFICI DEBITAMENTE COMPRESSI. GLI INVII SUPERIORI A 1M SARANNO AUTOMATICAMENTE CESTINATI SENZA ESSERE VISIONATI. data: 21 aprile 2009.

[Attenzione: NdR 2 settembre 2009. Il richiedente ci ha segnalato che il suo nuovo indirizzo eMail è petrella.enrico@fastwebnet.it e sostituisce il precedente.]

Etichette: ,


Ancora un rinvio per il "blasfemo" Magdy El Shafee
Ancora un rinvio per il processo che la giustizia criminale del Cairo sta intentando contro il cartoonist egiziano Magdi El Shafee e il suo editore Mohammed Sharqawi: dopo l'udienza del 4 aprile scorso, anche la comparizione di sabato 18 aprile ha portato il giudice a rimandare tutto (forse) al 12 maggio 2009. In un'atmosfera "kafkiana" (oltre a quella di Magdi si dibattevano altre cinquanta udienze nella medesima, piccola aula) l'artista è stato supportato da numerosi esponenti della cultura egiziana, tra cui lo scrittore Sun Allah Ibrahim e il fumettista Ahmad El Balad, uniti nel ribadire l'imprescindibilità dalla libertà d'espressione e soprattutto l'infondatezza delle accuse rivolte alla graphic novel "Metro". La presenza nell'opera di un "linguaggio da strada" e la rappresentazione di una "donna dai seni nudi" sono infatti funzionali alla storia, rappresentano la realtà quotidiana delle persone e pertanto non possono costituire "oltraggio alla pubblica decenza" (reato che prevede in Egitto fino a due anni di carcere). Purtroppo non si è vista la commissione di critici d'arte che avrebbe dovuto giudicare "Metro" su richiesta della difesa, ma confortato dal grande appoggio, anche mediatico, ricevuto dopo il suo appello sul web, Magdi si è dichiarato all'uscita moderatamente ottimista sull'esito finale della vicenda. (Fonte: www.agendacomunicazione.it )

Egyptian cartoonist Magdi El Shafee will be judged the 12 of may 2009.

Etichette:


Si parla di Barks, Paperino e del nostro mondo
"Carl Barks il Signore di Paperopoli Ovvero Barks, Scarpa e il Colosso del Nilo. E’ finalmente uscito – in lingua italiana – il fondamentale volume di Thomas Andrae Carl Barks and the Disney Comic Book: Unmasking rhe Myth of Modernity (2006), tradotto come Carl Barks il Signore di Paperopoli. Zio Paperone e la critica della modernità, Genova, Prospettiva Globale Edizioni, 2009, con una copertina di Corrado Mastantuono (il Sergio Toppi dei fumetti disneyani). Thomas Andrae è ..." La recensione completa di Andrea Sani nel blog di Luca Boschi sul volume (di cui vedete qui accanto la copertina), anticipato molto per tempo su afNews, potete leggerla integralmente (e ne vale la pena: ci scoprirete cose molto interessanti) facendo click qui.

Etichette: ,


la Lotta di Liberazione a fumetti
Riceviamo: "Alla vigilia della ricorrenza della liberazione dal regime nazifascista avvenuta il 25 aprile 1945, Comics Boulevard, la libreria della Scuola Romana dei Fumetti, apre le sue porte a un evento che celebra la lotta per la liberazione di Roma e d’Italia. Le tavole e gli studi preparatori del volume a fumetti La Lotta per la Liberazione di Roma, realizzato dalla Scuola Romana dei Fumetti e dal Museo Storico della Liberazione (ristampato da Anicia con l'introduzione di Walter Veltroni), saranno esposte presso Comics Boulevard a partire da venerdì 24 aprile alle ore 17.00, ora in cui si svolgerà l’incontro con gli autori MASSIMO ROTUNDO (disegnatore per Brendon, Volto Nascosto), LUIGI PITTALUGA (disegnatore per Julia, Nick Raider), EMILIANO D’ARCANGELI (disegnatore, scenografo), STEFANO SANTARELLI (sceneggiatore per Martin Mystère, Splatter), MASSIMO VINCENTI (sceneggiatore per I Grandi Miti Greci a Fumetti, Nick Raider)." Info: http://www.comicsboulevard.com/

Etichette: ,


lunedì 20 aprile 2009

Torino Comics 2009: il divertente reportage di Moise
Buondì a tutti! Dopo le rutilanti animazioni rapallesi di Cartoons on the Bay e l'aplomb fin troppo serioso della Fiera del libro per Ragazzi di Bologna, visitare Torino Comics & Games è come tornare a casa! Ti togli il vestitino bello, ti metti in vestaglia e pantofole e ti godi senza problemi una gioiosa, giocosa e un po' casinista giornata con gli amici! Per me Torino Comics è questo, un ambiente rilassato, allegro e spontaneo dove si può vagabondare e girellare fumettisticamente nella sicurezza di divertirsi. Si incontrano gli amici, i colleghi, i conoscenti e, nella stessa rilassante situazione, capita di chiacchierare e cazzeggiare amabilmente sia con il super-esordiente di turno con la testa e la matita piene di idee formidabili e innovative sia con i Grandi Maestri del fumetto come Giorgio Rebuffi, che le stesse idee le ha magari già realizzate, assieme ad altre ancora più esaltanti, qualche decennio fa, quando i computer stavano ancora nei fumetti, invece che sul tavolo da disegno! Insomma, lo avrete già capito: Torino Comics mi piace assai e sono felice, anno dopo anno di respirarne la stessa, pura e semplice aria fumettistica! Quest'anno ho avuto l'ulteriore piacere di condividere le mie vasche Torino-Comiche con uno sciroccatissimo gruppo di amici: il saggista & comics factotum Dade Caci, l'informatico-fumettistico Dave Brizio e lo sceneggiatore Disney Giorgio Salati. Che dire? Anche un orso solitario come il sottoscritto ha dovuto ammettere che un gruppo ben affiatato e adeguatamente casinista è una spezia assolutamente raccomandabile per quel saporoso piatto che è Torino Comics! Assaggiatevillo! Moise [Click qui per lo slide show - click qui per il formato leggero con divertenti didascalie in vista]

Etichette: , ,


Concorso per allievi di scuole di fumetto e artistiche
Disegno di DanyIn occasione dell'anno dedicato al fumetto belga (2009) l'Ufficio Belga per il Turismo Bruxelles - Vallonia, il CTS ( Centro Turistico Studentesco e Giovanile ), la Brussels Airlines e l'Associazione italiana professionisti del fumetto Anonima Fumetti (responsabile per gli aspetti scientifici), indicono il premio artistico dedicato ai personaggi tipici del fumetto belga Il Fumetto Belga per Bambini e Ragazzi. L'obiettivo è far conoscere meglio la produzione fumettistica del Belgio, stimolando nel contempo, la produzione di fumetti per bambini e ragazzi in Italia. Il Premio è riservato agli allievi di Scuole di Fumetto e di Scuole e Accademie d'Arte e di grafica in Italia, quali licei artistici, Accademie di Belle Arti, di ogni ordine e grado. Il Premio vuole stimolare la crescita di nuove leve di autori di fumetto invitando i giovani autori a impegnarsi nelle tematiche per bambini e ragazzi in Italia e sono dunque esclusi i professionisti del settore. La partecipazione al Premio è gratuita. Scuole e allievi possono trovare tutti i dettagli, i moduli di iscrizione, consigli, il premio per i vincitori e il regolamento del Premio qui: www.anonimafumetti.org/premiobelgio2009

Etichette: ,


Il foto reportage da Torino Comics di Serena Romio
Anche la cartoonist Serena Romio ha "sparato" una discreta quantità di foto a Torino Comics 2009. Le potete vedere tutte facendo click qui. Info: serenaromio.blogspot.com

Etichette: ,


Ecco gli ospiti internazionali di Napoli Comicon
Saranno a Napoli Comicon, oltre ai già citati ospiti (si veda il sito ufficiale), Alan Davis, Isabel Kreitz, Ángel de la Calle. "Ecco qui un elenco quasi completo di tutti gli ospiti internazionali dell'undicesima edizione di Napoli COMICON: dagli USA Phil Ortiz, uno dei principali responsabili della serie dei Simpson, l'autore di Fables Bill Willingham, (quest'ultimo in collaborazione con Fenice - Nine Arts Festival) e Danjel Zezelj, con Jessica Lurie; dalla Cina, Nie Chongrui e Song Yang; dal Libano Zeina Abirached, pubblicata in Italia da BeccoGiallo; dalla Francia Catherine Meurisse, Clément Oubrerie, Bastien Vivès e Alfred, dalla Spagna Paco Roca, in forza al COMICON grazie alla collaborazione con Tunué; dall'Argentina Eduardo Risso, grazie alla collaborazione con 001 edizioni; e infine, ultimi ma non da meno, grazie a XL, Mijn Schatje e Jeremyville."

Etichette:


domenica 19 aprile 2009

Luis Alberto Rosales passed away
Riceviamo dalla Fondazione Franco Fossati: Un grande amico del fumetto, prezioso storico e divulgatore del fumetto argentino, giornalista e collezionista appassionato, anche amico personale per molti di noi che scrivono e si occupano della Nona Arte, Luis Alberto Rosales ci ha lasciato sabato 18 aprile. Era nato il 21 dicembre 1944 a San Nicolas e aveva dedicato sempre gran parte del suo tempo e delle sue energie al fumetto, collaborando con numerose riviste in tutto il mondo. Nel 1977 era diventato il corrispondente di WOW con le puntuali "Notizie dal Sudamerica" che furono una delle colonne della rivista e con articoli che ci fecero scoprire personaggi come il mitico Patoruzù, contribuendo a creare un fantastico ponte tra i nostri continenti. In tempi più recenti ha collaborato con Il Fumetto e con Fumo di china, mentre il suo blog (http://www.top-comics.spaces.live.com/) inaugurato il 14 marzo 2007, è stato una presenza importante nella rete. Sapevamo dei suoi gravi problemi di salute e speravamo nel loro superamento; purtroppo così non è stato. Ci auguriamo che i suoi amici, a partire da Luis Sansalone che ha dovuto diramare la triste notizia, possano mantenere attivo il suo blog in suo ricordo. A Luis e ai suoi familiari va l'abbraccio del mondo del fumetto italiano.

Luis Alberto Rosales passed away. Learn more: click the links.

Etichette:


MoisEditoriale - RAIlusconi
RAIlusconi
Lo ammetto, oggi mi sono fatto guidare dalla tecnica umoristica più classica: la battuta introduttiva - in questo caso il sacrosanto grido di protesta del PD "La RAI non è una torta da spartire" - non poteva che veicolare una vignetta con quel mediatico gourmet di mr.B. ben felice di papparsi, anziche una parte, tuttatuttatutta la torta-RAI, cavallo compreso. Ah! Ah! Ah! Che bella battuta! Oh! Oh! Oh! Che arguzia! Che facezia!... Che tragedia! Perchè ciò che sta accadendo NON è una delle risate a denti stretti della Settimana Enigmistica e neppure una delle solite, pessime freddure dello stesso Mr.B. bensì una realtà talmente demenziale, assurda e incredibile da stridere con il nostro stesso buonsenso: il monopolio dell'informazione, anche di quegli ultimi frammenti di pensiero critico e di giornalismo indipendente sta per essere fagocitato dal gourmet di cui sopra. E dopo non potremo che deliziarci delle simpatiche 'interviste in ginocchio', delle 'pungenti' battutine all'acqua di rose, dei faraonici panegirici del premier , dei compiaciuti plastici vespiani e degli 'imparziali' grafici fediani che ci confermeranno che viviamo nel migliorissimo dei mondissimi possibilissimi e alla fine, quando ci staccheremo dal mega-video-obbligatoramente-sempre-acceso, anche noi, come Winston Smith, ameremo il Grande Fratello! Il MoisEditoriale di oggi si ispira a questa notizia. By Moise

Etichette: ,


Torino Comics 2009: prime foto
Alessandro Barbucci - photo Goria - clickQui per voi un primo set di scatti realizzati al Lingotto di Torino in occasione di Torino Comics 2009, manifestazione (condotta da Vittorio Pavesio e lanciata a suo tempo dall'Anonima Fumetti) che festeggia i suoi primi 15 anni. In mostra è anche l'opera del grande e compianto Luciano Bottaro, i 50 anni di del Lupo Pugaciòff di Giorgio Rebuffi (che non è solo una delle firme storiche del fumetto umoristico, col quale intere generazioni hanno debiti di riconoscenza, ma uomo dalla tempra eccezionale Moebiusche ha da pochi mesi superato gli 80 anni) e i 60 del suo sceriffo Fox. In questo primo breve fotoreportage (che verrà seguito da quelli degli altri inviati di afNews) trovate anche il consueto numero di noti professionìsti del fumetto, tra cui, forse, qualcuno dei vostri preferiti, chissà, e varie altre amenità festivaliere. Titoli e didascalie sono in fase di inserimento, ma le foto sono già tutte disponibili. Per vederlo vi basta fare click qui e ve lo godete nel formato slideshow. Altrimenti fate click qui per vederlo in un formato più leggero.

First photo set from the Italian comic art festival Torino Comics 2009. Just click the links.

Etichette: , ,


La storia del fumetto, in mostra in Val d'Aosta
"La stagione d'oro del fumetto italiano, dagli anni '50 in avanti, e alcuni tra i migliori autori che hanno lavorato per l'editore Bianconi saranno celebrati nella mostra La valle dei Fumetti - Autori italiani del fumetto per ragazzi, allestita dal 9 maggio al Castello di Ussel a Chatillon..." Articolo completo: click qui.

Etichette:


Ecco i fumetti piu' venduti
Angouleme - photo Goria - clickParliamo spesso del maggiore mercato fumettistico europeo, quello francofono. Ma quali sono i fumetti più venduti, on line, in quel mercato? Ve lo dice Amazon France, naturalmente, e per saperlo vi basta fare click qui. La graduatoria, in questo caso relativa a fumetti e umorismo, è aggiornata automaticamente ogni ora, ovviamente senza distinzione tra manga, bd, fumetto, historieta ecc. Se volete la classifica di vendita (sempre aggiornata ogni ora) del solo fumetto per bambini e ragazzi, fate click qui.

Which are the comic art best-sellers in France, sold on-line? Ask Amazon France: just click the links in this article.

Etichette: ,


sabato 18 aprile 2009

MoisEditoriale - Pinar
Pinar
Pinar. Sembra il nome di un'eroina da telenovela, qualcosa che rievoca tranquilli pomeriggi televisivi. E invece il Pinar è un cargo turco che ha raccolto un gruppo di miganti in balia del mare. Opera lodevole di solidarietà e - verrebbe da commentare - di normale umanità. Purtroppo adesso il cargo Pinar si trova bloccato dal braccio di ferro diplomatico-scaricabarile fra Malta e l'Italia. Inutile dire che nessuno li vuole, questi scalcagnati migranti tirati via per il rotto della cuffia dalle grinfie di Nettuno! Uomini, donne, bambini, tutti lì, sul ponte della Pinar, esposti alle intemperie, con la spada di Damocle della carenza di acqua, viveri e speranza che penzola sulle loro teste! Tutti lì ad aspettare che l'eterno battibecco diplomatico trovi uno sbocco, una mediazione, un sotterfugio che permetta ad uno dei contendenti di sbolognare la patata bollente al vicino. Che mirabile esempio di solidarietà, che smagliante simbolo di amore per il prossimo questo miserrimo teatrino politico sulla pelle delle persone! Ho detto persone? Pardòn, non sono mica dei nostri gli sfigati ospiti della Pinar! Non meritano cordgolio, compassione, visite del premier o passaggi in tivvù, nevvero? Sono solo un gruppo di sfigati che aspettano, aspettano, aspettano ed ogni tanto qualcuno smette di aspettare e se ne torna buono buono alla sua originaria destinazione... nel triste regno di Davy Jones.
Il MoisEditoriale di oggi si ispira a questa notizia. By Moise

Etichette: ,


Lucca: Genovese critica l'Annuario del fumetto
Da un po' di giorni è in edicola l'Annuario del fumetto 2009, realizzato a cura della redazione di Fumo di China. Nell'editoriale, non firmato, si attribuisce al Museo del fumetto di Lucca l'organizzazione delle mostre in programma per Lucca Comics & Games 2009. E si parla del Comics Day, in programma a settembre a Lucca, come una manifestazione promossa dal Ministero. Queste notizie hanno mandato su tutte le furie il direttore di Lucca Comics & Games, Renato Genovese, che le definisce "completamente false". Il suo intervento integrale, che non risparmia critiche, è pubblicato da LoSchermo.it (fare click qui o sull'immagine per leggere l'articolo).

Etichette: , ,


Jim Lange passed away
Il cartoonist statunitense Jim Lange è morto il 15 aprile 2009 all'età di 82 anni.

"Jim Lange, who for 58 years contributed unforgettable images to the editorial page of The Oklahoman, died late Thursday..." Full article: newsok.

Etichette:


Giannelli e Vincino ospiti di Ferrara
"Satira e censura" è il tema della trasmissione "Parla con l'Elefante", condotta da Giuliano Ferrara su Radio24 e andata in onda ieri mattina, venerdì 17 aprile. Ancora una volta si è discusso di Vauro, sospeso dalla Rai per una vignetta mostrata ad Annozero. Sono stato chiamati a intervenire Emilio Giannelli (vignettista del Corriere della Sera) e Vincino. "Le vignette sono insindacabili - commenta Giannelli - e rappresentano con ironia dei paradossi che sottolineano determinate situazione. Il fatto che una vignetta sia trasgressiva e irriverente prescinde dal giudizio sul cattivo gusto...". La trasmissione può essere scaricata e ascoltata in mp3 dal sito ufficiale di Radio24, facendo click qui o sull'immagine.

Etichette:


Fumetti Disney in India con italiani?
Fumetti Disney in India in Hindi grazie a un nuovo accordo con Junior Diamond. Ci saranno anche autori italiani? Click qui per saperne di più.

Etichette:


Pixar-Disney: UP, perche' dovrebbe essere un flop?
Click qui per il trailerDi questo parla Davide Sassarini sul quotidiano Agenda News. UP si annuncia come un bel film, di cui la Pixar non avrebbe nulla di cui vergognarsi, ma non ci sarà merchandising, perché il proganista è "troppo anziano", e questo lo porrebbe automaticamente nella lista dei "cattivi", da un certo punto di vista (quello dei soldi, ovviamente). Click qui per leggere l'articolo completo.

Etichette: ,


venerdì 17 aprile 2009

Spielberg dirige Tintin e Haddock: ecco le foto
O meglio, qui accanto ne vedete una, che potete vedere più in grande facendoci click sopra, ma sulla rivista Empire c'è un servizio sulle riprese del film dedicato a Tintin di Hergé.

"This shot was taken during a few moments of down time on the set, and shows Tintin himself (Jamie Bell) and Captain Haddock (Andy Serkis) talking with Spielberg. You'll have to..." Full article: click the photo.

Etichette: ,


Spriou contro i nazisti - per ragazzi e adulti svegli
Come, per tempo, avevamo anticipato su afNews (click qui per leggere gli interessanti dettagli anticipati e le relative immagini), la nuvoa avventura di Spirou, targata Schwartz e Yann, ambientata nel 1942, coi nazisti "in casa", è ormai prossima a uscire. Le Groom Vert-de-Gris il 7 maggio 2009 sarà nelle librerie. Francofone, naturalmente, ma anche on-line. I due eroi della serie Spirou e Fantasio, si rimproverano a vicenda un'eccessiva "vicinanza" con l'invasore: Fantasio è giornalista per Le Soir (il quotidiano di Bruxelles "occupato" dai nazisti) e Spirou è fattorino nell'albergo che è la base degli occupanti. Quel che Fantasio ignora è che Spirou... Avventura decisamente interessante di per sé, ancorata alla realtà storica, ancor più intrigante se si considera che di fumetto per ragazzi stiamo parlando. Se volete averne un'idea, vi basta fare click qui e gustarvi il trailer nella risoluzione a voi più gradita.

Here it comes. the news Spirou adventure by Schwartz and Yann. In 1942, with the nazis in Bruxelles. Learn more: click the links.

Etichette: , ,


ANIMAls: una bella rivista in arrivo?
Si preannuncia come una gran bella rivista, ANIMAls delle edizioni Coniglio. Tanti anni fa avremmo parlato di fumetto d'autore. Oggi... be', la terminologia può mutare, ma se fate click qui e curiosate nel blog dedicato a questa nuova rivista, potete farvene un'idea. Ci si troverà GiPi, Lorenzo Mattotti, Davide Toffolo, David B., Riccardo Mannelli, Bastien Vivès, Makkox, Lucia Mattioli, Paolo Bacilieri, Elisabetta Benfatto, Vanna Vinci, Tuono Pettinato, Lorena Canottiere, Marco Corona, Onze. In edicola l'8 maggio 2009, per vedere se abbiamo visto giusto.

New comic art magazine in Italy: ANIMAls. Learn more about it: just click here.

Etichette:


giovedì 16 aprile 2009

Esiste il diritto di satira in Italia? Ne parla Luttazzi
Click qui per leggere l'intervista completa su Mamma! a Daniele Luttazzi a proposito del caso Vauro e non solo.

Etichette:


MoisEditoriale - il falò più caro del mondo
il Falò più caro del mondo
E così, grazie al Grande Cuore Padano-Leghista, anche i terremotati dell'Abruzzo non dovranno più patire il freddo! Che ne dite? Vi piacerebbe sentire una notizia del genere n'est ce pas? Beh, per quanto riguarda il Grande Cuore Leghista scordatevelo pure, giacchè le rimarchevoli Teste Verdi, fra l'eventualità di usare un briciolo di buon senso e quella di bruciare 460.000.000 di Euro in un ottuso, costosissimo falò, non hanno avuto dubbi! Hai visto mai che qualche centesimo di questa spropositata cifra arrivasse (dio ce ne scampi!) a qualche clandestino, zingaraccio o Rom indecentemente sepolto sotto le macerie abruzzesi assieme ai terremotati 'regolari'! Ma c'è comunque un aspetto umano, un risvolto blandamente ottimistico in tutta questa vicenda? Massì, se i venti favorevoli spireranno con sufficente intensità dalle turrite roccaforti nordiche giù giù fino alle sabbiose, disarticolate, tragiche rovine abruzzesi, può darsi che qualche alito di tepore arrivi fin laggiù, fra chi patisce il freddo della solitudine ed il gelo dell'abbandono! Dopotutto, quattrocentosessanta milioni di euro che bruciano devono fare una bella fiammata!
Il MoisEditoriale di oggi si ispira a questa notizia. By Moise

Etichette: ,


Come tenere i ragazzi attaccati alla TV
La questione riguarda la televisione, non i fumetti e nemmeno, direttamente, la creazione di cartoni animati, ma è comunque da seguire con attenzione. Ne parla La Stampa in questo articolo dal titolo illuminante: "Disney, nella mente dei ragazzi a caccia del programma perfetto. Il colosso dell'intrattenimento ingaggia la guru dei trend giovanili Kelly Peña per capire i gusti dei bambini fra 6 e 14 anni e bissare il successo di “Hanna Montana” al maschile..." A dirla tutta Kelly Peña è già dal maggio 2000 a libro paga della Disney (click la foto qui accanto per saperne di più su di lei), ma nell'articolo si può scoprire qualcosa magari nota a chi crea fumetti per ragazzi, ma interessante in ogni caso, anche per le implicazioni che ha, in rapporto col mezzo televisivo. Click qui per leggere l'articolo completo.

Etichette: ,


Torino Comics 15 - gli ospiti
Domani parte Torino Comics & Games, edizione 2009. Il fine settimana del festival fumettistico torinese ospiterà ufficialmente Barbara Canepa, Eduardo Risso, Alessandro Barbucci, Gabriele Dell'Otto e Massimiliano Frezzato, oltre ai tanti autori che saranno impegnati a firmare dediche negli stand dei rispettivi editori. Trovate tutte le informazioni su questa edizione numero 15 facendo click sull'immagine qui accanto.

Etichette:


mercoledì 15 aprile 2009

MoisEditoriale - Io sto con Vauro
Io sto con Vauro !Mala tempora currunt! La citazione latineggiante, al di là di una certa pomposità che sovente si associa ai dicta di questo tipo, rende benissimo, a mio parere, il rischio che si profila sempre più incombente e sempre più malus all'orizzonte della nostra bistrattata democrazia. Malus infatti, se le reminiscenze liceali non mi ingannano, contiene in sè tutta una serie di accezioni che vanno da 'malvagio' a 'pericoloso'. Sono quindi tempi difficili questi che stiamo vivendo, ma non solo: sono tempi carichi di una sottile, astiosa malevolenza che porta a chiudere qualunque spiraglio, qualunque respiro a chi non accetti di essere allineato, conforme, inquadrato e obbediente. Sono tempi tristi, dove l'ironia e l'acume cedono il passo allo sghignazzo intestinale, dove il pensiero dietro alla battuta viene sostiuito dal rutto e dall'ottusità. Lunga vita quindi, e aguzza matita a Vauro, uno dei pochi liberi pensatori in questo plasticoso, massmediatico e lustrineggiante scorcio di futuro.
Il MoisEditoriale di oggi si riferisce ovviamente alla consimile notizia su AFNews e a questa notizia. By Moise

Etichette: ,


Vauro sospeso per le sue vignette
Sospensione per il cartoonist Vauro. Violata la libertà di espressione e di satira? Guardate voi stessi: click qui e decidete voi.

Concorso: Parole e China
CISinTandem ha indetto un concorso "letterario-grafico" per coppie di scrittori-disegnatori e/o sceneggiatori-fumettisti. Trovate tutti i dettagli facendo click qui. Scadenza iscrizione: 27 aprile 2009.

Etichette:


Sindacato fumettisti: problemi col sito
SILF/SLC/CGIL comunica: Per motivi indipendenti dalla nostra volontà, il dominio http://www.silf-cgil.org/ è fuori servizio. Iscritti, fumettisti, illustratori e animatori che abbiano la necessità di contattare il sindacato di categoria SILF sono invitati, finché il problema (che coinvolge anche le caselle di posta elettronica) non sarà risolto, a telefonare al numero 06.8411288, o a scrivere alla casella di transito silf@slc.cgil.it. Naturalmente i Depositi, per quanto momentaneamente non visibili, sono tutti al sicuro e attivi. Un sito mirror provvisorio è gentilmente ospitato qui: www.afnews.net/silf/

Etichette:


La Resistenza, oggi, secondo i fumettisti
Domani, 16 aprile 2009, si parla di Pratiche di Resistenza Quotidiana - attualità della Resistenza, nella visione artistica dei fumettisti italiani contemporanei, alle 17:00, alla Casa della Memoria e della Storia, in Roma, nell'ambito della mostra Fumetti Partigiani. Potete saperne di più facendo click qui.

The Resistence againts nazi-fascism, in comic art. Echibition and lectures in Rome, Italy. Just click the links to learn more.

Etichette:


Concorso per allievi di scuole di fumetto e artistiche
Disegno di DanyIn occasione dell'anno dedicato al fumetto belga (2009) l'Ufficio Belga per il Turismo Bruxelles - Vallonia, il CTS ( Centro Turistico Studentesco e Giovanile ), la Brussels Airlines e l'Associazione italiana professionisti del fumetto Anonima Fumetti (responsabile per gli aspetti scientifici), indicono il premio artistico dedicato ai personaggi tipici del fumetto belga Il Fumetto Belga per Bambini e Ragazzi. L'obiettivo è far conoscere meglio la produzione fumettistica del Belgio, stimolando nel contempo, la produzione di fumetti per bambini e ragazzi in Italia. Il Premio è riservato agli allievi di Scuole di Fumetto e di Scuole e Accademie d'Arte e di grafica in Italia, quali licei artistici, Accademie di Belle Arti, di ogni ordine e grado. Il Premio vuole stimolare la crescita di nuove leve di autori di fumetto invitando i giovani autori a impegnarsi nelle tematiche per bambini e ragazzi in Italia e sono dunque esclusi i professionisti del settore. La partecipazione al Premio è gratuita. Scuole e allievi possono trovare tutti i dettagli, i moduli di iscrizione, consigli, il premio per i vincitori e il regolamento del Premio qui: www.anonimafumetti.org/premiobelgio2009

Etichette: ,


Gianni Carino a Milano
Le tavole ad acquarello di Gianni Carino per i suoi romanzi a fumetti sono in mostra alla Libreria Claudiana di Milano dal 18 aprile al 9 maggio 2009, dove sono anche previsti due incontri con l'autore: martedì 21 aprile alle 18:00 con Dario Voltolini e sabato 9 maggio alle 17:00 con Fulvia Serra. Info: 02.76021518.

Etichette: ,


Nuova grande e ricca asta di fumetti con Tintin
Ci stan prendendo gusto: ecco un'altra casa d'aste che ha deciso di buttarsi sul ricco mercato del fumetto. Si tratta della prestigiosa casa d'aste di Namour, Rops (in servizio dal 1833), che, per partire col nuovo settore, organizza per il 10 maggio 2009 un'asta dedicata a Hergé, il creatore di Tintin. Cioé, va sul sicuro: tra i tantissimi pezzi per tutte le tasche, ecco una scultura di Tintin del 1975 a 25.000 euro, la matita della pagina 26 dell'avventura Vol 714 pour Sydney che può volare a 70.000 euro, la china della pagina 3 del famoso albo I Gioielli della Castafiore e la relativa matita magari per soli 100.000 euro, 90.000 euro per la china della pagina 38 dell'Affare Girasole con relativa matita, e altre piacevolezze del genere. Il tutto lo trovate nel relativo catalogo facendo click qui, se la cosa vi incuriosice.

Another big auction with rarities by Hergé: click the links to learn more.

Etichette: ,


martedì 14 aprile 2009

Animal'z - video intervista a Enki Bilal
Uno dei Maestri del fumetto internazionale, Enki Bilal vira al bianco e nero col suo ultimo albo, Animal'z e rivela retroscena, techiche, scelte artistiche, la passione per la pittura e altro ancora nella lunga intervista di Jean-Philippe Lefèvre su Un Monde de Bulles, che potete vedere facendo click qui.

Long interview to Enki Bilal at Un Monde de Bulles. Just click the image.

Etichette: ,


Mort Walker sui Graphic Novel
Il grande Mort Walker (il creatore, fra l'altro, di Beetle Bailey) era in Italia nel 1945, lo sapevate? Cosa a che vedere coi suoi famosi fumetti? E cosa ne pensa Walker degli attuali Graphic Novel? Come mai ha affermato, il famoso cartoonist, a questo proposito: "Non so... sarà che la maggior parte di questi romanzi grafici di cui ho sentito o di cui ho visto le recensioni sono, di solito, sulle terribili sofferenze di qualcuno, sull'omosessualità o sull'Olocausto, o cose di questo tipo. E sono tutte "scure"... Ma non ce n'é di divertenti?" Lo potete scoprire su The Comics Journal 297. O cominciare a leggerne un estratto gratuito facendo click qui.

"Beetle Bailey and Hi and Lois creator (and Sam's Strip writer) Mort Walker talks about a half-century in the Funny Pages; French artist Emmanuel Guibert on documenting Alan's War, with a preview of his forthcoming The Photographer; a cartoon interview of Frank Stack by Noah Van Sciver; a gallery of art by pioneering caricaturist Thomas Rowlandson; a biographical essay by acclaimed Masses cartoonist Art Young; reviews of Osamu Tezuka's Black Jack, Jonathan Lethem's Omega the Unknown and Noel Sickles's Scorchy Smith; and ..." Full article: Fantagraphics.

Etichette: ,


Concorso: Italiani brava gente
SILF/SLC/CGIL segnala: PRIMO FUOCO 2009. Premio per giovani autori di opere fumettistiche: ITALIANI BRAVA GENTE - Il tema del razzismo nelle storie dei giovani fumettisti. Il razzismo e il pregiudizio nell'Italia di oggi diventano soggetto di Primo Fuoco, terza edizione del premio per giovani autori di opere fumettistiche che quest'anno ruoterà attorno al titolo: "Italiani brava gente, storie di ordinario razzismo". Promosso da Comune di Cavriago, Arci di Reggio Emilia, Anafi e CGIL provinciale di Reggio Emilia, l'obiettivo di Primo Fuoco è stimolare e promuovere l'impegno creativo dei giovani artisti che lavorano col fumetto. Il bando del Premio (scaricabile dal sito http://www.arcire.it/ e http://www.comune.cavriago.re.it/, http://www.cdltre.it/) richiede che le tavole fumettistiche contengano una rielaborazione del tema "totalmente libera e personale". Aperto ad artisti provenienti da tutta Italia e che non abbiano superato i 34 anni, Primo Fuoco premierà con un buono spesa del valore di 300 euro il primo classificato. Saranno selezionati anche la storia più originale, il miglior disegnatore e il miglior autore under 15, ma in questi casi con un buono spesa da 100 euro. Tutte le opere pervenute agli organizzatori saranno esposte nella sala mostre del Comune di Cavriago e i premi verranno assegnati in concomitanza con l'inaugurazione della mostra il prossimo 19 settembre. Per partecipare c'è tempo fino al 30 giugno. L'unico punto di consegna per la presentazione delle domande di partecipazione è presso la sede di Arci di Reggio Emilia (via Emilia Ospizio, 102). Le precedenti edizioni di Primo Fuoco, legate al premio Centro Augusto Daolio per gruppi emergenti, hanno affrontato il tema della Resistenza (nel 2005) e del precariato nel mondo del lavoro (nel 2007).

Etichette: ,


lunedì 13 aprile 2009

Con la radio a caccia di banditi
Il 1934 è ricordato, nella storia dei comics, come l'anno in cui nacque il maggior numero di eroi di carta. Ma è stata anche l'annata del fumetto poliziesco, perché 75 anni fa arrivarono l'Agente segreto X-9, Red Barry, il gruppo di Radiopattuglia e infine l'Ispettore Wade, ispirato ai racconti del grande giallista Edgar Wallace. La novità maggiore forse fu Radiopattuglia, un ciclo firmato dallo sceneggiatore Eddie Sullivan e disegnato da Charlie Schmidt. Protagonista delle storie era un gruppo di agenti, quasi tutti di origine irlandese, composto da Pat, sergente dal ciglio severo e dal fisico robusto, da Molly, forse la prima donna poliziotto dei fumetti, da un ragazzo, Pinky, e dal suo fedele cane, Irish, irlandedse anche lui, almeno nel nome. Nella prima avventura Pinky assiste al tentativo di rapimento di Molly, aggredita da due delinquenti. Con coraggio si scaglia, insieme al cane, contro i banditi, permettendo a Pat di intervenire e sventare il sequestro. Come premio, Pat lo invita a trascorrere una giornata a bordo della sua auto per vivere direttamente le emozioni di una pattuglia di agenti impegnata lungo i quartieri cittadini. A bordo dell'auto c'è un radiotrasmittente che fra un sibilo e un gracidio lancia i suoi messaggi agli agenti. Siamo alla metà degli anni Trenta, la radio è ancora una novità quasi misteriosa che suscita stupore e ammirazione a un tempo. Forse è proprio per merito di questa presenza impalpabile che il ciclo ebbe subito successo. Le storie, infatti, seppure ben congegnate, non avevano la carica di quelle dell'Agente X-9 o la violenza di certe sequenze di Dick Tracy, mentre la presenza di una ragazza impegnata in un lavoro finora quasi esclusivamente riservato agli uomini, di un ragazzo intraprendente e curioso e di un cane, ovviamente intelligente, inseriva nel più classico scenario giallo elementi che stemperavano quei miasmi maleodoranti che uscivano dai bassifondi della metropoli dove la radiopattuglia di Pat era costretta ad avventurarsi nella quotidiana caccia al crimine. Il taglio sostanzialmente ottimistico di queste avventure (pubblicate dal 16 aprile 1934 fino agli anni Cinquanta) serviva a infondere nei cittadini una profonda fiducia nella polizia, sempre puntuale, pronta a opporsi anche con le armi alla violenza e alla prepotenza dei banditi (anche in questo ciclo ce n'era una ricca galleria) che minacciavano la sicurezza dei cittadini. Erano gli anni della drammatica stagione del gangsterismo, contro cui si mobilitò l'America migliore, compresi i fumetti, come Radiopattuglia che nel suo piccolo diede il suo contributo. [Carlo Scaringi]

Etichette:


Con la china in testa: memoria culturale a fumetti
"Può un fumetto veicolare la memoria di eventi drammatici? Possono i momenti tragici della storia dell’uomo e la stessa memoria culturale/essere raccontati in forma di nuvole? Maus racconta la Shoah, Palestina parla del conflitto arabo-israeliano, ma attraverso quali espedienti narrativi? E soprattutto, quanto ci coinvolgono? Tanto! Risponderebbero gli appassionati del genere. Ma la forza di questi testi non è soltanto nell’affermarsi in quanto opera d’arte. In Maus e Palestina non manca nulla. Torture, martiri, lotte, ribellioni, morte. Ma anche vita, quella familiare al lettore, quella apparentemente ordinaria, quella della quotidianità e non solo. Se in tutta questa sofferenza Maus e Palestina ci riservano una sorpresa..." Articolo completo sul saggio Con la china in testa di Cristina Greco: click qui.

Etichette:


50 anni per Pugacioff a Torino Comics
Tra le ricorrenze del 2009, Torino Comics festeggia il mezzo secolo dalla nascita di Pugacioff, il terribile (quanto simpatico) lupo della steppa, personaggio di culto creato da Giorgio Rebuffi in piena epoca d'oro del fumetto umoristico italiano. Alla stessa prolifica generazione di autori apparteneva anche Luciano Bottaro, un maestro dei fumetti tricolori recentemente scomparso, a cui renderà omaggio una mostra dedicata. Giorgio RebuffiE i tempi di festeggiamento si estendono naturalmente al quindicesimo compleanno di Torino Comics: un'esposizione di manifesti e memorabilia ne ripercorrerà i tre lustri di vita. Immancabile infine la selezione dei lavori migliori del Premio Pietro Miccia per giovani autori, che da dodici anni offre un terreno di sfida e confronto per gli aspiranti fumettisti. E probabilmente ci sarà anche l'occasione, epr Vittorio Pavesio, autore, editore e patron della manfiestazione, di festeggiare i 30 anni del suo personaggio, il simpatico mostro Lockness.

Etichette: ,


domenica 12 aprile 2009

Exibart intervista Charles Burns
Il fumetto indipendente americano è oggi identificato soprattutto nella figura di Charles Burns. Lui, che col suo stile definito e riconoscibile - estremizzato nella tenica del bianco e nero - racconta storie inquietanti e a tratti scioccanti, per la prima volta espone in Italia. La sua personale, inaugurata durante il festival BilBOlbul, proseguirà alla Piancoteca Nazionale di Bologna fino al 5 maggio 2009 (ingresso libero). Alessandra Cavazzi di Exibart ha colto l'occasione per raccogliere un'interessante intervista. "Da ragazzo - racconta Burns - leggevo libri di storia, d'antichità. E sfogliavo libri di storia dell'arte che mi hanno colpito altrettanto e che ho trovato terrificanti; arriverei a dire che li ho trovati anche più terrificanti delle immagini di Lynch. Tintin è un altro personaggio dei fumetti che mi ha mosso qualcosa dentro. È un ragazzo ben inquadrato nella sua vita. La sua caratterizzazione è molto ben delineata e questo mi ha aiutato nel fare altrettanto con i miei personaggi". Per leggere in versione integrale l'intervista pubblicata su Exibart nella rubrica "in fumo" fare click qui o sull'immagine.

Etichette: , ,


FNAC: Alessandro Baronciani a Milano
Fnac Milano (Via Torino, angolo via della Palla) ci segnala l'incontro, martedì 14 aprile alle 18.00, con Alessandro Baronciani, in occasione dell’uscita del suo nuovo romanzo a fumetti Quando tutto diventò blu (ed. Black Velvet ). "Ha iniziato 6 anni fa fotocopiando e spedendo le sue storie a fumetti autoprodotte a quasi 500 abbonati in tutta Italia (poi raccolte e pubblicate nel volume Una storia a fumetti, sempre per Black Velvet), ora Alessandro si è cimentato con un argomento delicatissimo: gli attacchi d’ansia e di panico. Quando tutto diventò blu è la storia di una ragazza, Chiara, e dei suoi terribili attacchi d’ansia. L’odissea di Chiara che scende nelle sue paure: un immersione verso il fondo del male di vivere e poi la ricerca della forza per risalire in superficie, raccontata con una leggerezza che guarda a Calvino attraverso un tratto pulito e armonioso che abbandona il classico bianco e nero però un più appropriato bianco e blu." Info: http://www.fnac.it/

Etichette:


Tintin: una vignetta sotto la lente
video - clickPer cogliere la misura dell'importanza della serie Tintin di Hergé nella francofonia (e nell'anglofonia, e... insomma, in buona parte del mondo), può essere utile vedere il video che vi suggeriamo oggi, come sorpresa da far uscire dall'Uovo di Pasqua. Lo scrittore e critico d'arte Pierre Sterckx analizza in dettaglio una singola vignetta tratta dall'avventura Il Loto Blu del 1934. Una sola vignetta. Passata sotto la lente d'ingrandimento dell'analisi artistica. Come potrete vedere e ascoltare voi stessi, non sono chiacchiere al vento, ma un rigoroso approfondimento. L'opera completa di Hergé, ventiquattro albi di Tintin (di cui uno incompiuto) e tutto il resto, è talmente integrata nella cultura popolare dei francofoni (ecc.), costantemente tramandata di generazione in generazione, da aver prodotto (e produrre incessantemente) una enorme quantità di analisi serissime, in tutti i campi, dall'arte alla letteratura, dalla scienza alla filosofia, da parte dei maggiori esperti dei vari settori. E anche per quanto riguarda le analisi di singole vignette, quella che vi proponiamo oggi è solo una, ma ce n'è una notevolissima quantità. Famose quelle del notissimo studioso francese Pierre Fresnault-Deruelle, raccolte nel volume Hergé ou La Profondeur des Images Plates del 2002 (che vedete qui accanto, cliccabile), la cui lettura, molto interessante, vi consigliamo, se desiderate scoprire quale insospettata ricchezza può nascondersi nelle vignette dei fumetti, pronta a essere assorbita, inconsapevolmente, dai lettori.

Really interesting artistic analysis, by the art expert Pierre Sterckx, of a single panel from an album by Hergé, Tintin and the Blue Lotus. In video. Just click here. You can find more, about single Hergé cartoons, in the book by Pierre Fresnault-Deruelle: just click the cover.

Etichette: ,


sabato 11 aprile 2009

Torino Comics 2009: il programma completo
Volete il volantino con il programma completo di Torino Comics & Games 2009? Vi basta fare click qui. Potrete così organizzare la vostra gita fumettistica al Lingotto di Torino, dal 17 al 19 aprile 2009. E per dare un'occhiata a quel che potreste vedere, click qui.

Etichette:


MoisEditoriale - SPAM al 97 per cento
SPAM al 97%Dopo tanti eventi tragici, un MoisEditoriale un po' più leggero, che si ispira a questo post del blog il Disinformatico di Paolo Attivissimo. Pare che la percentuale di SPAM nell'etere internetico sia giunta ormai all'impressionante cifra del novantasette per cento! Detta così, forse la notizia non fa nè caldo nè freddo, specialmente a chi, come il sottoscritto, naviga in rete in maniera relativamente superficiale, bordeggiando a vista delle sicure prode di siti conosciuti. Tuttavia, pensandoci un po' su, è davvero inquietante scoprire come la quasi totalità di ciò che ci arriva da questo novissimo medium che è la posta elettronica sia composta da truffe, fregature, balle e colossali str.....e! Dirò di più: non è solo inquietante, è sconsolante rendersi conto che, avendo l'intero orbe terracqueo virtuale a portata di mano, quasi tutto ciò che ci viene propinato siano offerte di Viagra, finte fanciulle compiacenti, strumenti per ingigantire i genitali (e rimpicciolire il cervello?), sedicenti affaronissimi, catene simil-benefiche (e real-truffaldine) , trucide frottole e assurde prese per i fondelli? Il comico genovese Giuseppe Marzari in un suo vecchio monologo intitolato 'piccola posta' prendeva in giro la credulità popolare citando questo immaginario annuncio: "Diventerete ricchi standuvene in létu! Inviate lire mille... e poi ne parlièmu!" e poi chiosava: "...ninte da di' perché gh'è chi ghe i manda!!!" Chissà cosa direbbe oggi del web! By Moise

Etichette: ,


Un Topolino Puffo o un Puffo Topolino?
Certo che è tutta un'altra faccenda in Francia. Le Journal de Mickey è il settimanale che pubblica fumetti Disney, ma pubblica anche fumetti francesi e altri di ogni tipo, offrendo così un panorama variegato ai propri giovani lettori. Proprio un altro mondo. Dove, se no, potremmo vedere un Topolino Puffo in copertina (numero 2693, in edicola) per annunciare, all'interno, una avventura dei Puffi e rendere loro omaggio? Ne ha parlato anche Luca Boschi nel suo blog (click qui), ma la cosa non è per nulla eccezionale, come potrebbe sembrare qui in Italia. Nel volume Hors Serie dedicato ai Tesori de le Journal de Mickey trovate persino fumetti americani d'epoca come Mandrake, Capitan Cocoricò ecc., come potete vedere dalla copertina qui accanto. Certo, ci sono motivi precisi e ben noti per cui in Francia si fa e qui no, lo sappiamo bene. Proviamo una sottile invidia, anche per questo.

Mickey Mouse loves the Smurfs, in France. Click the links to learn more.

Etichette: ,


USA: i francobolli dei Simpson
Potevano mancare? Le Poste degli Stati Uniti d'America rendono omaggio ai Simpson con un bel set di francobolli (e prodotti coordinati) usando i disegni di Matt Groening. Click qui accanto per vederli ingranditi. Click qui per la pagina dedicata all'evento.

USA stamps for Matt Groening's Simpsons! Click the links.

Etichette: , ,


venerdì 10 aprile 2009

Concorso: Vino Vignette Fiori
E' in scadenza il 20 aprile il concorso per giovani vignettisti Vino e Vignette e Fiori. Click qui per il bando.

Etichette:


Pixar: UP il nuovo trailer
E' in linea il nuovo bel trailer di UP, il film della Pixar dell'anno del quale abbiamo già parlato altre volte su afNews, naturalmente in 3D. Potete gustarvelo nel sito Disney facendo click qui.

The new trailer of Pixar's UP is here: click.

Etichette:


giovedì 9 aprile 2009

MoisEditoriale - TG Share
TG-ShareConfesso che quando la notizia è 'passata' al TiggìUno non ci ho subito fatto caso. Stavo lavorando al computer ed il televisore era acceso per default saturando l'aria di massmediatiche notizie da tutto l'Orbe Terracqueo. Con qualche attimo di ritardo però, anche i miei torpidi neuroni hanno registrato che c'era qualcosa di inconsueto nell'usuale TeleBlàBlà: il telegiornale della cosiddetta Rete Ammiraglia stava snocciolando compiaciute percentuali di share a seguito della tragedia sismica in Abruzzo! Sulle prime mi sono rifiutato di crederci, una tale enorme insensibilità non poteva essere vera! Neppure gli ottusi adoratori del Dio AudiTel avrebbero potuto misurare l'altrui tragedia con il metro del proprio share! Poi, sul blog il Disinformatico di Paolo Attivissimo , celeberrimo cacciatore di bufale internetiche e mediatiche e più tardi su tutta la rete ho trovato la triste conferma.
Il MoisEditoriale di oggi si ispira a questa notizia . By Moise

Etichette: ,


Fumettisti cercansi: Red Whale a Napoli
L'agenzia Red Whale sarà presente a Napoli Comicon, nell'Area PRO, per visionare book e progetti di fumettisti e illustratori, e selezionare due giovani autori di talento, da inserire nel gruppo che Red Whale sta seguendo dall'anno scorso. Per fissare un appuntamento chi è interessato può inviare un messaggio all'indirizzo info@redwhale.it. Le iscrizioni si chiudono il 22 aprile, fino a esaurimento posti. Altri dettagli: click qui.

Etichette: ,


Sauro Ciantini a Poppi con Palmiro
Sauro Ciantini è in mostra col suo Palmiro a Poppi (Arezzo), nel Palazzo Giorgi (galleria d'arte contemporanea) dall'11 aprile al 7 giugno 2009. L'inaugurazione sarà l'11 aprile alle 17:30. Info: click qui.

Etichette:


Segnalazione Deposito Autori: Liggieri
SILF/SLC/CGIL comunica: Il sindacato di categoria SILF segnala la ricezione e il deposito online delle seguenti opere dei seguenti autori. Il Deposito Autori SILF è online su http://www.silf-cgil.org/ opzione di menù Deposito:

Alessandro Liggieri - 01 MP script 01.pdf - Inferno.pdf - 8 aprile 2009

New entries in the Creators' Bin of the workers union SILF/SLC/CGIL online at www.silf-cgil.org/deposito/default2.htm.

Etichette: ,


Alberto Ponticelli a Bergamo
La fumetteria Arcadia di Bergamo ci segnala, sabato 11 aprile 2009, l'incontro con Alberto Ponticelli, attualmente al lavoro sulla serie The Unkown Soldier della Vertigo. "Prossimi incontri: - Sabato 18 aprile: FEDERICO MEMOLA, COSIMO FERRI e MANUELA SORIANI presentano ROURKE, la nuovissima miniserie Star Comics; - Martedì 21 aprile: EDUARDO RISSO (Batman, 100 Bullets, Borderline, Io sono un vampiro); - Sabato 2 maggio: FRANCESCA MENGOZZI e GIOVANNI MARCORA (Kill the Granny)."

Etichette:


Quello strampalato detective Abbeyard
Pepe SanchezCi sono alcuni argomenti sui quali solitamente non è lecito scherzare, anche se in questi ultimi anni una satira spregiudicata ha sbeffeggiato personaggi e situazioni intoccabili. Ma secondo un diffuso sentire, non è bene ironizzare, per esempio, sull'eterna lotta fra polizia e criminalità, oppure sulle vicende, ormai storiche ma pur sempre drammatiche, della conquista del West, con conseguente genocidio della popolazione pellerossa. Qualche film e alcuni fumetti hanno infranto questo tabù, per esempio con il ciclo della Pantera Rosa, o, nei fumetti, con le storie di Lucky Luke e di Cocco Bill, inventate rispettivamente dalla coppia Goscinny-Morris e dal nostro Jacovitti, al quale si devono anche altri riusciti ritratti di improbabili investigatori, come l'Arcipoliziotto Cip (quello che dice sempre, a cose fatte, lo supponevo) o Tom Ficcanaso, cronista che scoperchia i misteri della mala. In questo filone bisogna inserire anche il Detective Abbeyard, ideato da Viviana Centol e disegnato da Carlos Enrique Vogt, uno dei tanti maestri del fumetto argentino. I dialoghi briosi della Centol hanno trovato in Vogt un disegnatore dal taglio umoristico e talora un po’ caricaturale, che a tratti ricorda alcuni volti di Tardi, e che interpreta bene la storia e i suoi protagonisti. Abbeyard, ospitato in queste settimane su Skorpio con una lunga avventura intitolata Il sospiro della mummia, era all'inizio solo un modesto archivista confinato nell’ultima stanza di Scotland Yard, in mezzo a montagne di casi insoluti. E' talmente insignificante e imbranato che tutti sbagliano il suo nome, ma ha l'hobby del detective e tenterà - come è raccontato in Nebbia rossa, primo episodio della lunga saga appena pubblicato nella collana che l'Eura Editoriale dedica ai Giganti dell’Avventura - di smascherare Jack lo Squartatore, il misterioso assassino di prostitute nella Londra di fine Ottocento. La storia ricorda un po' le vecchie commedie degli equivoci, con i protagonisti che entrano ed escono dalla scena, e si comportano talora in modo strampalato. Abbeyard risolverà il caso, dopo che era stato perfino sospettato di essere il misterioso assassino, anche grazie all'aiuto dello spirito di una sua amica prostituta e di altre sue colleghe uccise nel quartiere di White Chapel. Inutile dire che il solo Abbeyard vede il fantasma, non solo in questa ma anche in altre indagini. Una situazione irreale, al limite del verosimile, che trasforma la storia quasi in una caccia al tesoro, o ai fantasmi, molto divertente, perché Vogt - che ha debuttato con racconti western e poi si è scoperto disegnatore disincantato di storie rarefatte, come Pepe Sanchez o Lei e io, sceneggiate da Robin Wood, al pari del più serio e impegnativo ciclo di Mojado - fa del suo meglio per rispettare le trovate della sceneggiatrice. [Carlo Scaringi]

Etichette:


mercoledì 8 aprile 2009

MoisEditoriale - Addio alle ronde
Addio alle ronde!!!
L'immane tragedia che il terremoto ha provocato e continua a provocare in Abruzzo ha fatto calare una cappa di tristezza, cordoglio e lutto sulle nostre menti e nei nostri cuori. Fortunatamente, mentre il pesante velo di disperazione comincia a cedere sotto la spinta di quotidiani esempi di eroismo, coraggio e solidarietà fra le persone, una vittoria a mio avviso altrettanto importante ha fatto sì che la ributtante 'pensata' leghista di legalizzare ed istituzionalizzare il fenomeno delle cosiddette 'ronde' sia destinata a rimanere un abortito proposito nei recessi razzisti di qualche cervellino padano. E così, mentre sul fronte dell'emergenza si fanno strada sempre più episodi di aiuto reciproco, solidarietà e gratuita, interrazziale fratellanza, pare che anche fra le 'alte sfere' quegli stessi ideali che ispirano la nostra Democrazia siano riusciti a far capolino fra i pesanti drappeggi di un fin troppo presente fascio-lega-furbismo. Speriamo in bene! Il MoisEditoriale di oggi si riferisce a questa notizia. By Moise

Etichette: ,


Italiani tra i candidati ai Premi Will Eisner
Statua Ironman - photo Laura Braga - clickUn nome italiano, tra i candidati al prestigioso premio intitolato a Will Eisner e consegnato alla comics convention di San Diego nel prossimo luglio. Si tratta di Alberto Ponticelli per Unknown Soldier insieme a Joshua Dysart. Enrico Casarosa, invece, è in lizza nella categoria miglior pittore/artista multimediale. Info: CBR - Comic-con.

"The Will Eisner Comic Industry Awards 2009 slate of nominees is filled with many newcomers to the ballot, from ..." Full article: CBR.

Etichette: ,


Foto reportage da Cartoons on the bay by Moise
000 CopertinaBuondì a tutti! Da vecchio appassionato di enigmistica non posso fare a meno di notare come il toponimo Rapallo sia l’anagramma dialettale del termine parolla, che in zeneize significa parola; e ciò già dovrebbe dirmi qualcosa sulla vocazione comunicativa del posto. Dopo questa constatazione, spingendomi un po' più in là, nel campo dell'enigmistica translinguistica, potrei azzardare un’ulteriore interpretazione con Rapallo = A LOL RAP, dove LOL è l'acronimo internetico di Laugh Out Loud (sganasciarsi dalle risate) e RAP lo stile poetico-mediatico ben noto fra i giovanissimi. Insomma, per dirla con la Sfinge, la cittadina ligure celerebbe sotto la sonnacchiosa apparenza tigullina un animo umoristico e frenetico, caustico e modernissimo, multimediale ed informatico... 112 Creatore e creatura... un po' si somigliano!proprio come i cartoons! Sono appena rientrato dalla prima edizione rapallese di Cartoons on the Bay, rutilante e (nonostante il tempo inclemente) coloratissima giostra di emozioni, sensazioni e, soprattutto, cartoni e devo ammettere che l'Arte di Edipo non sbaglia! Ho cercato di affrontare Cartoons on the bay con l'occhio (e l'obiettivo) di un bambino, senza aspettative intellettualistiche o preconcetti critici e mi sono divertito molto! Non solo al Cartoon Village, fra proiezioni e videogames o alla Mostra di Wall-E al castello sul mare, ma anche fra le austere e lussuosissime sale dell'Excelsior Hotel - cuore professionale e professionistico della manifestazione - 050 Il 'Patròn' Roberto Genovesila mia parte bambina non è rimasta delusa! Sarà per tutti quei monitor con una valanga di anteprime animate, sarà perché Talus Taylor somiglia davvero a Barbapapà, Maurizio Nichetti sembra sempre più un fumetto in forma umana e Yoshiyuki Tomino ha il sorridente entusiasmo di un ragazzino, sarà perché, oltre ai serissimi adulti c'erano anche lì un bel po’ di bambini... sarà quel che sarà ma mi sono divertito assai! Purtroppo non ho potuto vedere tutto, vuoi per mancanza di tempo, vuoi per carenza di ubiquità ma ciò che ho visto mi è piaciuto! Spero che la consueta carrellata di immagini piaccia anche a voi! Moise. [Click qui per vedere il reportage in slideshow, magari a tutto schermo. Click qui per vederlo in formato leggero con le divertenti didascalie in bella evidenza.]

Etichette: , ,


Lucio Filippucci a Castelfranco Emilia
Riceviamo: 1909-2009 Cent'anni di fumetto italiano: dal signor Bonaventura a Tex. In occasione dell’inaugurazione della nuova biblioteca di Castelfranco Emilia, incontro con Lucio Filippucci, disegnatore di Tex e Martin Mystere. Esposizione di fumetti e disegni dell'autore in diretta. Domenica 19 aprile 2009, ore 16.30 presso la saletta della biblioteca. Biblioteca comunale di Castelfranco Emilia (MO), piazza della Liberazione 5, Castelfranco Emilia. Click qui per i dettagli.

Etichette: ,


martedì 7 aprile 2009

MoisEditoriale - Terremoto in Abruzzo
Terremoto in Abruzzo
Sono rientrato bello giulivo e felice da Cartoons on the Bay, dopo un week end fra fumetti, cartoni animati e allegria e mi sono risvegliato con questa immane tragedia! Non so che dire... Non sono religioso e quindi non penso che certi eventi abbiano un perchè trascendente alle spalle ma semplicemente accadano con implacabile logica casuale. Questo ovviamente non li rende meno tragici nè meno grave l'inadeguatezza dell' homo sapiens! Mi piace pensare però che, nel gran calderone del genere umano, ci siano moltissimi esempi di avvedutezza, lungimiranza, solidarietà e buon senso! Magari questa tragedia, come spesso accade, servirà a tirar fuori la parte migliore dei nostri simili... certo, sarebbe bello che non fossero necessarie le tragedie per tirarci fuori dalle nostre umane miserie! Magari, in un auspicabile futuro prefigurato da certa ottimistica fantascienza, ci ciusciremo! Val la pena tentare, no? Moise

Etichette: ,


da Carlo Peroni. Abruzzo: una tragedia che si poteva evitare?
Riceviamo e pubblichiamo dal nostro corrispondente Carlo Peroni:

Sono in moltissimi quelli che sanno che io sono nato a Senigallia, nelle Marche e mia madre mi raccontava spesso che, quando ero molto piccolo, c'era stato un tremendo terremoto che aveva distrutto quasi interamente la città ed anche la nostra casa: rasa al suolo! Io ero rimasto sotto le macerie e mi avevano dato per spacciato, ma mia madre non si era rassegnata ed aveva seguitato a scavare con le sue mani in mezzo alle macerie ed alla fine mi ha trovato ancora vivo!
Dico questo per far capire che purtroppo io ho convissuto con i terremoti e da ragazzo mi avevano insegnato a come comportarsi in caso di terremoto: mettersi subito accanto a "muri maestri", cioè quelli più sicuri, e poi non lasciarsi prendere dal panico, ma cercare di poter uscire senza urlare, ma "ragionando". Insomma, anche a scuola ci facevano fare spesso delle esercitazioni per come comportarsi in caso di terremoto. E queste ci erano state utili perché poi ci sono state davvero delle scosse di terremoto ed ogni volta noi abbiamo eseguito alla lettera quanto ci avevano insegnato.

Ma il punto chiave del discorso è un altro: da quando ci sono stati molti terremoti, a Senigallia avevano subito istituito una legge per le regole di costruzione delle nuove case: "antisismiche", ma non solo: quelle antiche sono state subito protette con delle speciali "chiavi" in metallo che le tengono unite in tutti i lati. La conclusione è che da allora, con moltissime altre scosse di terremoto, al massimo sono caduti dei cornicioni o comignoli, ma non più crolli di case.
Allora, sapendo bene che l'Italia è quasi tutta a rischio di terremoti, perché non hanno fatto e non fanno subito delle leggi per la protezione pratica "prima" che il disastro succeda?
Io sono sicuro che anche in Abruzzo, se avessero protetto le case e le antiche costruzioni con delle regole apposite, molto probabilmente il disastro si sarebbe molto limitato.
Che almeno questo serva di lezione per il futuro. Basta con tragedie che si potrebbero evitare!

Carlo Peroni Perogatt

Etichette: ,


Scuola di Fumetto 66: Toppi e diritti
Ecco qua Scuola di Fumetto 66, con in copertina lo sketch-book del grande Sergio Toppi. Sempre in copertina Steve Rude, Marco Turini, Rourke e lo sceneggiatore Sergio Badino. Ma dentro c'è altro, ovvio, oltre alle consuete rubriche (esordienti: potete cercare consiglio e pubblicazione su queste pagine). Noi segnaliamo, per la gioia dei sindacalisti del sindacato fumettisti (che hanno sempre lavorato per far crescere la consapevolezza di chi lavora in questo settore, rispetto a diritti e doveri), un secondo intervento sulle questioni, delicate e complesse, del diritto di autore applicato all'editoria fumettistica, con una bella serie di considerazioni di Laura Scarpa, preliminari all'anticipato intervento di un avvocato, nel numero 67. Buona lettura. Info: scuoladifumetto.blogspot.com

Etichette:


Grimorius, nuovo progetto editoriale
Riceviamo: "Sta prendendo forma un nuovo progetto editoriale a fumetti, dal titolo"Grimorius", un racconto realizzato a piu' mani che vedra' il primo volume in uscita ad Ottobre 2009, in occasione di LuccaComics&Games. Gli autori hanno deciso di iniziare a presentare il materiale prodottoattraverso un blog (che sara' attivato a breve) e con una serie di filmati, il primo dei quali e' disponibile per la visione su Youtube (attenzione, cliccate sul riquadro rosso HQ in basso a destra, nel bordo del video, per vederlo ad alta definizione) e su Current. Prossimamente il secondo ed il terzo filmato, dettagli sulla trama esulle caratteristiche editoriali dei volumi."

Etichette:


lunedì 6 aprile 2009

Frank Springer passed away
Il noto cartoonist statunitense Frank Springer è morto il 2 aprile 2009 all'età di quasi 80 anni.

"Frank Springer, a longtime Long Islander who was a prolific comics artist for such strips as Terry and the Pirates and Rex Morgan, M.D., died Thursday at his home in Damariscotta, Maine, of prostate cancer. He was 79..." Full article: newsday.

Etichette:


Concorso Unione Europea: i vincitori italiani
La prima tranche del concorso che avevamo annunciato su afNews l'anno scorso, quello indetto dall'Unione Europea sulla Cittadinanza Europea, è stato vinto, per l'Italia, da Fabrizia Agnello, seguita da Cristiano Crescenzi e Pierpaolo Rovero. Alla seconda tranche i vincitori nazionali concorrerranno per il premio europeo. Potete vedere le opere dei vincitori facendo click qui.

The Italian winners of the European comic art contest are Fabrizia Agnello, Cristiano Crescenzi and Pierpaolo Rovero. Learn more: click the links. Info: www.eurocartoon.eu

Etichette:


Processo a Magdy el Safee: rinvio al 18 aprile
Il processo al fumettista egiziano Magdy El Safee e al suo editore, previsto per sabato scorso al Cairo, è stato rinviato al 18 aprile. Accusato di utilizzare un linguaggio contrario alla decenza Magdy rischia fino a due anni di carcere, ma l'organizzazione per i diritti umani operante in Egitto ha rilevato come le espressioni presenti nell'opera incriminata, "Metro", siano di uso comune anche tra gli ufficiali di polizia. Richiamati dall'appello sul web lanciato dallo stesso Magdy, erano presenti all'udienza di sabato numerosi esponenti del panorama culturale egiziano, tutti solidali con lui nella difesa della libertà di espressione. Magdy ha ribadito che solo i critici possono giudicare l'arte, non certo i tribunali, e infine la giuria ha dovuto aggiornare l'udienza per formare una commissione di critici cui far esaminare il fumetto. (Fonte: http://www.agendacomunicazione.it/ )

Egyptian cartoonist Magdy El Safee will be examinated by a giury of art critics the 18 of april 2009.

Etichette:


Terremoto in Abruzzo
SILF/SLC/CGIL comunica: "Esprimo il dolore mio e della Cgil" per le vittime del sisma in Abruzzo. Lo afferma il leader della Cgil, Guglielmo Epifani, annunciando "una sottoscrizione con Cisl, Uil e Confindustria che riguarderà il mondo del lavoro e delle imprese". Intervenendo a Panorama del giorno, Epifani ha assicurato che, come nel passato, la Cgil "si attiverà" per offrire integrazione ai soccorsi: "Ora bisogna salvare più vite possibili e mettere in sicurezza le persone. Poi bisognerà procedere in modo puntuale alla messa in sicurezza delle nostre scuole e dei nostri centri" [http://www.rassegna.it/].

Etichette:


Terremoto in Abruzzo
Diretta di RAI News 24 sul terremoto in Abruzzo: click qui.

Concorso per allievi di scuole di fumetto e artistiche
Disegno di DanyIn occasione dell'anno dedicato al fumetto belga (2009) l'Ufficio Belga per il Turismo Bruxelles - Vallonia, il CTS ( Centro Turistico Studentesco e Giovanile ), la Brussels Airlines e l'Associazione italiana professionisti del fumetto Anonima Fumetti (responsabile per gli aspetti scientifici), indicono il premio artistico dedicato ai personaggi tipici del fumetto belga Il Fumetto Belga per Bambini e Ragazzi. L'obiettivo è far conoscere meglio la produzione fumettistica del Belgio, stimolando nel contempo, la produzione di fumetti per bambini e ragazzi in Italia. Il Premio è riservato agli allievi di Scuole di Fumetto e di Scuole e Accademie d'Arte e di grafica in Italia, quali licei artistici, Accademie di Belle Arti, di ogni ordine e grado. Il Premio vuole stimolare la crescita di nuove leve di autori di fumetto invitando i giovani autori a impegnarsi nelle tematiche per bambini e ragazzi in Italia e sono dunque esclusi i professionisti del settore. La partecipazione al Premio è gratuita. Scuole e allievi possono trovare tutti i dettagli, i moduli di iscrizione, consigli, il premio per i vincitori e il regolamento del Premio qui: www.anonimafumetti.org/premiobelgio2009

Etichette: ,


Conferenze: Goria al Primo Liceo Artistico
Mercoledì 8 aprile 2008 Gianfranco Goria, alle 12:30 nell'aula magna del Primo Liceo Artistico Statale di Torino (via Giulio Carcano 30), proporrà la seconda parte della lezione Il fumetto per bambini e ragazzi - questo sconosciuto famoso: cosa resta nella memoria collettiva, con ampie carrellate di esempi e motivazioni letterarie, affrontando anche la tematica degli sviluppi tecnologici nel mondo del fumetto e delle nuove modalità distributive. L'intervento fa parte del ciclo di conferenze dell'Anonima Fumetti, realizzate in convenzione con la Regione Piemonte.

Lecture on behalf of Anonima Fumetti and Regione Piemonte by Gianfranco Goria at the Primo Liceo Artistico Statale in Turin, Italy, about Comic Art for Children.

Etichette: , ,


Le Storie: Corrado Augias parla di Fumetto su RAI3
Daniele Barbieri - photo Goria - clickGiovedì 9 aprile 2009 Corrado Augias, nella sua bella trasmissione "Le Storie" su RAI3, parlerà di Fumetto, intervistando Daniele Barbieri in occasione dell'uscita del libro Breve storia della letteratura a fumetti, edito da Carrocci. Non sappiamo ancora se la conversazione sarà in diretta, in altra data, ma lo potrete scopire nel sito di RAI. In ogni caso sarà poi disponibile in podcast sul sito della trasmissione (http://www.lestorie.rai.it/).

Etichette:


domenica 5 aprile 2009

Deficienti a chi?
Nella rassegna stampa di domenica 5 aprile, al Festival Cartoons on the Bay, ci si è trovati a leggere un titolo che spiccava per la sua eloquenza: "TV PER BAMBINI DEFICIENTI : le anteprime a Cartoons on the Bay", pubblicato sul quotidiano Libero e firmato da Francesca D'Angelo. Interrogato in merito durante la conferenza di chiusura, il direttore artistico Roberto Genovesi si è rifiutato di commentare le parole di una collega rispettandone l'opinione ma ha riflettuto sul fatto che in base a un tale assunto anche tutti i presenti potevano essere considerati poco intelligenti. In realtà, chi scrive ritiene che non sia stato focalizzato il vero problema dell'articolo in questione: il complemento del titolo era infatti "Supereroi con l'i-phone, genitori bisex. E il premio Oscar Cerami fa Pipì e Pupù". L'autrice non se la prende con l'eccesso di marketing che sta a mio avviso travolgendo la programmazione rivolta ai teen-agers, ma paventa ciò che a suo dire sarà "un'ondata di trash" ad opera delle reti generaliste tramutatesi in "cyborg spoglia-barbie"(?). Il pretesto sarebbe la presentazione a Rapallo di una nuova serie Rai Fiction, diretta da Enzo D'Alò su testi di Vincenzo Cerami e disegni di Anna Laura Cantone. Una serie per bambini piccoli ma adatta anche agli adulti grazie alla grafica deliziosa, l'humour sottile e le belle musiche di Daniele De Gregorio, applaudita pressocchè all'unanimità durante il Festival. Quale sarebbe il problema, dunque? Anzitutto, il titolo: "Pipì, Pupù e Rosmarina", che risulterebbe troppo grottesco ed evocativo. In realtà, può strappare un sorriso la prima volta ma dopo non ci si dovrebbe pensare più. Il vero scandalo, secondo D'Angelo, è che i tre animaletti protagonisti hanno un "oggetto del desiderio ... un genitore al contempo mamma e papà" che l'articolista identifica nientemeno che nell'ex onorevole transgender Vladimir Luxuria alla quale propone venga affidato il doppiaggio della creatura in questione. E qui arriviamo subito al punto: Mapà, ovvero l'obbiettivo delle ricerche del trio, non esiste. Vincenzo Cerami ha spiegato chiaramente trattarsi di un pretesto, una chiave narrativa per giustificare le avventure "picaresche" del gruppo, una sorta di Idea (i genitori, la famiglia) cui anelare ma mai raggiungibile. Ricercare una provocazione sessuale in un cartone dichiaratamente rivolto ai bambini come questo è, sinceramente, pretestuoso e ,ritengo, offensivo nei confronti di artisti che ci hanno lavorato seriamente: un conto è criticarne la riuscita in termini di qualità (e qui non è proprio il caso), un altro è spingerlo forzosamente in un contesto da cui è totalmente avulso. Troppo spesso il mondo del fumetto e dell'animazione vengono trascinati in polemiche gonfiate ad arte che li usano come pretesti macchiandone la reputazione talvolta in modo indelebile, per cui sarebbe ora di capire che se un bambino cade dal balcone mentre imita un pokemon il problema non sono gli Anime, ma il fatto che la creatura passasse troppo tempo solo davanti alla Tv e magari senza essere sorvegliato adeguatamente; così, anche se si è in disaccordo con la condotta di certi personaggi mediatici come la signora Luxuria, non si può considerare "ambiguo" un cartone come quello di D'Alò (da sempre autore di film garbati e non-violenti) in cui i veri fruitori, i bambini, sono certo non vedranno assolutamente nulla di disturbante. Se Libero avesse citato la nuova serie della Sunrise, "Code Geass" (andrà in onda su Rai4), si poteva ancora capire, data la componente di erotismo e violenza, ma in questo caso la polemica appare del tutto infondata. Anche la successiva critica alla serie Mediaset "Zorro Generation Z" appare debole: riproporre i vecchi eroi in chiave riveduta e aggiornata è una prassi ormai radicata, sono esperimenti necessari per trovare nuovi linguaggi espressivi e come tali non sempre riescono, talvolta si sbaglia cercando la via più banale, ma non per questo sono da disprezzare. Anche i celebrati Simpsons nascono dalla rielaborazione delle vecchie sit-com per famiglie e nonostante i contenuti siano oggettivamente forti vengono trasmessi tranquillamente in fasce orarie dedicate ai più giovani. Senza grosse polemiche da parte dei media, che anzi ne esaltano la forza dissacrante. Per ricollegarci infine all'affaire "Pipì, Pupù e Rosmarina", vorrei ricordare che il Maestro Miyazaki aveva tra i suoi progetti anche una storia sociale della cacca, per cui le feci non sembrano più costituire un argomento così' scabroso, dopotutto ... Insomma, l'animazione merita che se ne parli con rispetto e conoscenza di causa, senza tranciare giudizi sommari, senza mischiarla proditoriamente con altri ambiti mediatici e non sottovalutando la capacità di giudizio dei suoi fruitori più giovani, capaci ne sono certo di difendersi tranquillamente da soli.

Etichette: ,


La storia di Rita Atria diventerà un cartoon
Uno dei tre progetti finalisti di questa edizione del Pitch Me! al Festival Cartoons on the Bay si chiama "Paolo e Rita" ed è tratto da una struggente graphic novel di Silvestro Nicolaci, "La favola di Palermo"(ed. Scuola del Fumetto). Ispirato alla tragica vicenda di Rita Atria, la "figlia di mafia" suicidatasi dopo l'assassinio del magistrato Paolo Borsellino, che l'aveva convinta a testimoniare contro la propria stessa famiglia. Nel fumetto Rita è molto più giovane, e il mondo in cui vive sembra prigioniero di una magia nera che le persone si autoinfliggono, suggestionati dalla strega Mafiosa contro la quale cerca alleati il laconico Paolo (Borsellino) trasfigurato dal punto di vista della bambina in una grande sigaretta fumante. Una sorta di Alice in un Paese (Palermo, la Sicilia, l'Italia) da cui le pozioni di Ignoranza e Omertà hanno cancellato ogni meraviglia. Il Monte Pellegrino, simbolo della città, è un gigantesco cane addormentato che attende invano il risveglio delle coscienze: saranno forse il sacrificio di un uomo giusto e la rabbia di una ragazza ribelle a realizzare la profezia? Il film animato è stato ideato e presentato da Antonino Pirrotta e Giampiero Randazzo, ovvero la Grafimated Cartoons di Palermo, i quali definiscono il finale "ottimista" perchè la forza dei due personaggi riesce a spezzare la catena di silenzio e complicità su cui si basa da sempre la malavita organizzata. Il problema è che entrambi nella realtà sono morti, e la mafia continua a vivere su paure e connivenze: cosa resta della loro eredità? L'esempio. La memoria. C'è bisogno di tante altre opere come questa, forse anche più dirette e "scomode", per sfruttare la potenzialità espressiva del cinema d'animazione e preservare il ricordo di chi non ha voluto chinare la testa ed ha saputo reagire al male anche a costo della vita. Il Pitch Me! ha premiato un altro progetto prediligendone (coerentemente) la miglior efficacia commerciale, ma forse in questo caso sarebbe stato più coraggioso dare una spinta a Paolo e Rita, aiutandoli nel loro difficile viaggio attraverso il Regno del Silenzio.

Etichette: ,


Rai4 e RaiGulp presto anche in rete
Da fine aprile Rai 4 e Rai Gulp andranno in onda anche su Internet. Lo ha annunciato Carlo Freccero, presidente di RaiSat alla folta platea che seguiva l'incontro con lo studio di animazione giapponese Sunrise a Cartoons on the Bay. I due canali, attualmente in onda sulla piattaforma digitale terrestre del servizio pubblico, andranno in onda a fine mese in contemporanea via web, sul portale di RaiNet. Approfittando della presenza degli illustri ospiti nipponici ha anche anticipato la messa in onda su Rai4 dell'ultima fatica della Sunrise "Code Geass: Lelouch of the Rebellion", prima pietra di una programmazione che vedrà gli Anime giocare un ruolo centrale. Secondo Freccero "ogni rete televisiva che si rispetti ha sempre avuto una serie animata caratterizzante, e Code Geass sarà quella di Rai4".

Rai4 and RaiGulp soon on the web, on RaiNet. On Rai4 the new animated serie by Sunrise Studio: Geass: Lelouch of the Rebellion.

Etichette: , ,


Premio Giorgio Cavallo: dieci anni!
In occasione del decennale del Premio Giorgio Cavallo per la satira e l'umorismo, realizzato dal Comune di Moncalieri per ricordare il grandissimo vignettista moncalierese scomparso nel 1994 è stato stampato un volume che raccoglie il meglio delle dieci edizioni (ne vedete la copertina qui accanto), in collaborazione con la Provincia di Torino. Il premio, che nelle intenzioni degli organizzatori è un Oscar alla carriera, e ha visto l'assegnazione tributata a Giuliano Rossetti, Alfredo Chiappori, Alberto Fremura, Sergio Staino, Enzo Lunari, Francesco Tullio Altan, Franco Bruna, Lido Contemori, Massimo Bucchi e Silver, rappresenta un significativo spaccato di storia del costume italiano, oltre ad essere una panoramica delle migliori firme che svolgono il difficile mestiere di narratori ironici. E' sembrato quindi un atto doveroso raccogliere il materiale presentato nel corso di tutte le edizioni, prendendo lavori dai 12 cataloghi editi in occasione del premio (un volume è stato dedicato a Giorgio Cavallo nel 2004 ed uno al giornale satirico Ca Balà nel 2001). Mercoledì 8 aprile 2009 alle ore 18.00 nella Biblioteca civica A. Arduino (via Cavour 31, Moncalieri), presentano il volume Angelo Ferrero Sindaco di Moncalieri, Valter Giuliano Assessore alla Cultura Provincia di Torino, Noemi Gallo Assessore alla Cultura Città di Moncalieri, Dino Aloi e Claudio Mellana curatori del Premio Giorgio Cavallo, Emilio Isca e Gianni Chiostri, vignettisti. Il volume, a cura di Dino Aloi e Claudio Mellana, edito da Il Pennino, è composto da 192 pagine e 12 figurine a colori da apporre nelle pagine dedicate agli autori. E' inoltre impreziosito da un testo dedicato a Giorgio Cavallo da Giovanni Arpino.

Etichette: ,


Premio a Carlos Trillo in Argentina
Riceviamo: "Carlos Trillo riceverà in Argentina il Premio Museo de la Caricatura Severo Vaccaro - Traiettoria. La cerimonia di consegna della medaglia di argento, con l'effigie di Severo Vaccaro, sarà realizzata il 4 giugno di 2009 nelle installazioni del Museo della Caricatura "Severo Vaccaro" (Buenos Aires, Argentina). Il "Premio Museo della Caricatura" alla Traiettoria, sarà dedito nel 2009 allo sceneggiatore, scrittore e diffusore Carlos Trillo, co-creatore di un senza fine di storielle di successo, come El Loco Chávez, Las Puertitas del Señor Lopez, Cybersix, Clara de Noche, El Negro Blanco, tra molti altri lavori. Trillo è un "ambasciatore" del fumetto argentino per tutto il mondo, i suoi lavori sono letti per spagnoli, italiani, francesi e gente di altre latitudini. Sottolinea anche la sua contribuzione alla divulgazione col libro "Istoria del fumetto Argentino", scritto insieme a Guillermo Saccomanno, e che conta su una recente edizione italiana, e che speriamo che abbia una nuova edizione nazionale, ed i libri di investigazione con Alberto Bróccoli. Si annunceranno i vincitori dei titoli "Valore Distaccato" e "Diffusione dell'umore e il fumetto" in una cronaca informativa ad inviarsi per questa via nei prossimi giorni." Info: Museo Severo Vaccaro.

Special award to the cartoonist Carlos Trillo in Argentina. Click the image to learn more.

Pulcinella awards: i vincitori
Si è tenuta ieri sera a Rapallo, nell'Auditorium delle Clarisse, la cerimonia di premiazione della 13 edizione di Cartoons on the Bay (la prima in Liguria) condotta con brio da Lorena Bianchetti. Alternando la lettura dei vincitori con momenti di musica e show talvolta un poco forzati, sono stati assegnati i seguenti Pulcinella awards:

Studio italiano dell'anno: Musicartoon.

Studio internazionale dell'anno: Sunrise (Japan)

Premio alla carriera: Tomino Yushiyuki (Japan, il papà di Gundam) ; Annette Tison e Talus Tylor (connubio franco-americano, ci han regalato i Barbapapà: lui ha ritirato il premio con una fantastica giacca decorata con i loro personaggi)

Migliore animazione interattiva: Little Big Planet (Sony, UK)

Miglior progetto cross-mediale: Toons' n' tunes Zecchino d'Oro (Antoniano/Rai Fiction, Italy)

Miglior personaggio animato dell'anno: Jibber Jabber (Jibber Jabber Toons, Canada)

Miglior serie TV prescolari: Taratabong: the world of meloditties (Toposodo/Rai Fiction/Ellipsanime, Italia/Francia)

Migliore serie TV per bambini e Premio film in Flash: Disney Phineas & Ferb (Disney Tv Animation/Rough Draft Korea, USA/South Korea

Migliore serie Tv per tutti: Cosmic Quantum Ray (Varie / Usa, Germany, France, Ireland)

Paese dell'anno: Cuba

Film a carattere educativo e sociale: Pubertad (ICAIC, Cuba)

Migliore serie TV pre-adolescenti: 6Teen (Fresh Tv, Canada)

Miglior serie TV per adolescenti: PSICOVIP by Bruno Bozzetto (Maga Animation/Rai Fiction, Italy. "La fantasia? Basta leggere il giornale per ritrovarsi in un cartoon!" - Bruno dixit.)

Migliore Pilota serie TV: My very first wedding (Balance film, Germany)

Menzione UNICEF personaggio dell'anno: ENZO D'ALO'

Miglior cortometraggio: The happy duckling (Gili Dolev, UK)

Miglior colonna sonora: The Wonder Pets! (Little airplane, USA)

Premio piattaforma mobile: Living in the trees (Filmògrafo, Portugal)

Miglior opera europea dell'anno: Descendants (Filmakademien Badien-Wurttemberg, Germany)

Etichette: ,


sabato 4 aprile 2009

Rapallo: Cauboi di Paolo Arisi vince il Pitch Me
Dal nostro inviato a Rapallo: "Assegnato il premio Pitch Me! Pierluigi De Mas 2009 a Cauboi dalla giuria presieduta da Enzo D'Alò, 'per l'originalità e la freschezza di un progetto originale e fresco, sia dal punto di vista del concept, sia dal punto di vista grafico'. "Sui venti progetti presentati - ha spiegato Enzo D'Alò - almeno la metà erano veramente interessanti e degni di arrivare in finale, ma solo 3 potevano essere selezionati: Cauboi (regia di Paolo Arisi), vincitore del premio, un interstitial irriverente sullo scontro eterno fra un Cauboi ed un indiano; Five Zones, una serie classica di avventure declinata in tutti i segmenti del multimediale; Paolo e Rita, lungometraggio di valore universale che affronta poeticamente uno dei momenti più drammatici della lotta a Cosa Nostra. In giuria anche Gianfranco Noferi, responsabile Rai Sat Smash Girls, Yo-Yo e Rai Gulp, e Umberto Virri, Presidente Onorario dell'Accademia Disney. Cauboi ha inoltre - conclude Enzo D'Alò - le potenzialità per trovare l'interesse produttivo di co-finanziatori anche al di fuori del nostro Paese" (fonte ufficio stampa).

Etichette:


Ecco i piu' vecchi disegni di Topolino!
"Gli storyboard più vecchi di Mickey Mouse sono quelli disegnati nell'estate del 1928 per il cartone del 1929, Plane Crazy." Così sentenzia il Buffalo News, nel dare notizia dell'esposizione di queste rarità (che, in uno slancio forse un tantino eccessivo, vengono paragonati agli schizzi di Leonardo per la Gioconda) allo Shea's Performing Arts Center in occasione del Buffalo International Film Festival. Ma le date andrebbero riviste: Plane Crazy uscì il 15 maggio 1928 e una seconda volta (col sonoro) il 29 dicembre 1928. Ok, un refuso. Invece è interessante è scoprire che questi bei (e storici) disegni di Ub Iwerks per il film col neo nato Topolino, sono in mostra oggi 4 aprile 2009 per poi tornare al Museo. Quale museo? Sono stati per anni nel National Cartoom Museum di Boca Raton (poi New York) e ora, dopo i noti problemi del museo di Mort Walker, pare andranno in quello del famoso collezionista (ed editore e distributore di fumetti) Steve Geppi, il Geppis' Entertainment Museum a Baltimora, secondo quanto rivelato da Michael Carbonaro. E' lì che, poi, si potranno ammirare. Sono 36 i pannelli esposti con i disegni di Iwerks, il cui valore è di circa 3 milioni di dollari.

"...These are the rarest and most valuable pieces of Walt Disney art in existence, said Ed Summer, founder and president of the Buffalo International Film Festival, which is presenting the daylong celebration to mark the 80th anniversary of Mickey Mouse. They represent the first known drawings of Mickey Mouse as a fully defined character..." Full article: BuffaloNews.

Etichette: , ,


Sergio Staino dal palco CGIL a Roma

Topolino compie gli anni
Topolino 1949 - photo Goria - clickIl topo più famoso nel mondo, ovvero Mickey Mouse o più familiarmente Topolino, come è conosciuto in Italia, è nato nel 1928 nel cinema d’animazione, poi è rinato nel 1930 nelle strisce a fumetti, e alla fine del 1932 come giornalino settimanale, e potremmo continuare a lungo, perché nella storia di Topolino c’è sempre un compleanno da festeggiare. L'ultimo cade di questi primi giorni di aprile e coincide con i primi 60 anni del celebre settimanale, versione a libretto, o bonelliana visto il successo degli albi di Tex e altri eroi delle edizioni di Sergio Bonelli. La storia del settimanale è in realtà lunga quasi 80 anni, perché nella versione giornale apparve alla fine del 1932, pubblicato a Firenze dall’editore Nerbini, il quale nell’agosto del 1935 lo cedette alla Mondadori, perché affascinato dal successo che in quei mesi ottenevano gli eroi del grande fumetto americano, pubblicati sull'Avventuroso. Così Nerbini fece l'errore della vita e la Mondadori fece un affare. Topolino visse per 738 numeri fino al dopoguerra, malgrado alcuni momenti difficili, che a un certo punto fecero temere il peggio, cioè la chiusura. Il peggio fu evitato perché nell’autunno del 1948 la Mondadori aveva acquistato una moderna rotativa per stampare il mensile L'Inferno di TopolinoSelezione, una rivista che pubblicava articoli tratti da giornali di mezzo mondo, e un romanzo condensato, che piaceva molto ai lettori più pigri. Dopo aver stampato Selezione, la rotativa restava ferma per un paio di settimane, e allora Mondadori decise di utilizzarla per stampare Topolino, usando la stessa carta e lo stesso formato di Selezione, maneggevole, tascabile, che forse sarebbe piaciuto ai piccoli lettori, proprio come piacevano le strisce di Tex e altri eroi dell’avventura. Nacque così, nell'aprile del 1949, il Topolino che conosciamo ancor oggi, formato libretto, con un centinaio di pagine, quasi tutte in bianco e nero, molte rubriche (dalla posta ai francobolli, dai giochi alle curiosità) e naturalmente molti fumetti, tutti rigorosamente anonimi e firmati Walt Disney. Il primo numero era aperto dall’ultima puntata di una storia, Topolino e il cobra bianco, scritta da Guido Martina e disegnata da Angelo Bioletto, una coppia che negli ultimi numeri del 1949 cominciò a pubblicare l'ormai mitico Inferno di Topolino. Sullo stesso primo numero comparivano anche Eta Beta e altri personaggi disneiani, quasi un anticipo di quello che avrebbe offerto ogni mese Topolino. Già perché all’inizio il giornalino aveva cadenza mensile, diventata quindicinale Topolino e il Cobra Bianco, seconda partecon il numero 40 e settimanale solo col numero 236, a metà del 1960. Col passar degli anni le pagine sarebbero aumentate, e la pubblicità anche, il colore fu esteso all'intero giornalino e accanto al nome del direttore, per anni Mario Gentilini, comparvero - dal numero 700 del 22 aprile 1969 - anche quelli degli autori delle storie. Oggi i primi numeri, sia quelli usciti negli anni Trenta sia quelli pubblicati nel 1949, sono l'oggetto del desiderio dei collezionisti, e valgono ancora qualche milione delle vecchie lire. Una piccola follia che testimonia l’amore e la passione che tanti hanno conservato per Topolino, in fondo un giornalino piccolo piccolo per un topo grande così. [Carlo Scaringi]

Etichette: ,


Concorso per corti sul fumetto
Riceviamo: Concorso Corti tra le nuvole - Un concorso per cortometraggi ispirati al fumetto.In un periodo in cui cinema e comics sembrano andare a braccetto, il festival Vercelli tra le nuvole (che si svolgerà a fine settembre) invita i fumettari e i cinefili a cimentarsi con le arti che amano e a realizzare un cortometraggio ispirato a un personaggio dei fumetti o una parodia o al mondo delle nuvole parlanti. Il concorso scade il 30 luglio 2009.Info su www.creativecomics.it

Vercelli tra le nuvole presents the short film competiton "corti trale nuvole" on cinema and comics. Deadline 07/30/2009. Info: www.creativecomics.it

Etichette: ,


venerdì 3 aprile 2009

Donne e cartoons

Riceviamo: "Il governo afgano presieduto da Hamid Karzai ha recentemente votato una legge che obbliga le donne ad avere rapporti sessuali con il marito e impedisce loro di cercare lavoro, istruirsi o farsi visitare da un medico, senza aver prima il permesso del consorte. Di fatto la legge legalizza lo stupro del marito nei confronti della moglie in quanto vieta a quest'ultima di rifiutarsi di avere rapporti sessuali con lui ... " Molti dei protagonisti del mondo dell'animazione presenti a Cartoons on the Bay 2009 hanno reagito con fremente sdegno a questa notizia, e l'illustratrice AnnaLaura Cantone, autrice con Enzo D'Alò e Vincenzo Cerami della nuova serie "Pipi, Pupù e Rosmarina", ha realizzato anche un apposito omaggio alle Superdonne. Si è auspicato che l'animazione continui a dar voce alle categorie più oppresse. Al di là della legittima indignazione, tuttavia, si rischia sempre in questi casi di "occidentalizzare" il contesto di Paesi in cui democrazia e libertà individuale non sono mai potuti diventare un patrimonio acquisito; una regione come l'Afghanistan, teatro di scontri geopolitici devastanti e di ingerenze continue che ne impediscono tuttora l'autodeterminazione, non può che finire col ripiegarsi su tradizioni deleterie ma rassicuranti, almeno per la Maggioranza. Nel periodo di vuoto politico successivo alla fuga dei Talebani, le donne si sono rimboccate le maniche e hanno tenuto in piedi l'economia introducendo idee e iniziative che ora spaventano sia i fondamentalisti (alternative pulite al commercio di droga intralcerebbero i loro piani) sia il nuovo governo, che non vede di buon occhio la nascita di un ceto imprenditoriale femminile nel Paese. Augurandoci che la mossa di Karzai non sia una strizzata d'occhio al vecchio regime, è comunque la prova che non basta "liberare" un popolo con le armi per renderlo davvero "libero". La condizione femminile, poi, è una questione spinosa in tutto il mondo: nessuna categoria è stata altrettanto discriminata e messa a tacere quanto il cosiddetto "sesso debole"! Considerata "impura" o "bassa" da tutte le principali religioni, proprietà esclusiva del partner anche nelle nostre evolute società occidentali, costretta a esibire o a reprimere la propria sessualità per non turbare troppo la sensibilità maschile, la donna è sopravvissuta a innumerevoli crisi uscendone ogni volta più corazzata. Vittima soprattutto del legame viscerale che instaura con i propri cari, finendo col mettersi in secondo piano quasi volontariamente, la donna è un dono del Cielo che noi maschietti tendiamo troppo spesso a considerare un pezzo di costola di scarso valore. Lo stupro è il modo turpe in cui sfoghiamo la frustrazione di non poterla davvero dominare ma soltanto umiliare, oltraggiare e piegare ... senza però mai riuscire a spezzarla del tutto. Temiamo troppo che "loro" ci scalzino dai nostri posti, o che ci abbandonino, e invece di sforzarci di diventare migliori preferiamo continuare ad imporre un'autorità che ormai non possediamo più. La loro forza ci fa paura, perchè in essa c'è la fonte stessa della vita, del cambiamento ma anche della continuità: custodi di un potere cui aneliamo, ma possiamo goderne solo se ci ammettono a condividerlo.

Prix Ecurieuil Livre et Mer
Un premio per il fumetto d'ambientazione marittima. Verrà assegnato a Concarneau in occasione del Festival Livre et Mer, dal 23 al 26 aprile 2009. Info: www.livremer.fr.

An award for "comics and sea". Learn more: click the links.

Etichette:


Che futuro per il fumetto Disney negli USA?
Mickey Mouse pants - photo Goria - clickNe avevamo già parlato qui su afNews. Ci saranno ancora fumetti Disney negli USA? Se sì, chi gestirà la licenza? Ora ci si chiede come andrà a finire, tra Disney e Gemstone. Su Newsarama ecco le posizioni di Gary Leach e di Steve Geppi (il boss della Gemstone).

"Last Friday, Gary Leach, who has worked on Gemstone Disney editions for more than twenty years posted: Well, it didn't even take two months, and some of you may already know that Gemstone is not renewing the Disney comics license, and won't be putting out any more issues since the last ones that reached the shops (I don't recollect the issue numbers). Disney is looking for someone else to take the license, and I believe they have some candidates, but nothing's anything like nailed down at this point... Monday, Geppi countered the rumors with a posting Diamond’s Scoop website: In the past few days, there have been a number of rumors circulating about Gemstone Publishing. As has been the case with many businesses across a wide array of industries, there has been a reduction in staff at Gemstone, and this included the departure of many valued employees. This, however, is not the end of Gemstone Publishing, said Steve Geppi, President of Gemstone..." Full article: Newsarama.

Etichette: ,


Sergio Staino a Roma il 4 aprile con la CGIL
uGiancu - Staino - photo Goria - clickSILF/SLC/CGIL segnala: Sarà il fumettista Sergio Staino ad accompagnare in diretta coi suoi disegni l'attore Massimo Wertmuller che condurrà dal palco del Circo Massimo la grande manifestazione della CGIL (cui hanno aderito, tra gli altri, Andrea Camilleri, Vincenzo Consolo, Ascanio Celestini, Massimo D'Apporto, Silvia Ballestra, Luca De Filippo, Dario Fo, Ken Loach, Ettore Scola, Pancrazio Tornatore, Margherita Hack, Tullio De Mauro) indetta per chiedere "un modo più maturo, più democratico e più civile di affrontare la crisi", come ha detto il segretario generale della CGIL, Guglielmo Epifani. Ulteriori dettagli: click qui. Info sulla manifestazione: click qui.

Etichette:


Perugia: Festival Internazionale del Giornalismo
Giornalista - photo Goria - clickE' in corso il Festival Internazionale del Giornalismo e gli argomenti dibattuti sono terribilmente seri, oltre a investire un'area che va dalla carta al video, a internet coi nostri tanti blog. Una interessante presentazione, che parte dai tantissimi giornalisti (e non) che danno letteralmente la vita per la ricerca e la diffusione della verità, lo trovate su Repubblica facendo click qui.

Etichette:


giovedì 2 aprile 2009

Reportage da Rapallo: giorno 1
Il nuovo corso di Cartoons on the Bay sembra promettere bene. Sin dalla conferenza di apertura, il direttore artistico Roberto Genovesi e i vari giurati (tra cui Enzo D'Alò e Vincenzo Cerami) hanno ribadito l'attenzione particolare centrata sulle potenzialità pedagogiche dell'animazione nonchè l'importanza dei nuovi linguaggi multimediali per entrare in contatto con le nuove generazioni. A tal proposito questa prima edizione ligure del festival apre per la prima volta il concorso ai videogames (presentato il videgioco tutto italiano ispirato alle avventure di Diabolik), peraltro ormai legati all'animazione in modo sempre più stretto. Ma un futuro solido ha radici forti solo nella tradizione: un esempio emblematico di questa regola la si trova nella produzione di Cuba, premiato come Paese ospite. L'Istituto cubano del Arte e Industria cinematografica (ICAIC) è nato il 24 marzo 1959, insieme alla Revoluciòn castrista, e da allora ha svolto un ruolo fondamentale nel preservare l'identità dell'isola; soprattutto dopo l'embargo, che ha sì limitato drasticamente le risorse degli animatori, ma proprio per questo ne ha esaltato la versatilità, arrivando a fabbricare in proprio tutto il materiale tecnico. Istituzioni nazionali come Juan Padròn, creatore del pasionario Elpidio Valdès, hanno catalizzato solidi gruppi di lavoro negli anni e poi aiutato generazioni di ragazzi a formarsi nel solco di una poetica espressiva che, come ribadisce la direttrice generale dell'ICAIC, Esther Hirzel Galarza, non rinnega mai le sue tre componenti fondamentali: "... colore, ritmo, musica". L'Istituto, così come la Scuola nata in un secondo momento, sono da sempre finanziate dallo Stato che crede ciecamente nelle potenzialità educative dell'animazione. Non c'è da stupirsene: storicamente nei Paesi sottoposti a restrizioni di tipo politico e sociale l'animazione ha costituito un veicolo privilegiato per trasmettere la propria voce. La signora Hirzel Galarza ha spiegato come a Cuba il cinema di animazione sia profondamente radicato nella cultura popolare, grazie anche ad una produzione diversificata, ma soprattutto grazie alla sedimentazione progressiva nella mentalità delle persone: la gente la considera ormai parte integrante della propria identità, una ricchezza che purtoppo in Italia abbiamo spesso trascurato. Dopo quella caraibica, si è cambiato musica con la presentazione dello Studio dell'Anno, ovvero Musicartoon autore tra l'altro della nuova sigla del Festival su musiche klezmer di Moni Ovadia. Tra i progetti che speriamo riescano a realizzare, anche un adattamento della celebre "Compagnia della Forca" di Magnus. Oltre a loro ha riscosso successo anche l'abbinamento stop-motion/ombre cinesi proposto da La Casa dei Conigli, i cui brevi corti con materiale riciclato hanno riscosso il plauso di Carlo Chendi, reduce con Luca Raffaelli, da un tuffo nel mare dei ricordi sulla scia di Claude Moliterni, il fondatore del Festival di Angouleme che pose le basi della sua creatura anche grazie alla sua lunga esperienza italiana. Un interessante libro curato da Matilde Tortona ha permesso di ripercorrere l'evoluzione dell'animazione e soprattutto dei suo fruitori ("Viaggi nell'animazione: interventi e testimonianze sul mondo animato da Emile Reynaud a Second Life"), quindi dopo aver salutato zio Walt con l'esperto disneiano Nunziante Valoroso, si è passati al making of del film 2D/3D "00", la cui successiva visione si è rivelata una gradevolissima sorpresa. La storia di come il superamento delle paure infantili possa condurre poi un adulto letteralmente "tra le stelle" è gestita efficacemente dal punto di vista narrativo e registico (salvo qualche caduta di tono qua e là) riscattando la grafica poco accattivante fino a toccare un apice emozionale notevole nel bellissimo finale sulle note di un Baglioni d'annata. E' un'opera imperfetta ma sincera e toccante, capace di entrare nel cuore dello spettatore se le verrà dato il tempo di essere assimilata. Chiudiamo con il dibattito sul diritto d'autore coordinato da Ivo Milazzo: oltre alle parole alate del filosofo Giulio Giorello a ricordarci quanta interconnessione passi tra fumetto, animazione e ogni campo dello scibile, il punto fondamentale della questione è risultato essere anche stavolta la necessità di riconoscersi e farsi riconoscere come professionisti, superando l'individualismo e la diffidenza che per troppo tempo hanno condizionato i lavoratori del settore.

Appello per Magdy El Shafee
Il fumettista egiziano Magdy El Shafee, insieme al suo editore Mohamed Sharqawi, verranno processati il 4 aprile 2009 con l'accusa di aver utilizzato, nella graphic novel METRO, un linguaggio troppo spinto. L'opera, che si può definire il primo romanzo a fumetti in lingua araba, narra le vicende di Shehab, giovane programmatore coinvolto in un rapina da un politico corrotto ... tematiche decisamente amorali, in effetti. Per le autorità del Cairo tutto ciò è risultato oltraggioso al punto da ritirare e confiscare dopo pochi mesi tutte le copie possedute dalla casa editrice Dar Malameh e ordinare l'arresto di Mohamed Sharqawi, il quale accuserà in seguito la polizia di sevizie. Magdy non si è mai perso d'animo, e confortato dalla solidarietà ricevuta dai colleghi stranieri, si è iscritto a Facebook per raccontare la sua storia e invitare tutti a scrivere la frase NO FOR METRO CONFISCATION AND TRIAL, SUPPORT FREEDOM OF ARTS AND EXPRESSION sul social network dando poi appuntamento ai propri sostenitori sabato mattina alle 9 alla stazione Metro Naguib per assistere al processo. La notizia è stata ricordata oggi, non a caso durante la tavola rotonda di Cartoons on the Bay sul diritto d'autore, dai giornalisti del quotidiano on-line http://www.agendacomunicazione.it/ sul quale è possibile trovare i link per la petizione pro-Metro e una bella intervista a Magdy nella quale rivela come il suo amore per il fumetto sia nato leggendo Corto Maltese di Pratt...

Egyptian cartoonist Magdy El Shafee ask a petion on Facebook to save his graphic novel Metro from confiscation and trial. News on http://www.agendacomunicazione.it/

Il Museo Disney si avvicina all'apertura
Photo by RedGhostBlinky at FlickrCome annunciato molto tempo fa qui su afNews, è in preparazione il Museo di famiglia di Walt Disney. I lavori al Presidio di San Francisco procedono e forse per ottobre 2009 il museo potrà aprire i battenti. Trovate i dettagli nell'articolo di Michael Barrier qui di seguito. [Click l'immagine qui accanto per vedere i lavori in corso fotografati da RedGhostBlinky su Flickr.]

"The New York Times has a story today about the Walt Disney Family Museum in San Francisco's Presidio, which is scheduled to open in October. You can also visit the Family Museum's Web site (now being reconstructed in anticipation of the October opening) at this link. The online version of the Times story includes a seven-item slide show; the above photo of Walt's daughter Diane Disney Miller, in front of the museum, is from that slide show..." Full article: MichaelBarrier.

Etichette: ,


Jack Dunham passed away
L'animatore statunitense Jack Dunham è morto all'età di 98 anni. Era nato nel 1910. Nell'articolo qui di seguito, video e foto.

"I’ve learned that American animator Jack Dunham passed away a couple weeks ago at age 98. I’d written about Dunham back in 2006 after a story was published in the Montreal Gazette about how he and his wife had become homeless in Canada..." Full article: CartoonBrew.

Etichette:


Segnalazione Deposito Autori: Liggieri - Sirocchi
SILF/SLC/CGIL comunica: Il sindacato di categoria SILF segnala la ricezione e il deposito online delle seguenti opere dei seguenti autori. Il Deposito Autori SILF è online su http://www.silf-cgil.org/ opzione di menù Deposito:

Alessandro Liggieri - 01 Amore e precari.pdf - 30 marzo 2009
Alessandro Liggieri - Story Arc ST 01.pdf - 27 marzo 2009
Mattia Sirocchi - Boogeyman di Mattia Sirocchi - 26 marzo 2009
Alessandro Liggieri - Dejavu.pdf, La coda.pdf, perchenoncidiamodeltu.pdf, Story Line 05.xls, Treracconti.pdf - 24 marzo 2009

New entries in the Creators' Bin of the workers union SILF/SLC/CGIL online at www.silf-cgil.org/deposito/default2.htm.

Etichette: ,


Ecco i piu' grandi pittori americani tra cui Barks
La segnalazione giunge di rilancio dal blog di Luca Boschi. Si tratta del bel blog American Gallery, catalogazione, con stupende immagini, dei più grandi pittori statunitensi. Una gioia per gli occhi, uno strumento per gli studiosi e gli appassionati d'arte. Tra i grandi artisti, trovate anche Carl Barks, l'uomo dei paperi che seppe dare a Paperino dignità letteraria. Il sito, a quanto riporta Boschi, è stato oggetto di stupida censura da parte di Google, come potete leggere facendo click qui. Il blog di Suzay Lamb si trova qui: http://americangallery.wordpress.com/. Buona visione.

A beautiful blog about the greatest american painters. Among them Carl Barks. Take a look: http://americangallery.wordpress.com/.

Fumetto militante per i Karenni, indigeni del Sudest asiatico
La casa editrice La Fourmilière BD ha annunciato l'imminente pubblicazione di "Les rivières de l'espoir", secondo e ultimo album della serie Karennis, interamente concepita e disegnata da Olivier Ferra. Come il precedente (Comme des ombre sur la terre, 2008), il nuovo album verrà pubblicato da La Fourmilière BD. La serie è dedicata alla lunga (ma purtroppo ignota) tragedia dei Karenni, uno dei tanti popoli indigeni della Birmania che combattono da molti decenni contro la dittatura militare di Rangoon. Una lotta che vede impegnati fra gli altri anche i Chin e i Karen. La Fourmilière BD è un'associazione/casa editrice che promuove i disegnatori francesi, con particolare attenzione per quelli della regione Rodano-Alpi. E' una voce che si è aggiunta recentemente ai molti editori transalpini specializzati nel fumetto. Per ogni copia venduta del volume (48 pagine a colori, copertina cartonata), 1 euro verrà devoluto all'ICRA, una delle più importanti associazioni indigeniste europee, fondata nel 1988 dal regista Patrick Bernard e dall'etnologo naga Visier Sanyu. [Alessandro Michelucci]

Etichette: ,


Alessio Spataro e Papa Nazingher
La Scuola Romana dei Fumetti ci segnala un evento di Comics Boulevard, la fumetteria della Scuola Romana dei Fumetti. "Comics Boulevard, la libreria della Scuola Romana dei Fumetti a Trastevere, esporrà le tavole e i disegni del volume Papa Nazingher (Purple Press) e ospiterà il disegnatore satirico Alessio Spataro (autore di Cos'ho fatto a Genova, una delle prime testimonianze disegnate sul vertice del 2001 e di Cribbio, sull'ultimo presidente del consiglio) per un incontro con il pubblico a partire dalle 16,30 di sabato 4 aprile. L'autore Alessio Spataro sarà inoltre intervistato giovedì 2 aprile all'interno di "Stelle & Strisce", la trasmissione radiofonica della Scuola Romana dei Fumetti che va in onda tutti i giovedì dalle 21.00 alle 22.30 su Radio Popolare Roma 103.3 (ascoltabile in streaming su www.radiopopolareroma.it)."

Etichette: ,


mercoledì 1 aprile 2009

Arte: cinque documentari su Tintin in arrivo
Il "rilancio" di Tintin da parte di Spielberg (previsto per il 2011) già comincia a produrre effetti collaterali. L'importante catena televisiva franco-tedesca Arte, diffonderà per l'occasione una serie di documentari intitolati Sur les traces de Tintin. Saranno cinque episodi da 52 minuti l'uno, coprodotti con Moulinsart (la società che detiene i diritti dell'opera di Hergé). Pare che un paio siano già pronti: Le Temple du Soleil, girato in Perù e Le Cigares du Pharaon, girato in Egitto.

Five documentaries about Tintin will be aired by the TV channel Arte. Learn more: click here.

Etichette:


Topolino 60 anni: auguri, Valentina!
Valentina De Poli - photo Goria - clickCerto, deve essere emozionante diventare direttore della rivista che si leggeva da piccoli. Valentina De Poli condivide questa sua comprensibile emozione con i suoi lettori, quelli di Topolino, nel suo editoriale per il numero 2784, mentre su Topolino 1949 - photo Goria - clickDisney Anni d'Oro numero 1 (le mitiche storie degli anni 70 e 80) la vediamo ritratta insieme al direttore Gaudenzio Capelli (quello del famoso milone di copie nel 1993) in uno scatto di ormai diversi anni fa (anni che alcuni di noi ricordano ancora con nostalgia, anche per averli vissuti "dall'interno"). Ovviamente la rivista non è più "la stessa cosa" che si leggeva nell'infanzia: è cambiata, ed è cambiato pure il mondo. Il mutamento è nella natura di questo universo, si sa. A volte si cambia in peggio, a volte in meglio, e a volte è questione di punti di vista. Di sicuro molto particolare dev'essere quello di chi, a sessanta anni dalla nascita di Topolino Libretto, si trova a dirigerlo, proprio quello "... grazie al quale ho imparato a leggere. Quello con cui ho condiviso un sacco di risate con mio fratello...". Allora, in un certo senso, questo compleanno è anche un po' il suo (anche se non ha sessant'anni, ma mooolti meno), per cui... Auguri, Valentina!

Etichette:


Sguardi incrociati sul fumetto belga
Esposta fino al 28 giugno 2009, la mostra Regards croisés de la bande dessinée belge, curata da Didier Pasamonik e Jean-Marie Derscheid, offre la possibilità di coniciare a capire come si può distinguere (se è il caso) il fumetto belga da quello francese. Non difficile, se ci si affida alla nazionalità scritta sul passaporto degli autori (Hergé, Peyo, Franquin, Roba ecc.). Complesso, se si vuole definire una scuola nazionale, o, quantomeno, quale sia stata (e sia) l'influenza degli autori belgi sulla francofonia fumettistica. Una sintetica disamina sulla mksotra in corso la potete trovare facendo click qui, nel blog di Thierry Lemaire, insieme a un certo numero di foto ivi scattate. Ah, naturalemnte siamo a Bruxelles, nell'ambito del locale Anno del Fumetto.

Want to learn more about belgian comic art? Want to understand the difference with french comic art, if any? Go to Bruxelles at the exhibit Regards croisés de la bande dessinée belge, or, at least, take a look at the blog by Thierry Lemaire. Just click the image and the links.

Etichette:


Giornata di studi su Giovani e Costituzione
"Venerdì 3 aprile 2009, dalle 9 alle 17:30, sala conferenze del Museo Diffuso di Torino. Il seminario affronta i temi alla base della Mostra "I Giovani e la Costituzione", esaminandone le esperienze scaturite e traendone le prime valutazioni sotto il profilo giuridico e pedagogico. Partecipano, tra gli altri, Francesco De Sanctis, Direttore Generale Ufficio Scolastico Regionale e Andrea Ranieri, Assessore alla Sviluppo dell'Innovazione e dei Saperi del Comune di Genova. A cura dell'ISTORETO. Per il programma dettagliato cliccare qui." Info: www.museodiffusotorino.it

Etichette:


Concorso: Treviso Nuovi Autori
L'associazione Fumetti in TV lancia il suo terzo concorso per nuovi autori Fumetti in TV, stavolta col tema Fantascienza - Questa Storia è Accaduta Domani nella Tua Città. Il tutto nell'ambito del Treviso ComicBook Festival che si terrà dal 25 al 27 settembre 2009. Il bando completo (scadenza 15 luglio 2009) si trova facendo click qui. Info: www.fumettintv.com

Etichette: ,


Scoop! la Disney ha copiato! E pure parecchio!
Ma bene! Ma bravi! Il documento filmato che potete vedere qui di seguito dimostra come la grande multinazionale dell'intrattenimento non si sia fatta scrupoli a copiare, clonare, duplicare, immagine per immagine... i propri stessi film. E non è neppure una novità, perché il video circola da parecchio tempo. Ma con questo esauriamo le amenità previste per il Primo di Aprile. Le altre notizie di oggi sono serie. Peraltro, a dirla tutta, anche questa lo è: non è un pesce d'aprile. L'animazione Disney ha copiato se stessa a lungo e più volte. D'altronde quello dell'animatore è un lavoro faticoso e costoso: se si può risparmiare qualche dollaruccio... Cliclk l'immagine per vedere il video rivelatore!

Etichette: ,



Partner: Anonima Fumetti - SILF (sindacato fumettisti, illustratori, animatori)
Commenta l'articolo - Agenda del Fumetto - Altre notizie, video, foto ecc. - Newsletter gratis - (C) afNews - ISSN 1971-1824 - redazione@afnews.info


--- the BABs & Ex l'extrazucca: copyright Gianfranco Goria ---

Iscriviti a Post [Atom]

This page is powered by Blogger.